Regionali, Berlusconi conferma Caldoro e FI lancia Stati generali a Napoli

La decisione dopo il vertice a Palazzo Grazioli, rivendicato il rispetto dei patti con gli alleati. Ma Salvini ora vorrebbe un candidato al Sud

Forza Italia ha confermato che il candidato alle Regionali della Campania sarà Stefano Caldoro. L’annuncio è arrivato ieri, dopo il vertice a Palazzo Grazioli a cui ha preso parte Silvio Berlusconi. È stato proprio l’ex premier ad annunciare l’intenzione di non recedere dai patti e di voler presentare agli elettori la candidatura dell’ex governatore, in ossequio agli accordi già presi da tempo con gli alleati della coalizione del centrodestra.

Le ragioni che hanno spinto Berlusconi a confermare la scelta di Caldoro sono le stesse che solo qualche giorno fa aveva snocciolato Antonio Tajani, replicando alle dichiarazioni dell’ex ministro Mara Carfagna che, sull’opportunità di ricandidare l’ex governatore, s’era detta scettica. Stefano Caldoro, stando ai dati in mano ai forzisti, è il candidato più apprezzato dagli elettori campani, specialmente quelli “fedeli” al centrodestra. E non è una banalità dal momento che Vincenzo De Luca, suo avversario nelle ultime due sfide regionali e in predicato di presentarsi agli elettori per ottenere la riconferma alla guida della Regione, pesca consenso anche tra chi non vota abitualmente a sinistra.

Le conseguenze della scelta di confermare Caldoro, oltre a rivendicare il rispetto dei patti già sottoscritti con gli alleati di Lega e Fdi, potrebbero riverberarsi sugli altri scenari elettorali. Lo stesso Berlusconi ha rivelato ieri che Matteo Salvini sarebbe interessato a ottenere almeno un candidato governatore al Sud. Gli sforzi leghisti sarebbero ancora concentrati sulla Puglia, dove la Lega starebbe cercando ancora di scalzare il “meloniano” Raffaele Fitto dalla guida del centrodestra pugliese. L’ipotesi, però, non troverebbe per nulla d’accordo Fratelli d’Italia che, dall’alto dei pieno di consensi maturati in Calabria ed Emilia Romagna e confortato dai sondaggi che danno in continua crescita il partito erede di Alleanza Nazionale, non avrebbe alcuna intenzione di fare passi indietro: né su Fitto e nemmeno sui candidati governatori.

Ma non basta perché Forza Italia, confermando di puntare decisa su Caldoro, ha dimostrato di voler scommettere forte, specialmente dopo i lusinghieri risultati elettorali riportati in Calabria con l’elezione a governatrice di Jole Santelli, sul Mezzogiorno. Partirà a breve, infatti, il “tour delle libertà” che toccherà le piazze interessate al voto regionale nella prossima primavera. E potrebbe culminare proprio a Napoli.

Sarà nel capoluogo campano, infatti, che Forza Italia celebrerà i suoi Stati generali e l'assemblea generale degli eletti. L’iniziativa è in programma per il 22 marzo prossimo, nel vivo della campagna elettorale e schiererà al fianco del candidato governatore del centrodestra Stefano Caldoro, tutti i pezzi da novanta del partito azzurro. La scelta ha riempito di orgoglio i dirigenti locali di Forza Italia e, parlando per tutti, il coordinatore campano di Fi, Domenico De Siano, ha spiegato in una nota: “La decisione di tenere gli Stati Generali di Forza Italia a Napoli ci inorgoglisce. Siamo profondamente grati al presidente Berlusconi per questa ulteriore testimonianza di attenzione per la Campania e il Sud. Lo ringraziamo tutti di cuore, siamo già al lavoro, pronti ad accoglierlo con grande entusiasmo. Sarà un'occasione straordinaria di rilancio del partito, ma anche l'occasione giusta per lanciare ufficialmente la campagna elettorale di Stefano Caldoro verso la riconquista della Regione".

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?