Personaggi

Harry torna in California: il viaggio a Londra è durato solo 26 ore

Il principe Harry ha già preso il volo di ritorno che lo riporterà a Montecito: le speranze di una tregua con i Windsor sono durate appena 26 ore

Harry torna in California: il viaggio a Londra è durato solo 26 ore

Ascolta ora: "Harry torna in California: il viaggio a Londra è durato solo 26 ore "

Harry torna in California: il viaggio a Londra è durato solo 26 ore

00:00 / 00:00
100 %
Tabella dei contenuti

Il principe Harry è salito sull’aereo che lo riporterà a casa. Il viaggio a Londra, che gli esperti speravano portasse almeno a una tregua con la royal family, è durato solo 26 ore. Il duca ha avuto modo di incontrare Re Carlo III, ma non William, che non avrebbe alcuna intenzione di vederlo dopo 4 anni di rivelazioni bomba e accuse contro la Corona. L’impressione è che il brevissimo soggiorno di Harry sia stato un’occasione sprecata.

Harry torna da Meghan

“Sarà interessante vedere quanto a lungo Harry resterà nel Paese”, ha dichiarato l’editor del Daily Mail Richard Eden, quando il duca è arrivato a Londra per far visita a suo padre dopo la diagnosi di cancro. Il giornalista non ha fatto neanche in tempo a pronunciare la frase che il principe è ripartito alla volta di Montecito, come annunciato dal People. Il viaggio è durato poco più di 24 ore: Harry è atterrato all’aeroporto di Heathrow alle 12:35 circa (ora di Londra) del 6 febbraio 2024, ha incontrato suo padre a Clarence House nel pomeriggio, trascorso una notte in un “lussuoso hotel”, come ha riportato il Daily Mail e poi è ripartito il mattino successivo. Un tour de force molto simile a quello già compiuto in occasione dell’incoronazione, lo scorso 6 maggio.

Le foto di Harry avvistato a Heathrow alle 13:30 del 7 febbraio scorso, pronto a salire sull’aereo per la California, sono state pubblicate dal Sun. Il principe è apparso sereno e sorridente. Dettaglio interessante, questo, perché potrebbe far pensare che la malattia di Re Carlo III, pur essendo seria, non sia grave e tantomeno senza speranza.

Da questo punto di vista il sorriso disteso del duca, in qualche modo, avrebbe tranquillizzato un po’ il pubblico. Forse qualcuno potrà pensare che si tratti di un’espressione di circostanza, studiata per non preoccupare ulteriormente i britannici: non possiamo escludere nulla in una situazione così incerta, ma fingere sarebbe controproducente per Harry. Il tempo svelerebbe il presunto inganno e ciò sarebbe nocivo per la sua immagine già deteriorata dalla Megxit e dalle accuse contro la royal family.

L’incontro con Carlo

Il viaggio così breve di Harry fa pensare che i rapporti familiari siano ancora in precario equilibrio. I giornali sostenevano che il principe volesse rimanere accanto al padre e questo presupponeva un soggiorno ben più lungo. Invece è stata una “toccata e fuga” che per certi versi lascia anche perplessi. L’incontro con Carlo, poi, sarebbe durato non più di 30 minuti, ha scritto il Mirror. Davvero troppo poco per pensare che padre e figlio possano essersi riconciliati.

Certo potrebbe rappresentare un passo avanti, molto meglio del silenzio di questi mesi tra Windsor e Sussex. Anche solo la notizia secondo cui il Re avrebbe informato personalmente il secondogenito della sua malattia, prima che Buckingham Palace desse l’annuncio ufficiale, è già confortante. Soprattutto se pensiamo che il principe Harry avrebbe saputo dai media dell’operazione all’addome di Kate e della terapia alla prostata del padre.

Tuttavia dobbiamo tenere conto del fatto che il principe William non avrebbe voluto incontrare il fratello. “La prima ragione del viaggio del duca nel Regno Unito è far visita a suo padre. Se si fosse presentata l’occasione di vedere il principe di Galles, allora il duca l’avrebbe accettata volentieri”, ha spiegato una fonte al Daily Mail.

L’opportunità non si sarebbe presentata, forse per una mancanza di volontà da parte dell’erede al trono, ancora comprensibilmente arrabbiato con il duca per le recriminazione scagliate in questi anni contro la Corona. O magari per “colpa” del duca di Sussex, che ancora riterrebbe di essere una vittima della sua famiglia. L’impressione è che sia Harry sia i Windsor facciano di tutto affinché tali occasioni non si presentino. Ciò potrebbe significare che nessuno di loro è ancora pronto per la pace e chissà se lo sarà mai.

Commenti