Guerra in Ucraina

"Attacco robot a Nord Stream". Baltico, stop a una fuga di gas. Ma è allerta Nato sui cavi web

Le indagini sul sabotaggio. La linea 2 del gasdotto smette di perdere. Timori per la rete internet mondiale e il "Baltic Pipe"

"Attacco robot a Nord Stream". Baltico, stop a una fuga di gas. Ma è allerta Nato sui cavi web

Non c'è solo l'attacco deliberato a Nord Stream, che le intelligence e cancellerie occidentali considerano il salto di qualità della nuova guerra ibrida scatenata dalla Russia. Adesso la paura dell'Europa e della Nato riguarda sia il Baltic Pipe, il nuovo gasdotto che porta il gas dalla Norvegia alla Polonia, che i cavi sottomarini della rete Internet globale sui cui viaggia oltre il 90% del traffico web dei cinque continenti, un'autostrada da cui passano i video di Tik Tok e le transazioni sui mercati finanziari. Infrastrutture altamente sensibili: dal Baltic Pipe passa la nuova energia alternativa a quella russa, dai cavi web l'informazione mondiale. «Siamo determinati a proteggere le nostre infrastrutture critiche», promette il presidente el Consiglio europeo, Jean Michel. E dopo avere incontrato la premier danese, Mette Frederiksen, per discutere del sabotaggio, il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ha garantito che «gli alleati Nato continueranno la stretta cooperazione» con lo stesso obiettivo. Le acque sono agitate ci mette del suo il presidente turco Recep Erdogan, minacciando il veto sull'ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato.

Le ultime informazioni di intelligence dicono che gli oledotti Nord Stream sono stati colpiti in 4 punti, provocando 4 falle attraverso esplosioni controllate in cui sono stati adoperati 500 chili di tritolo. A piazzare le bombe, secondo esperti sentiti dal Guardian, potrebbero essere stati i robot di manutenzione radiocomandati, che svolgono le riparazioni nel gasdotto.

Un attacco sofisticato e potente. Impossibile da realizzare senza il coinvolgimento di un potere centrale. La chiara impressione, in Occidente, è che Vladimir Putin abbia cominciato la sua guerra ibrida prima di quella nucleare e possa puntare ad altre infrastrutture per spaventare di più l'Europa. Secondo l'Agenzia finlandese per l'ambiente, il bacino danese di Bornholm, dove lunedì è stata rilevata la prima perdita da Nord Stream, è la più importante discarica di armi chimiche nel Mar Baltico. Per fortuna, l'effetto della dispersione di gas dovrebbe essere modesto, perché le armi sono sepolte a molti chilometri di distanza dalle falle. Ma la paura cresce, nonostante un portavoce abbia annunciato che Nord Stream 2 ha smesso di perdere. La Germania ha annunciato un gruppo di lavoro congiunto con Danimarca e Svezia, nelle cui acque sono state individuate le fuoriuscite di gas. La Russia è la grande indiziata, ma mancano prove ufficiali.

Per questo l'Europa non festeggia, nonostante il metano ieri abbia cominciato a viaggiare attraverso il Baltic Pipe, il gasdotto alternativo al Nord Stream, primo da decenni in Europa che, entrando in funzione, libera la Polonia dalla dipendenza dal gas russo e farà da nuovo distributore per l'Europa centrale e orientale. Il premier norvegese Jonas Gahr Støre ha ordinato di innalzare la difesa militare sull'infrastruttura, 9mila chilometri di gasdotto, la cui interruzione potrebbe portare a un'immediata crisi energetica per l'Europa e a un disastro ecologico. Uno scenario non più remoto, dopo il sabotaggio di Nord Stream. E a cui si sommano precedenti pericolosi. Prima del sabotaggio a Nord Stream, l'autorità norvegese per la sicurezza petrolifera aveva registrato il sorvolo di droni non identificati al largo delle proprie coste, un'attività definita «abnorme» dal primo ministro Støre.

Da diversi anni, i sottomarini russi vengono individuati nei pressi delle infrastrutture del gas e dei cavi su cui viaggiano i dati dell'internet mondiale, 400 tubi in fibra ottica che fanno parte di un mega-rete di 1,3 milioni di chilometri. Mosca dispone di mini-sottomarini nucleari capaci di operare a 1000 metri di profondità, con braccia meccaniche in grado di manomettere e tagliare quei cavi. E ha una flotta navale modernizzata ad hoc per trasportarli. L'escalation della guerra ibrida passa anche da qui.

Commenti