Niguarda Ecco gli orti coltivati dai pazienti

Dopo i detenuti giardinieri arrivano i pazienti orticoltori. Al Niguarda in occasione dei festeggiamenti per i 25 anni della Oncologia Ca' Granda Onlus (l'organizzazione no-profit per la ricerca e l'assistenza del malato di tumore) ieri è partita l'iniziativa «La cura dell'orto». Quello di 20 metri quadrati allestito, sulle terrazze del reparto oncologico, da Susanna Magistretti. Questa volta tocca ai degenti del padiglione Vergani occuparsi di coltivare pomodori, basilico, prezzemolo, menta, salvia e tanta altra verdura. «Una scelta che non è stata fatta a caso- spiega Pina Panunzio della Oncologia Ca' Granda Onlus- ma prende le mosse da una ricerca dell'università di Uppsala pubblicata sul British Medical Journal che ha rivelato effetti positivi sulla salute psico-fisica». Un impegno e un passatempo per i pazienti oncologici costretti a lunghe degenze nella divisione, diretta dal dottor Salvatore Siena, che ha assunto il coordinamento della Rete Oncologica Lombarda per i tumori del polmone.