"Ero arrabbiato". Gianluca Grignani rompe il silenzio dopo la sfuriata al concerto di Novara

A distanza di pochi giorni dai fatti di Novara, Gianluca Grignani ha spiegato cosa è accaduto durante la data zero del suo tour e cosa lo ha fatto infuriare: "Per me è molto importante la qualità dello show"

"Ero arrabbiato". Gianluca Grignani rompe il silenzio dopo la sfuriata al concerto di Novara
00:00 00:00

Il video nel quale Gianluca Grignani sbotta sul palco del club Phenomenon, a Novara, è ancora uno dei più visti di TitTok. Poco importa che siano passati alcuni giorni da quella serata. Il filmato, che immortala la rabbia del cantante esplodere a seguito di una serie di problemi tecnici avuti durante la data zero del suo tour, è tuttora virale. Ma nonostante la notizia campeggiasse sulle prime pagine di moltissimi siti, l'artista aveva scelto di non commentare l'accaduto. Ora, però, Grignani ha deciso di rompere il silenzio e spiegare cosa è successo nel club novarese davanti a centinaia di fan.

Le parole di Grignani sui fatti di Novara

Il cantautore ha scelto di parlarne apertamente con Repubblica, giustificando la reazione furiosa avuta durante il suo concerto: "Ci sono stati problemi tecnici fin dall'inizio ma ho portato avanti lo show per un'ora e mezza", ha spiegato Gianluca Grignani, parlando dell'evento tenutosi venerdì scorso al club Phenomenon di Fontaneto, in provincia di Novara. "In una data zero è normale ci sia qualcosa che non va", ha proseguito l'artista, aggiungendo: "Ci ho scherzato su col pubblico per sdrammatizzare, anche se ero arrabbiato perché per me è molto importante la qualità di quel che faccio e cerco sempre con la band di alzare l'asticella dello show, anche in una data zero".

Le parole del titolare del club

Inizialmente si era pensato che i problemi tecnici fossero da imputare al locale, dove Grignani si è esibito nella data zero della sua tournée, ma il titolare del Phenomenon si è tirato fuori dalla questione: "Problemi tecnici? Di sicuro non è successo nulla che sia imputabile a noi". Cosa è successo nei quindici minuti in cui l'artista ha abbandonato il palco tra le rimostranze del suo pubblico e poi è tornato per concludere lo show con alcuni brani cantanti a cappella, lo ha spiegato Grignani. "Sono sceso dal palco per parlare con lo staff, ma i problemi non si sono potuti risolvere; sono tornato e per amore e rispetto del mio pubblico ho cantato a cappella", ha rivelato l'artista.

I prossimi concerti di Grignani

Nonostante l'accaduto, Gianluca Grignani ha rassicurato i suoi fan: "I problemi all’inizio di un tour li hanno avuti tutti, anche Bowie, i Foo Fighters, John Lennon, i Muse. Ora, insieme alla crew e ai musicisti, abbiamo risolto tutto e si va avanti col tour".

Il prossimo appuntamento è fissato per venerdì 29 marzo al Fuori Orario di Taneto di Reggio Emilia, prima data ufficiale del suo tour Residui di rock’n’roll, che lo vedrà impegnato dal vivo fino al 28 aprile.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica