Rubano energia elettrica: chiusi un bar e una lavanderia

L’episodio è accaduto a Napoli, in pieno centro storico. I titolari delle due attività sono stati deferiti all'autorità giudiziaria per truffa aggravata

Rubavano l’energia elettrica con un “allaccio” abusivo sulla rete pubblica, dopo la manomissione dei contatori. L’episodio è accaduto a Napoli, in pieno centro storico, dove un bar e una lavanderia sono stati scoperti dai vigili urbani e chiusi per la loro attività illecita.

Accanto agli agenti della polizia municipale, i tecnici dell’Enel. Il primo controllo è avvenuto in via Gabella, all’interno di un bar, che si riforniva di energia elettrica in maniera totalmente abusiva. Il titolare del locale aveva manomesso un cavo montante che alimentava un contatore.

Proprio per le anomalie riscontrate nei consumi di energia elettrica da parte del bar, sono partite le verifiche, che hanno portato alla scoperta di un danno economico per l’ente che gestisce e distribuisce la corrente pari a 27mila euro.

Nel secondo caso, invece, è stata controllata una lavanderia in via San Cosmo Fuori Porta Nolana. Anche per questo esercizio commerciale è stato scoperto il furto di energia elettrica, seppure parziale. Il contatore era stato manomesso con la rottura dei sigilli e con un magnete che ne alternava la registrazione di fornitura elettrica.

Di fatto, veniva registrato appena il 43% del consumo effettivo: ciò ha causato un danno, secondo l'Enel, pari a 21mila euro. Sia per il bar sia per la lavanderia è scattata così la chiusura, mentre i titolari delle due attività sono stati deferiti all'autorità giudiziaria per truffa aggravata.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.