Il piccolo Duomo va in restauro

Accurati lavori di restauro, presentati ieri, sono stati programmati per il grande modello ligneo del Duomo, eseguito nel 1520 da Bernardino Zenale e conservato nel Museo del Duomo. Realizzato in scala 1:20 in legno di tiglio, noce e cirmolo, con integrazione in abete, il «modellone» come è stato soprannominato fin dalla sua costruzione, richiede un’intera sala del museo, che ha sede nel complesso del Palazzo Reale. Per i lavori di ristrutturazione di questo Palazzo è necessario il provvisorio spostamento del modellone. In occasione di questa operazione, già di per se stessa complessa, è stato deciso di procedere anche al restauro.
I restauri, unitamente alle opere di conservazione, sono stati necessari fin da pochi decenni dopo la sua costruzione. I primi rifacimenti parziali risalgono all'inizio del Seicento.
Lo scopo dell’attuale pulitura è il recupero delle policromie originali. La fase successiva prevede la sostituzione degli elementi danneggiati o la loro riparazione con legni della medesima specie, ricostruendo anche i sistemi originali di incastro. Il restauro consente anche uno studio approfondito dei materiali, dei tempi e delle tecniche ebanistiche utilizzate per la realizzazione di questo storico e artistico modello.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.