Nutriclip, l'etichetta che parla via smartphone

Rivoluzione 2.0 per il gruppo Brazzale. La più antica azienda casearia italiana, nota per il Burro delle Alpi e il Gran Moravia, presenta Nutriclip, innovative etichette multimediali, per sapere davvero tutto del prodotto che si porta in tavola. Secondo il Politecnico di Milano, 8 milioni di italiani acquistano sulla base di informazioni reperite sui social media, 15 milioni si fidano dei food blogger e 6 milioni scoprono nuovi prodotti via social network. Così, da settembre, sui prodotti Brazzale, a fianco delle poco interessanti tabelle nutrizionali ci saranno dei video. Come? Sfruttando la tecnologia QR code. Ovvero, basterà leggere col proprio smartphone il codice quadrettato presente sulle confezioni per accedere a delle brevi clip, dove il professor Pier Luigi Rossi, Medico Specialista in Scienza della Alimentazione, spiegherà tutte le qualità nutrizionali del prodotto, le sue caratteristiche, i benefici sulla salute e sul metabolismo. «Si prevede che, entro il 2015, il numero di smartphone in Italia supererà i 50 milioni - ha spiegato Roberto Brazzale, presidente del gruppo -. Un potenziale immenso, che abbiamo pensato di usare a beneficio del consumatore e della corretta alimentazione». Il primo prodotto sul quale comparirà il «codice» è il burro, alimento indispensabile associato però a falsi miti, pregiudizi e informazioni incomplete. «Il burro contiene acqua. Per questo una porzione ordinaria di 10 grammi - spiegherà il professore sul video - fornisce 75 calorie, rispetto alla stessa dose di olio extra vergine di oliva, che ne fornisce 90. La nostra cucina non può rinunciare a questi due ingredienti, perché svolgono una funzione nutrigenomica protettiva, in quanto agiscono attraverso le loro molecole lipofile sul nostro DNA. Il cibo insomma non è solo calorie».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento