La pasionaria degli umili: «Basta privilegi ai politici»

«Andremo in piazza per raccogliere le firme. Tutti i privilegi dei politici sono anti costituzionali. Basta togliere al popolo. Ci siamo già rivolti ai legali, andremo a Strasburgo, a Roma a parlare con il presidente della Repubblica Napolitano e con il presidente Schifani. Metteteci a disposizione un pullman per andare giù».
Rita Erba, «pasionaria degli umili» e presidente dell’associazione Minolli, ha deciso di tornare in campo. Questa volta per abolire i privilegi della casta. «Quando vado in piazza, lo faccio per concludere qualcosa», promette lei. «Sento i politici in tv che dicono di aver dato, dato. Poi vado su internet e scopro che non hanno dato un bel niente. I privilegi dovrebbero toglierli tutti. I miei legali mi hanno detto che sono anti costituzionali». Alla protesta, Rita allega anche la documentazione trovata in rete con tutti gli stipendi dei parlamentari, le visite mediche dei parenti a costo zero e a spese pubbliche.
«Ho ventuno persone di cui mi devo occupare tutti i giorni, per le quali faccio i pacchi con il cibo. Ma ora non ci sono più soldi. Basta togliere al popolo. Torniamo in piazza!».

Commenti