Berlusconi ricorda Craxi: "L'Italia è stata ingrata con lui"

Con una lettera alla figlia del leader del Psi, Berlusconi ha ricordato l'amico Bettino Craxi: "Anticipatore coraggioso che ha pagato per le sue idee"

Ad Hammamet sono in corso le celebrazioni per il ventesimo anniversario della morte di Bettino Craxi. In molti, politici e non, si sono recati in Tunisia per rendere omaggio al leader del Psi. Tra chi non è potuto recarsi alla celebrazione c'è Silvio Berlusconi che ha però ricordato l'amico con una lunga lettera. "A Bettino mi legava un'amicizia sincera, profonda, che non è mai venuta meno, nei momenti felici e in quelli più difficili. Ma non è solo per questo che tengo a rendere omaggio alla sua memoria", ha scritto Berlusconi nella lettare alla figlia di Craxi, Stefania, pubblicata sul suo profilo Facebook.

"Craxi aveva un sogno, che se si fosse realizzato avrebbe davvero cambiato il corso della storia italiana - ha ricordato ancora il leader di Forza Italia -: cambiare la sinistra, sottraendola all'egemonia comunista e creare così le condizioni per sbloccare la democrazia italiana e realizzare una salutare alternanza in un contesto di sicurezza democratica. Fu il primo, anzi l'unico, a sfidare il duopolio fra Democrazia Cristiana e Partito Comunista, un duopolio spesso consociativo, sempre nemico del cambiamento e alla lunga fatale per la stessa democrazia. La crisi e il crollo della prima repubblica nacquero prima di tutto da questo problema che Craxi ebbe la lungimiranza di prevedere e denunciare".

Una lunga lettera in cui Berlusconi ricorda il politico Craxi, "anticpatore su piano internazionale e uomo che seppe prima degli altri cogliere per esempio l'esigenza assoluta di una riforma profonda delle istituzioni", e la persona Craxi che "non smise di amare l'Italia, nonostante le amarezze, neppure negli anni dell'esilio, in quella Hammamet che aveva eletto a sua dimora e dalla quale non smise neppure per un giorno di seguire con passione le vicende italiane".

"Bettino Craxi ha pagato un caro prezzo per le sue idee, per aver voluto essere un uomo libero e coerente, per aver sfidato il sistema di potere politico, mediatico e giudiziario della sinistra. Di tutto questo, oltre che della sua amicizia, sono grato a Bettino, che considero uno degli ispiratori e degli anticipatori delle battaglie di libertà che stiamo combattendo a nostra volta da 25 anni. Il suo Paese con lui è stato ingrato. Mi auguro che questo ventennale sia finalmente l'occasione per restituirgli il posto che gli spetta nella memoria condivisa degli italiani", ha concluso Berlusconi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 18/01/2020 - 12:40

ora abbiamo capito quanto era grande craxi! ma allora, io, come la maggior parte , eravamo manipolati dai comunisti affinchè facessimo il gioco sporco della sinistra, che era quella di denigrare chi in quel momento rappresentava il perfetto capro espiatorio per tutti gli altri! pagò solo craxi, con l'esilio, mentre gli altri, piu colpevoli di lui, rimasero sul posto e fecero pure carriera! vero, napolitano? :-)

Cheyenne

Sab, 18/01/2020 - 13:09

Craxi un Grande Uomo, un grande Statista di cui dei meschini e vili criminali rossi (a partire dal pool di milano) ne hanno infangato la vita e la memoria.

Caiofabius

Sab, 18/01/2020 - 13:29

Craxi in confronto a questi di oggi era un gigante

Savoiardo

Sab, 18/01/2020 - 13:51

Tutto comincio' con Craxi. Come sempre ed ovunque i Socialisti distruggono e talvolta corrompono.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Sab, 18/01/2020 - 13:52

Il grande errore di andare contro la DC "buonisti" di allora e riciclati ora da PD e grillini.

nino49

Sab, 18/01/2020 - 14:09

"Hammamet", la storia infame di una morte annunciata! Auguro a tutti quelli chi si fregiarono del vanto d'aver fatto "Giustizia" (!!??) di patire esattamente quello che fecero patire, ingiustamente, a Bettino Craxi!

Abit

Sab, 18/01/2020 - 15:18

Caiofabius : che fosse un gigante paragonato a quelli di oggi, può anche andar bene..... Tuttavia il famoso "cosi fan tutte..." lo ha condannato. E poi, perché fuggire?

Raffaello13

Sab, 18/01/2020 - 15:19

Avendo 70 anni, ricordo bene quel periodo, con lo Stato assediato da una Sinistra in parte nelle piazze, in parte in Parlamento, e con una frangia militare che faceva attentati. Con Craxi molti Operai e piccolo borghesi che volevano una trasformazione dello Stato in senso Populista, ma aborrivano la dittatura Comunista e non dimenticavano gli Eccidi di civili perpetrati da squadracce comuniste senza controllo nel dopoguerra trovarono una sponda legalitaria, popolare con uno sguardo a Sinistra, ma senza grandi eccessi ideologici e violazioni dei diritti Democratici in nome di ideologie rivoluzionarie. La Rivoluzione NON è una Sagra ma l'Eccidio di quelli che hanno idee diverse dalle proprie.

Raffaello13

Sab, 18/01/2020 - 15:29

In una epoca degli anni 70/80, in cui in nome di una ideologia comunista si assaltavano ed uccidevano a pistolettate Giudici, Giornalisti (come Tobagi), impiegati di grosse aziende (come l'Ing. Tagliercio) od addirittura l'On. Moro e la Sua Scorta (quasi disarmata...) dei deboli governi Democristiani timidamente cercavano di reagire, auto-legati da una legislazione troppo buonista, e Craxi seppe tenere il timone di un Partito di Cittadini di idee progressiste ma ben distinti da chi voleva il potere con le mani sporche di sangue degli avversari Democratici, cercando anche di carpirgli il Nome!

vottorio

Sab, 18/01/2020 - 15:33

Bettino Craxi, con pure tutti i suoi difetti umani, è stato un vero grande statista italiano e un patriota che ha pagato duramente l'avere cambiato lo status degli italiani da suddito a Cittadino con il Nuovo codice di procedura penale che, in barba all'estabilishment dell'epoca (DC e PCI), riuscì con un blitz in Parlamento a fare approvare. Cambiando, così il processo da "inquisitorio" ad "Accusatorio".

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Sab, 18/01/2020 - 15:46

A FI, AN e Lega dobbiamo l'Art. 117 com'è ora. Quello che sottomette le leggi italiane a quelle internazionali. Gli italiani intelligenti non se ne dimenticheranno tanto facilmente.

mzee3

Sab, 18/01/2020 - 16:28

beh…. la sua gratitudine sicuramente è vera, Craxi gli ha regalato un impero economico, noi poveri mortali senza amicizie "pericolose" paghiamo un debito che "grazie" a Craxi ( e non solo!!!!) i nostri nipoti e pronipoti non riusciranno mai a eliminare. A chi dice che lui ha pagato anche per altri ricordo che le RESPONSABILITA' SONO SEMPRE INDIVIDUALI. Graxi non era e non sarà mai un grande statista, casomai un grande arrogante pieno di desiderio di potere e di poltrone.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 18/01/2020 - 16:35

Ma io nel 94 avevo capito che si parlasse di liberalismo, non di socialismo, termine che ho sempre combattuto. Avevo capito male io, o qualcuno non si era spiegato bene?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 18/01/2020 - 16:59

berlusconi si spiega sempre benissimo :-) siamo noi che o non capiamo, o facciamo finta di non capire, oppure siamo stupidi per capire.... e viste le percentuali di voti che la sinistra ha perso in 30 anni, direi proprio stupidi :-)

FedericoMarini

Sab, 18/01/2020 - 17:00

Anche se dopo la svolta leghista Berlusconi ha perso il mio voto,debbo riconoscere ch’e’ stato l’unico politico Italiano ch’e’ andato in Tunisia,a rendergli omaggio,dopo la sua morte.. Io che mi inchino davanti a questo nobile gesto,non posso pero’ dimenticare che, invece con Gaddafi si e’ comportato da vile,nonostante un gesto di coraggio contro tutti lo avrebbe fatto entrare,di diritto,nella Storia.

FedericoMarini

Sab, 18/01/2020 - 17:08

Io debbo dire grazie a Craxi per Sigonellla. Mi ha fatto sentire orgoglioso di essere italiano.

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Sab, 18/01/2020 - 17:27

Craxi è stato il più grande statista europeo del '900. Quando parlava di "Riformismo Europeo" già al Congresso di Palermo nel 1980 i sinistrati dell'allora PCI con a capo Berlinguer professavano "La Terza via" nè con l'Europa né con l'Unione Sovietica. Oggi si riempiono la bocca di Europa.Roba da doversi vergognare. Ma questi hanno la faccia come il cu..per cui non si vergognano di niente. Cordialità

edo1969

Sab, 18/01/2020 - 17:59

Berlusconi ha costrurito un impero economico con gli appoggi politici di craxi, altrimenti starebbe ancora a vendere i gelati allo stadio

edo1969

Sab, 18/01/2020 - 18:01

Leonida55 ha votato Craxi poi ha votato Andreotti. Poi el gha votato Dalema e ora vota zingaracci

anita_mueller

Sab, 18/01/2020 - 18:09

Beh, i favori personali, sto sxxxxxo arrogante, li ha fatti solamente a Berlusconi (l'amico dei mafiosi) e non a me o agli altri italiani, quindi mi dite il motivo per cui dovremmo essergli grato?

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 18/01/2020 - 18:18

Craxi, un uomo capace, che non mi piaceva molto, ma su cui é stata sollevata una guerra politica infame. Forse perché non era comunista, ma socialista. Però non bisogna rimpiangere lui, ma Silvio, quello giovane. che fu attaccato politicamente con lo strumento giudiziario, ma in una situazione in cui non poteva difendersi. Meglio Silvio, anche lui vittima della politica infame.

neucrate

Sab, 18/01/2020 - 18:20

Sono daccordissimo con l'autore dell'articolo, l'unica cosa che si può imputare a Craxi, e solo che era un ladro, nientaltro che un semplice ladro. Chi di voi non ha mai rubato scagli la prima pietra. Il la ho scagliata

beed

Sab, 18/01/2020 - 19:12

Mah, mi lascia allibito il buonismo che traspare in questi giorni nei giornali (e pure in un film che preferisce "omettere" buona parte della verità. Craxi avrà anche avuto straordinarie doti di statista, nessun dubbio, peró ha irreversibilmente sporcato la sua figura a causa del suo animo fondamentalmente corrotto. Non erano solo i finanziamenti ai partiti! Craxi si impossessó di decine di miliardi, di tangenti in cambio di favori o leggi ad hoc. Svegliatevi!!

scorpione2

Sab, 18/01/2020 - 19:35

per forza silvietto va a tunisi per ossequiarlo, come ha costruito milano 2? come ha avuto tutti quei terreni psaatati da agricoli a edificabili? silvietto e' il minimo che puo' fare, grazie bettino.

scorpione2

Sab, 18/01/2020 - 19:44

sapete quanto silvietto verso' negli anni novanta ai figli di craxi con la scusa dei produttori televisivi? naaa fracch d sold.

Dordolio

Sab, 18/01/2020 - 21:06

Ricordo benissimo quegli anni. TUTTI rubavano, con l'esclusione dell'estrema destra e dell'estrema sinistra extraparlamentare e - forse - i radicali. Questo semplicemente perchè tutti i suddetti non contando politicamente nulla in termini decisionali, di lottizzazione ecc... non c'era nessuno che avesse un qualsiasi interesse a corromperli. Discorso semplice. E chiuso....

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 18/01/2020 - 21:08

ma vi siete bevuti il cervello? o lo avete collegato con la corrente elettrica? perchè se ragionate cosi, berlusconi ne uscirà piu forte che mai, e insieme a craxi, due uomini che hanno fatto la storia dell'italia, mica come i babbei comunisti, che di storia ne hanno insozzato parecchio (vedasi foibe in istria, la cacciata di italiani, i regolamenti di conti partigiani nel dopoguerra, ecc...)

cuoco

Dom, 19/01/2020 - 08:50

Quarant'anni di governi democristiani sporchi e corrotti e poi è arrivato lui Benito Craxi a gestire il potere in maniera assolutistica, favorendo i grandi patrimoni (ladri) a discapito della comunità, creando la politica incentrata sui personalismi tutt'ora in voga, ha sdoganato il furto come sistema di potere alla faccia di chi lavora e paga le tasse. Uno schifo mai visto che perdura ancora con protagonisti ancor più beceri e arroganti.