Nazionale

Si scava ancora nel fango per gli ultimi 4 dispersi

Soccorritori al lavoro giorno e notte, a mani nude e con i cani. Si cercano i corpi nelle aree vicine a dove erano le altre 8 vittime

Si scava ancora nel fango per gli ultimi 4 dispersi

Mentre si continua a scavare, notte e giorno, per riuscire a trovare le quattro persone ancora disperse dopo la frana di Casamicciola, prima del ritorno del maltempo, divampano le polemiche sulla nomina del commissario straordinario per l`emergenza del piccolo comune ischitano. Continua l`intervento delle squadre dei vigili del fuoco impegnate nella ricerca dei dispersi e nelle operazioni di soccorso sull`isola di Ischia. I sommozzatori stanno operando in immersione nella zona del porto di Casamicciola Terme per verificare eventuale presenza di dispersi in mare. Si torna a cercare già con le prime luci del mattino. I vigili del fuoco, la Protezione civile, insieme alle forze dell`ordine e con l`aiuto di cani specializzati, continuano a setacciare e a scavare il fango solidificato e rimuovere massi anche a mani nude nelle due aree vicine dove sono stati rintracciati i corpi di 8 vittime, e le squadre si daranno il cambio per non avere interruzioni nel lavoro. Nelle strade, nelle case e nei negozi ancora in piedi torneranno anche i volontari per spalare il fango, compresi gli studenti ancora senza lezioni e senza una data di rientro a scuola.

Le ricerche sono concentrate nella zona di via Celario. Da ieri sono al lavoro gli escavatori dei vigili del fuoco, dopo l`apertura di una pista nell`area di frana che ne ha consentito il passaggio. Altre squadre stanno verificando lungo il percorso della frana, mentre i sommozzatori scandagliano, anche con un sonar, lo specchio di mare nella zona del porto. Prosegue anche l`assistenza dei vigili del fuoco alla popolazione, con il recupero di masserizie e beni di prima necessità dalle abitazioni coinvolte. Sull`isola operano 219 vigili del fuoco con 93 mezzi.
La scuola resterà chiusa almeno fino a sabato.

Il sindaco di Lacco Ameno ha annunciato una querela contro la vignetta satirica ritenuta offensiva uscita ieri su Il fatto quotidiano. «La satira termina quando 3 metri di fango seppelliscono il corpo di una creatura di 20 giorni. Mi riferisco a una vignetta pubblicata dal vignettista del «Fatto Quotidiano», Natangelo, che ritraendo la «morte» presso Casamicciola Terme asserisce che «è tornata a Ischia per via dei fanghi, come sempre».
La Croce Rosa avvia una raccolta fondi per correre in aiuto alla popolazione. Sul posto ci sono 60 operatori e 7 mezzi speciali.
La ricerca è spasmodica, anche perchè nelle prossime ore è atteso il ritorno del maltempo e della pioggia battente, e si concentra in via Celario. Il più grave dei 5 feriti provocati dalla frana, all`ospedale Cardarelli di Napoli, migliora. Gli sfollati, 230 per la prefettura, 284 sfollati, hanno trascorso in hotel o da parenti e amici la notte fuori casa.

Commenti