Videosorveglianza nella Galleria Umberto I: sarà finanziata dalla Camera di Commercio

Attualmente, specie dopo gli interventi di manutenzione effettuati poche settimane fa, lo spazio è sorvegliato dagli agenti della polizia locale dalle prime ore del mattino fino alle 20

Videosorveglianza nella Galleria Umberto I: sarà finanziata dalla Camera di Commercio

Ci penserà la Camera di Commercio di Napoli a trovare i fondi per l’installazione delle telecamere di videosorveglianza nella Galleria Umberto I, da tempo rifugio per i senzatetto. L’importante struttura storica della città partenopea, in particolare negli ultimi tempi, è stata oggetto anche di atti vandalici. Da qui la necessità di trovare una soluzione che possa risolvere in problema in maniera definitiva. Il presidente della Camera di Commercio, Ciro Fiola, ha organizzato una tavola rotonda con i delegati della prefettura e della questura e con i rappresentanti dei condomini. A breve verrà sottoscritto un protocollo d’intesa tra le varie istituzioni per rendere operativi i progetti di messa in sicurezza della Galleria.

In particolare, i condomini hanno deciso di costituire un’associazione. Lo scopo è contribuire a tutelare lo spazio in cui vivono con l’istituzione di un servizio di vigilanza privata notturno, dalle ore 20 alle ore 8. “Con gli interventi messi in campo – ha dichiarato al quotidiano la Repubblica il presidente della Camera di Commercio Fiola – sono sicuro che in un tempo ragionevole potremo realizzare un importante percorso di recupero della Galleria Umberto I, sia in termini di vivibilità e sicurezza che dal punto di vista strutturale. L'amministrazione comunale, infatti, ha anche assicurato il suo pieno sostegno per l'intervento di restauro delle pavimentazioni e di manutenzione straordinaria dei soffitti”.

Attualmente, specie dopo gli interventi di riparazione effettuati poche settimane fa, la Galleria è sorvegliata dagli agenti della polizia locale dalle prime ore del mattino fino alle 20. La situazione sembra essere migliorata, anche perché molti dei senzatetto hanno accettato di trasferirsi nei centri di accoglienza. Ma la strada verso la bonifica permanente della struttura è ancora in salita, dato che continuano a verificarsi episodi di vandalismo in più punti della Galleria.

Commenti