Tragedia a scuola: muore bimba di 10 anni

La bimba, 10 anni, è morta dopo aver battuto la testa durante la lezione di educazione fisica. Inutile l'intervento dei soccorritori

Tragedia a scuola: muore bimba di 10 anni

Tragedia in una scuola media di Palermo dove è morta una bimba di soli 10 anni. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, la ragazzina sarebbe caduta durante la lezione di educazione fisica morendo sul colpo. Inutile l'intervento dei tempestivo dei soccorritori, la piccola non avrebbe mai dato segnali di ripresa.

La tragedia

Non si conosce ancora la dinamica esatta della tragedia avvenuta alla scuola media Vittorio Emanuele Orlando, in via Lussemburgo, a Palermo. Stando ad una primissima ricostruzione dell'accaduto, la giovanissima alunna - 10 anni appena - sarebbe caduta durante l'ora di ginnastica. Secondo quanto si apprende da fonti a vario titolo, la bimba avrebbe battuto la testa in modo violento, tanto da non riprendersi più. L'insegnante di turno le avrebbe prestato immediato soccorso salvo poi allertare l'intero personale scolastico e il 118. Ma nonostante l'intervento tempestivo dell'ambulanza, per la ragazzina non c'è stato nulla da fare: è morta su colpo. Sul posto, anche i carabinieri e il medico legale. Le indagini del caso sono affidate ai militari dell'Arma di Palermo.

Il messaggio della ministra Azzolina

La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina esprime "profondo cordoglio e dolore" per la tragedia avvenuta stamattina in una scuola di Palermo, dove una bambina di dieci anni è morta nel corso di una lezione di educazione fisica. La ministra esprime altresì la "massima vicinanza alla famiglia" e rende noto che il ministero ha già avviato tutti gli accertamenti del caso.

"Saranno gli inquirenti a fare accertamenti sul decesso"

"Rispetto alle modalità e alle dinamiche, o meglio alle cause del decesso di Marta, saranno le valutazioni fatte dagli organi competenti a definirle. Vi chiedo di avere rispetto, innanzitutto per il grandissimo dolore della famiglia, ma anche di tutta la scuola che si unisce al loro dolore". A dirlo è Virginia Filippone, dirigente scolastica dell'Istituto Vittorio Emanuele Orlando,rivolgendosi ai giornalisti. "Che si scriva che è accaduta una disgrazia a scuola è assolutamente vero e fondato - aggiunge -, ma perché la ragazzina è caduta a terra in palestra sbattendo la testa questo non risponde al vero. Ci sono gli organi competenti che faranno le loro valutazioni".

"Tragedia che toglie il fiato"

"Il mio più commosso cordoglio alla famiglia della bambina che oggi ha perso la vita nella scuola Vittorio Emanuele Orlando. Sono tragedie che tolgono fiato e parole, per le quali rimane solo un tremendo sconcerto". Lo dice Vittoria Casa, presidente della commissione Cultura alla Camera, che aggiunge: "La scuola è vita, è crescita, è stare insieme. Verrà il tempo di chiarire le dinamiche nelle sedi opportune. Oggi è il momento del dolore".

"Siamo sotto choc"

In attesa sia fatta luce sulla drammatica vicenda, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha inviato un messaggio di sentito cordoglio alla famiglia della bimba. "Si tratta di una tragedia immane, - ha dichiarato ai microfoni di Adnkronos - che colpisce la famiglia della piccola, la comunità scolastica e tutta la città. Sono certo di interpretare i sentimenti non solo dell'Amministrazione comunale ma di tutta Palermo, nell'esprimere vicinanza nel dolore alla famiglia di questa piccola, ai suoi insegnanti e ai suoi compagni".