Gite fuoriporta autunnali: 5 mete da non perdere

I mesi autunnali sono l’occasione ideale per concedersi una gita fuoriporta: ecco alcune destinazioni per ammirare borghi e paesaggi della Penisola.

Gite fuoriporta autunnali: 5 mete da non perdere

I primi freddi non devono scoraggiare chi ama le gite fuoriporta, un’occasione di svago e relax anche in autunno. Complici le temperature lontane dalla calura estiva ma non eccessivamente basse, i mesi di settembre e ottobre rappresentano il momento ideale per organizzare escursioni di una sola giornata, oppure per programmare brevi viaggi da compiere nell’arco di un fine settimana.

Il clima mite non è certo l’unico vantaggio che si può trarre da una gita autunnale: in questo periodo dell’anno l’affluenza dei turisti diminuisce, rendendo più facile la prenotazione delle strutture ricettive, la partecipazione agli eventi locali e l’accesso alle visite guidate. Restando dentro i confini della penisola, la lista delle possibili destinazioni è lunga e variegata. Da Nord a Sud, infatti, il Belpaese è ricco di angoli suggestivi, borghi pittoreschi, paesaggi e località che meritano di essere ammirate ed esplorate tutto l’anno.

Alla scoperta delle Isole Borromee

Avendo a disposizione una domenica o un intero weekend, le Isole Borromee sul Lago Maggiore sono una meta di viaggio perfetta anche in autunno. È possibile accedere alle tre isole principali, Isola Bella, Isola Madre e Isola dei Pescatori (l’unica abitata), ammirando le sontuose ville, i giardini e gli edifici tipici che compongono un panorama incantevole. Sono raggiungibili via traghetto partendo da Stresa, Locarno, Arona, Laveno e Pallanza.

San Gimignano: la Manhattan del Medioevo

Situato in Provincia di Siena, San Gimignano è uno dei borghi medievali più celebri in Italia e tutto il suo centro storico è Patrimonio Mondiale Unesco. L’appellativo di “Manhattan del Medioevo” deriva dalla straordinaria varietà di antiche torri ancora intatte, a cui si aggiungono molte altre strutture tipiche della vita cittadina medievale. Si accede al borgo attraverso una delle cinque porte situate lungo la cinta di mura. L’ideale è organizzare un tour a piedi per addentrarsi in ogni vicolo e piazza, respirando pienamente l’atmosfera suggestiva che caratterizza questa località collinare. L’ottima cucina locale renderà ancora più speciale la visita.

Lo spettacolo naturale delle Cascate delle Marmore

A sette chilometri da Terni si trovano le splendide Cascate delle Marmore, che con la loro altezza pari a 165 metri sono le più alte d’Europa. Per ammirarle è possibile accedere all’omonimo parco e percorrere uno dei sei sentieri, caratterizzati da lunghezze e livelli di difficoltà differenti soprattutto tenendo conto della pendenza. Prima di organizzare una o più gite è bene informarsi sugli orari di rilascio dell’acqua, dotandosi di un pratico impermeabile per proteggersi dagli schizzi e dall’umidità. Da non perdere il suggestivo “Balcone degli innamorati”.

Addentrarsi nel Parco dei Castelli Romani

Perfetto connubio tra natura e architettura, il Parco regionale dei Castelli Romani è un’area protetta situata nei Colli Albani che offre numerose opportunità per viaggiatori e turisti. Comprende alcuni dei borghi italiani più belli, come Frascati e Castel Gandolfo: meta di villeggiatura dei pontefici, è noto per le sue ville, le residenze antiche e le aree archeologiche. È la meta perfetta per trascorrere uno o due giorni all’insegna della cultura e del buon cibo.

Gite autunnali in Costiera Amalfitana

Visitare la Costiera Amalfitana nella prima parte dell’autunno può rivelarsi un’ottima idea di viaggio, lasciandosi alle spalle le spiagge estive gremite di bagnanti e il caldo umido che infastidisce giorno e notte. Il clima è ancora mite, i lidi sono poco affollati, il territorio è ricco di sentieri e percorsi con panorami mozzafiato imperdibili per gli amanti del trekking.

Commenti