Gli esercizi migliori da fare in spiaggia

Le temperature più alte e il tempo sereno spingono verso un allenamento sempre più all'aria aperta: ecco gli esercizi migliori da fare in spiaggia

Gli esercizi migliori da fare in spiaggia

L'arrivo della bella stagione porta sempre più verso le attività all'aria aperta. L'esercizio fisico non fa eccezione, così come gli over 60 che vogliono mantenersi in forma, tanto che è sempre più diffusa l'abitudine di praticare esercizi in spiaggia. Allenamenti completi, circuiti, sessioni di pochi minuti, ce n'è potenzialmente per tutti i gusti.

Chi ama il fitness e vuole continuare ad allenarsi anche nel periodo estivo potrebbe trovare molto interessanti gli esercizi in spiaggia. Da notare però che si tratta di condizioni non sempre ottimali per l'attività fisica, quindi è bene tenerne conto e rispettare alcune regole generali.

Regole generali

Come accade quando ci si allena in palestra, a casa o in un parco publico, anche per gli esercizi in spiaggia è necessario tenere a mente la propria condizione fisica. Può essere vista come la principale tra le regole generali, poiché consiglia di adattare l'intensità dello sforzo a quello che è realmente accettabile da parte del proprio corpo.

Mantenere una corretta idratazione è fondamentale, ricordandosi di bere almeno mezzo litro d'acqua ogni ora di esercizio. Nel periodo di allenamento estivo sarà fondamentale consumare abbondanti porzioni di frutta e verdura di stagione, utilissime per combattere il caldo e la sensazione di affaticamento fisico.

Evitare le ore più calde della giornata, che sono anche quelle in cui il rischio di scottature solari è maggiore. Preferire le prime ore della mattina o il tardo pomeriggio, a ridosso del tramonto. Svolgere ciascun esercizio per non più di 30 secondi consecutivi e prendersi 30 secondi o anche un minuto tra un'attività e l'altra. Da escludere anche la possibilità di allenarsi subito dopo i pasti principali, in quanto l'organismo sta impegnando molte delle sue ricorse nella fase digestiva.

Ricordiamo inoltre che gli allenamenti in spiaggia non sono riservati necessariamente all'estate, ma che rappresentano un'alternativa ad esempio anche in primavera o autunno. L'importante è godere delle giuste condizioni meteo e rispettare il proprio livello di condizione.

Esercizi in spiaggia, i migliori dopo i 60 anni

Veniamo ora a quelli che sono i principali esercizi che possono essere eseguiti in spiaggia. Uno dei primi a venire in mente è senz'altro la corsa, che praticata al mare assume caratteristiche di sforzo differenti se svolta sulla sabbia asciutta o sulla battigia. Correre a piedi nudi in spiaggia porta a un maggior lavoro sia i piedi che le caviglie, oltre a rendere in generale l'andatura più difficoltosa. Si sconsiglia ai principianti, in quanto tendini e legamenti non allenati potrebbero essere più esposti al rischio infortuni.

Interessanti sono anche i burpee, per i quali è importante tenere conto del fatto che l'atterraggio risulterà attutito dalla sabbia morbida. La stessa condizione porterà però a una maggiore difficoltà nello staccare da terra per il salto.

Altro esercizio che risulta intensificato dalla consistenza della sabbia è la corsa sul posto. Da non trascurare anche i Jumping Squat, per i quali aumenterà, rispetto all'esecuzione su superfici dure, lo sforzo richiesto per il salto. A questo si aggiungono ulteriori elementi di un possibile circuito di allenamento, di durata consigliata non superiore a 15 minuti, come:

  • jumping Jack;
  • affondi a gambe alternate;
  • plank;
  • corsa calciata all'indietro.

Per chi invece desiderasse un'attività meno impegnativa, ma comunque utile per mantenersi in forma e migliorare il proprio equilibrio psico-fisico può optare ad esempio per lo Yoga o per il Tai Chi Chuan.

Commenti