Matrimonio a 60 anni: perché farlo

Il matrimonio over 60 è sempre più gettonato, i partner sentono la necessità di ufficializzare il loro rapporto dopo una vita di convivenza: perché farlo e consigli

Matrimonio, perché sposarsi a 60 anni: consigli e aspettative

Il matrimonio per gli over 60 rappresenta una realtà in continua crescita. Nel 2019 in Italia, stando ai dati Istat, le persone dai 60 anni in su che hanno contratto matrimonio sono state ben 16.569. Alcune di loro erano alle seconde nozze - in seguito a un divorzio o della morte del precedente partner - ma molti altri individui hanno invece trascorso la vita da single o da conviventi, per poi convolare a nozze. E non mancano le storie incredibilmente romantiche, come per esempio quelle di antichi compagni di scuola che tornano a intrecciare vita e amore dopo essersi separati subito dopo l’adolescenza.

Perché sposarsi dopo i 60 anni

Le ragioni sono molteplici. A volte, magari dopo aver convissuto tutta la vita, si sente il bisogno di siglare un patto che sia pubblico agli occhi della società, sebbene i tempi siano cambiati e la convivenza non sia più marchiata da uno stigma sociale come accadeva in passato. La ragione principale sono però le tutele: le persone sposate sono più protette dalla legge in caso di malattia o morte da parte di uno dei componenti della coppia, e si sceglie a questo proposito di essere lungimiranti. C’è poi la questione della festa di nozze: festeggiare la vita e l’amore è sempre un momento emozionante e allora perché privarsene?

La cerimonia



Naturalmente ogni coppia decide per sé, però molto spesso le cerimonie nuziali degli over 60 sono più sobrie ed eleganti rispetto a quelle di ventenni e trentenni. Esperienza e cultura giocano un grosso ruolo in questo, quindi molto spesso si tratta di cerimonie piccole ed ecologiche, ma anche più intime sul piano emozionale. Anche gli abiti sono solitamente meno fastosi ma più prestigiosi, e soprattutto per le spose viene molto spesso bandito il bianco, cosa che tra l’altro avviene oggi anche per le nozze a tutte le età.

Chiesa o comune?

Anche in questo caso sono gli sposi a scegliere di comune accordo e in base alla propria filosofia di vita. Raramente però, in caso di rito religioso o concordatario, la sposa potrà essere accompagnata dal padre, ma, in presenza di figli, si può optare per uno o per tutti loro, in questo primo o secondo viaggio dei genitori attraverso la navata centrale della chiesa designata.

Regali di nozze



Cosa si regala a una coppia che possiede già tutto, che abita in una casa elegantemente arredata con suppellettili di buon gusto? La coppia felice può optare per una scelta interessante: rendere quante più persone possibili partecipi di questa felicità. Quindi la lista nozze può prevedere una donazione verso la causa che si preferisce, dalla costruzione di scuole in Africa alla ricerca contro il cancro, fino al finanziamento per qualche struttura che effettua servizi per i disabili o verso le donne vittime di violenza e così via.

Viaggio di nozze

È probabile che una coppia over 60 che si sposa ma è stata insieme per molti anni in precedenza abbia comunque viaggiato tanto. Ma che si sia stati insieme a lungo o ci si sia ritrovati dopo decenni, si può scegliere qualcosa di originale, magari un viaggio che si è sempre desiderato ma non si è mai trovata l’occasione per farlo. Quindi benvenute escursioni in Amazzonia, trekking sulle Ande, gite in Tibet, oppure, per chi preferisce le città alla natura, si può pensare a un mese negli Stati Uniti coast to coast o a un lungo tour culturale e gastronomico nell’arcipelago del Giappone.

Commenti