Nazionale

Fedez e l'appello a donare sangue: cosa sta succedendo all'Avis di Milano

Grazie all'appello del rapper, tantissime persone hanno deciso di donare il proprio sangue

Fedez e l'appello a donare sangue: cosa sta succedendo all'Avis di Milano

Ascolta ora: "Fedez e l'appello a donare sangue: cosa sta succedendo all'Avis di Milano"

Fedez e l'appello a donare sangue: cosa sta succedendo all'Avis di Milano

00:00 / 00:00
100 %

È servito Fedez per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza donare il sangue all'Avis, che da tempo sta chiedendo ai cittadini di aderire affinché non manchino mai le riserve. Dopo le dimissioni dal Fatebenefratelli di Milano, dove è stato ricoverato otto giorni per un'emorragia interna provocata da due ulcere intestinali, il rapper è apparso in video-diretta per ringraziare i donatori e incoraggiare tutti a seguire questa strada, presentandosi all'Avis.

L'appello

"Ciao a tutti, sono molto felice di essere tornato a casa. Volevo ribadire tutti i ringraziamenti allo staff medico e infermieristico del Fatebenefratelli, volevo ringraziare anche l'Avis, che mi ha lanciato un appello in questi giorni a cui rispondo in maniera assolutamente positiva. In queste settimane cercheremo di capire come fare per far comprendere l'importanza di donare il sangue", dice Fedez in una diretta, girando poi l'appello di Avis ai suoi follower. La risonza del messaggio del rapper ha funzionato, tanto che i risultati sono stati ottimi, almeno da quanto dichiarato dalla stessa Avis.

In centinaia in coda

Tantissime le persone che, ascoltate le parole dell'artista, si sono presentate davanti alle sedi dell'Avis per fare la loro parte. A Milano sono stati in centinaia i cittadini in coda. Un vero e proprio "effetto Fedez" che ha riportato l'attenzione su una tematica importante ma spesso non tenuta in considerazione.

Secondo quanto dichiarato da Avis Lombardia, soltanto nella giornata di ieri, domenica 8 ottobre, c'è stata una corsa alle donazioni. "Praticamente dieci volte tanto una normale domenica", ha dichiarato a Il Messaggero il presidente di Avis Lombardia Oscar Bianchi. A rispondere all'appello di Fedez sono stati in particolare giovani adulti, dai 18 ai 35 anni, ossia la platea di individui che segue il cantante. "Non ho numeri precisi, ma posso dire che ci sono stati aumenti nei numeri in tutta la Lombardia e anche in altre parti d'Italia", ha affermato il presidente Bianchi.

Incredulità e gratitudine anche da parte di Sergio Casartelli, direttore di Avis Comunale. "In poche ore almeno un centinaio di persone hanno contattato la nostra associazione, tramite i nostri canali, per avere informazioni su come diventare aspirante donatore di sangue", ha scritto sulla propria pagina Facebook, augurandosi che le donazioni proseguano.

Fedez ringrazia

Felicissimo del

risultato raggiunto, Fedez ha ringraziato i nuovi donatori in una storia su Instagram. "Sono molto felice, si è generato un effetto a catena che non mi aspettavo. Grazie a tutti e buona domenica", ha dichiarato.

Commenti