Interni

Arrivano i 289 milioni per gli alluvionati. Figliuolo sbugiarda Bonaccini e Schlein

I dem avevano attaccato il governo, il commissario li ha subito smentiti

Arrivano i 289 milioni per gli alluvionati. Figliuolo sbugiarda Bonaccini e Schlein

Ascolta ora: "Arrivano i 289 milioni per gli alluvionati. Figliuolo sbugiarda Bonaccini e Schlein"

Arrivano i 289 milioni per gli alluvionati. Figliuolo sbugiarda Bonaccini e Schlein

00:00 / 00:00
100 %

Sbugiardati. Il Pd è costretto a rimangiarsi le parole di fiele che sia il presidente della Regione Emilia-Romagna (e dell'Assemblea nazionale Pd) Stefano Bonaccini, sia la sua segretaria Elly Schlein dai palchi delle feste dellUnità indirizzavano contro il commissario straordinario alla ricostruzione, generale Francesco Paolo Figliuolo, che invece ha mantenuto le promesse con qualche giorno di anticipo.

Arrivano, infatti, 289 milioni per pagare i lavori effettuati in somma urgenza dopo l'alluvione di maggio che ha colpito Emilia-Romagna e Marche. Il generale ha inviato ieri mattina alle Regioni l'ordinanza n.6/2023, con la quale vengono fornite le indicazioni per procedere al finanziamento degli interventi realizzati e da ultimare in regime di somma urgenza per far fronte all'emergenza provocata dagli eventi alluvionali. L'ordinanza, già firmata il 25 agosto, sarà efficace con la pubblicazione nella gazzetta ufficiale della Repubblica italiana e consente sin da subito a tutti i soggetti attuatori interessati di procedere alle richieste di erogazione dei finanziamenti, che dovranno essere inoltrate alla struttura commissariale per i successivi ristori.

Un'azione positiva che ha dovuto ammettere anche lo stesso Bonaccini: «Domani sarà un incontro certamente utile, perché dovremo mettere in fila le cose da fare e quelle da affinare e ascolteremo con attenzione il generale Figliuolo, con cui la collaborazione da questo punto di vista è molto positiva», ha detto il presidente della Regione Emilia-Romagna a margine di un incontro in comune a Bologna, alla vigilia del vertice con il commissario per la ricostruzione post in programma per oggi in Prefettura a Bologna.

Tempestivo è stato anche lo stesso Bonaccini, nel fare però una figuraccia. Proprio ieri, infatti, aveva rilasciato un'intervista al FattoQuotidiano nel quale criticava pesantemente Figliuolo e il governo: «Il governo ha separato la gestione dell'emergenza da quella della ricostruzione, e ciò ha fatto perdere mesi, inutilmente. Dopo oltre tre mesi le risorse stanziate non sono ancora arrivate, segno che il governo ha scelto una procedura poco efficace. E una parte consistente dei soldi previsti dal primo decreto rischia di non poter essere spesa in Emilia Romagna se non viene messa nella disponibilità di Figliuolo: basterebbe una norma di due righe, ma nel decreto non c'è». E invece il decreto ora c'è e come al solito il Pd ha perso una buona occasione per tacere. Anche Elly Schlein alla Festa dell'Unità di Modena ha attaccato il governo accusandolo di aver fatto passerelle ma le risorse che sono arrivate sul territorio sono solo quelle della Protezione civile e della Regione. Non bastano. Mentre chiedevamo ristori la destra ha scelto la politicizzazione della ricostruzione che noi non siamo disponibili a tollerare». Un'altra buona occasione per stare zitti.

Commenti