Il permesso di soggiorno? Torni tra 8 anni

Avanti tutta. A Milano un giardino porterà il nome di Bettino Craxi. Nel decennale della morte, ieri il sindaco ha confermato la volontà di procedere nell’iniziativa annunciata qualche settimana fa. Specie dopo le parole affidate a una lettera alla vedova Craxi dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Che «mi confortano e mi rafforzano nell’idea che sia giusto aprire un dibattito su quegli anni - spiega Letizia Moratti -, per arrivare a una riconsiderazione e, possibilmente, a una memoria condivisa rispetto a un periodo che ha avuto certamente luci e ombre, ma che ha visto in Craxi una figura fondamentale». La volontà di dedicargli un luogo, conferma, «c’è e proseguiremo». Ma «il nome alla via è un motivo per non rimuovere, ma non è sufficiente, è più importante che proprio la città di Milano, dove Craxi ha vissuto, si faccia promotrice di un dibattito ampio e sereno su quel periodo storico, al quale possono partecipare politici, magistrati, storici, critici, industriali». Una democrazia «è tanto più forte quanto più è capace di riconoscere le proprie forze e i propri errori».
Ci ha provato una parte del consiglio comunale, ieri pomeriggio, ad aprire con un ricordo sulla figura di Craxi. Il capogruppo del Pdl Giulio Gallera voleva commemorare l’ex segretario Psi, ma la sinistra radicale si è opposta. «Assurdo - protesta Gallera - visto che proprio in questa città Craxi è stato consigliere e assessore». La seduta si è comunque aperta sul tema, visto che Vincenzo Giudice del Pdl ha chiesto all’inizio l’inversione dell’ordine dei lavori per discutere dell’odg presentato a ottobre sull’intitolazione di una via a Craxi. Contrario però anche Gallera («era una persona del fare, meglio dibattere in un altro momento e non bloccare i lavori sul Piano di governo del territorio»). Sulla stessa linea Carmela Rozza del Pd: «Bene l’impegno del sindaco a dedicargli la via, la invito ad andare avanti. In consiglio scegliamo una data per un dibattito serio sulla figura politica di Craxi».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.