"Bisogna chiudere le città". Ma Conte (per ora) boccia il pugno duro

Nel governo aumenta il pressing degli intransigenti, ma almeno per ora il premier sceglie la linea meno rigida: "La gente è stanca ed esasperata, c'è il rischio di disordini sociali"

Giuseppe Conte si trova ancora una volta a fare da mediatore: da una parte quelli che vorrebbero il pugno duro contro la movida; dall'altra chi condivide ovviamente l'importanza della salute ma sostiene che con il Coronavirus bisogna imparare a conviverci. Questa volta il premier non ha svolto il mero compito di trovare una sintesi, ma ha preso una posizione chiara: nessuna decisione drastica. Nelle scorse ore è stato forte il pressing di quella fazione che avrebbe voluto il coprifuoco, il quale però pare sia stato scongiurato nel nuovo Dpcm. Il presidente del Consiglio ha voluto avviare il suo solito iter: prima ha riunito il Comitato tecnico-scientifico e i ministri Boccia (Affari regionali) e Speranza (Salute) attorno al tavolo, poi è stato il turno della Protezione civile e del commissario Domenico; questa mattina il giro di consultazioni si concluderà con il coinvolgimento di Regioni e Comuni.

Sono state sicuramente ore difficili, anche di duri scontri tra le due parti. Alla fine sembra che venga sposata la causa di una mini-stretta e non di una "mezza serrata" come auspicato da qualche esponente del governo. Dopo interminabili riunioni e bracci di ferro si stanno continuando a sistemare gli ultimi dettagli, visto che i nodi restano tanti. L'avvocato ha invitato tutti a evitare "fughe in avanti" e a frenare anticipazioni che "alimentano la confusione nei cittadini". La parola sarà solamente sua: nel corso della conferenza stampa oggi illustrerà tutte le novità introdotte nel nuovo Dpcm. Continua comunque a ritenere che il lockdown e le varie forme di coprifuoco non rientrano nella strategia dei giallorossi per fronteggiare la seconda ondata.

"La gente è stanca"

Dunque le giornate di confronto aspro si concluderanno con la spiegazione della nuova stretta. Va precisato che Conte avrebbe preferito aspettare e monitorare la curva epidemiologica prima di varare altre misure, magari dieci giorni di tempo per osservare gli effetti delle misure del precedente Dpcm. Ma la linea interventista del Partito democratico e soprattutto del ministro della Salute Speranza non poteva essere completamente ignorata. Nonostante ciò è riuscito, almeno per il momento, ad arginare il piano dei rigoristi. Perciò niente coprifuoco e niente lungo elenco di serrate. La possibilità di rinchiudere in casa gli italiani e di far uscire loro solo se muniti di autocertificazione in caso di "comprovate esigenze" viene esclusa.

Secondo le indicazioni consegnate dagli scienziati al governo, riporta La Stampa, andrebbero subito resi operativi lockdown totali nelle città più colpite dal contagio, dove l'indice Rt è schizzato. La loro posizione è ormai nota: bisogna chiudere quei territori oppure di questo passo si arriverà a 16mila contagi in una settimana. Il concetto che Conte va ripetendo però è chiaro: "Non siamo a marzo, dobbiamo adottare scelte proporzionate e ponderate". Da qui, rivela il Corriere della Sera, la scelta di adottare una linea meno rigida: "La gente è stanca ed esasperata e c’è il rischio di disordini sociali".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Contenextus

Contenextus

Dom, 18/10/2020 - 11:45

La gente è impoverita, esasperata, senza prospettive, fottuta da una sfilza di governi che si succedono da metà anni 60. E arriveranno valanghe di denunce a carico di chi governa. Il potere politico non si rende conto del degrado e del progressivo declino, della decivilizzazione in cui ci hanno spinti.

AlvinS83

Dom, 18/10/2020 - 11:45

Ora fa il moderato? È solo una preparazione all'omicidio finale di una Nazione dopo una estenuante agonia

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Dom, 18/10/2020 - 11:49

La vigliaccheria di conte è emblematica. Dicendo "c'è il rischio di disordini sociali" di fatto LI INVOCA (invoca gli amici SUOI dei centri sociali). È il peggior premier di sempre, infido, manipolatore, subdolo, mai nessuno come lui è stato così attaccato alla poltrona. Purtroppo è pieno di stupidi che lo adorano perché non capiscono di essere manipolati.

polonio210

Dom, 18/10/2020 - 11:57

Ma dai?Si è accorto solo oggi che la gente è esasperata?Bastava che si facesse un giro nei mercati rionali o in una qualunque via di una qualunque città per rendersene conto.E vedrà come sarà ancora più esasperata quando inizieranno i licenziamenti con centinaia di migliaia di famiglie alla fame.Altro che disordini sociali:stiamo andando,tra un DPCM e l'altro,incontro alla catastrofe economica totale,al cui confronto questo virus,con tutte le sue conseguenze,sembrerà una leggerissima influenza autunnale.

Jon

Dom, 18/10/2020 - 11:58

Fra non molto il virus sara' debellato, dimenticato, dalla distruzione economica in corso. il Prox anno chi paghera' le imposte?? I ricconi, che si arricchiscono in questo periodo ne sono esentati.. Cosa fara' il Governo? Non paghera' le pensioni..Forse allora gli Italiani si sveglieranno... Si Imponga il DEFAULT per Legge, con un limite al Debito Pubblico, cosi' il Governo cessera' di gettare soldi e pensera' alle aziende ed al lavoro.

Antibuonisti

Dom, 18/10/2020 - 11:58

In questo governicchio a trazione PD non frega nulla dell'economia degli italiani l'unico obiettivo è importare più clandestini possibile per poi sanarli e farli votare PD ovvero farsi un serbatoio di voti certo per i prossimi 20 anni.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 18/10/2020 - 12:12

decine di MILIONI IN PIAZZA TUTTI QUANTI CONTRO LA DITTATURA ED IL RIPRISTINO DELLA DEMOCRAZIE E RISPETTO VERSO LA COSTITUZIONE ITALIANA, MANDARE VIA CONTE E MATTARELLA, INDAGINI SUI TAMPONI E VERIFICA DEI DECESSI PER COVID

agosvac

Dom, 18/10/2020 - 12:15

Direi che "disordini sociali" siano più di un rischio. Conte vuole restare dov'è non essere costretto a dimettersi da un'insurrezione popolare, molto probabile. Ovviamente i figlioletti di Stalin premono per fare quello che avrebbe fatto Stalin!!!

antonpaco

Dom, 18/10/2020 - 12:20

La gente e' stanca, stressata ed impaurita,tanta colpa e' dei media, tv e giornali non fanno altro che snocciolare 24 ore su 24 numeri di tamponi, positivi e morti a causa del covid. In Italia oggi si muore solo per il Covid, ci si ammala solo di covid, si va in ospedale solo per il covid. La gente si sta stancando, e di brutto anche, temo che andra' a finire molto male. Come sempre il nostro paese non conosce mezze misure, le tv e i giornali non sanno gestire nulla, figurarsi una pandemia del genere. Esasperare il popolo non va bene, attenzione, si rischiano rivolte sociali e a quel punto i problemi li avranno tutti.

Arnyarny

Dom, 18/10/2020 - 12:25

Questo personaggio sta passando il limite,deve cominciare a guardarsi le spalle,siamo al limite della sopportazione.

casela

Dom, 18/10/2020 - 12:27

Facesse l'avvocato se ci riesce, il leguleio del popolo che illegalmente cerca di rappresentare non essendo stato eletto se non una banda di scappati di casa si ritiri in religioso silenzio perché anche i pubblici funzionari devono rispondere davanti alla legge. La gente è stanca del re travicello, e l:ammuina non è contemplata dalla costituzione democratica

Ritratto di ateius

ateius

Dom, 18/10/2020 - 12:28

certo è.. che per conte più morti ci sono. piu il virus dilaga.. e più il suo governo ha vita lunga.- di questo conte è consapevole.. ed ha il Potere di DECIDERE. in buona fede certo.. ma meglio vigilare.

Nes

Dom, 18/10/2020 - 12:36

Non é la movida che potrebbe essere gestita, ma la gente é stanca per l'incerto futuro che provocate, per la povertà che avanza e per il freno all'economia. In tempi di carestie la prima cosa che deve funzionare é l'approvvigionamento alimentare e con esso il lavoro, seguito da una efficienza sanità, senza queste cose vie é solo una miseria.

Ritratto di Loudness

Loudness

Dom, 18/10/2020 - 12:39

Ricordo, tanti anni fa, quando il governo di allora sentì a pochi centimetri il fiato pesante della rottura della pace sociale e l'inizio dei disordini che avrebbero portato ad un qualcosa di simile alla guerra civile, beh quel governo regalò le "pensioni baby"... chissà cosa s'inventerà questo governaccio di buffoni sostenuto da una base ancora più buffona ed ixxxxxxxe di coloro che li rappresentano.

White_Pride

Dom, 18/10/2020 - 12:39

Winston stavolta sono d’accordo con te, e la cosa non esiste che mi piaccia molto, ma adesso badiamo al Paese e non alle fazioni o alla propaganda. Spero che il nostro Churchill di Foggia resista e mostri gli attributi

Giorgio Colomba

Dom, 18/10/2020 - 12:42

Giuseppi dissente dai 'pasdaran' del lockdown? Cercate la fregatura.

jaguar

Dom, 18/10/2020 - 12:43

Su una cosa Conte ha ragione, cioè che la gente è esasperata, per il resto è meglio che si faccia da parte.

Indifferente

Dom, 18/10/2020 - 12:45

Resistere ai diktat del PD è un titolo di merito, che lo si faccia per vigliaccheria o convinzione poco importa. Legge di bilancio e poi i tempi saranno maturi. Magari qualche piccola rivolta ben orchestrata sarà il segnale di inziio. Cosa potrà scombinare i piani? Semplice. Scendere in strada, piazza e spiaggia a milioni (non i soliti centomila derubricati a cinquantamila). Tutti in strada, ordinati, disciplinati e silenziosi. Milioni di cittadini che con la sola presenza esprimono il loro pensiero. Ovviamente ad oltranza. Finché capini a capetti non fuggono in esilio (e magari pure i loro supporter) si rimane tutti fermi causando il blocco totale della società. Solo così il messaggio arriverà forte e chiaro.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 18/10/2020 - 12:47

Conte frena? Avrà le sue ragioni, di cui la più probabile è che vuole resiste e quindi fa il “buono” per difendere la sua posizione, oggettivamente incerta.

ortensia

Dom, 18/10/2020 - 12:48

.... ma i dubbi di Bruno Vespa sul numero dei contagi gonfiati? La risposta in politichese del sottosegretario Zampa ha contribuito a farli venire anche a noi. Sottosegretari, studiate!!

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 18/10/2020 - 13:01

certo, rinchiudere i cittadini, ma per quanto riguarda i clandestini dobbiamo aprire anche il.... !!!!! governo di ipocriti !!!!!

Cicaladorata

Dom, 18/10/2020 - 13:05

FORSE CONTE sta prendendo le misure giuste, con distacco dalla pletora di approfittatori che ha intorno. Le INDUSTRIE che ESPORTANO, stanno vivendo in un incubo, fra il COVID da evitare x tutti i dipendenti e le consegne con penalità se non nella data stabilita. Ci vorrebbero SOLDI GRATIS a sostegno dell'industria che costruisce ed esporta, PUR CON CLAUSOLE di protezione dell'investimento pubblico. Però è una visione troppo avanzata x la qualità umana attuale.

steluc

Dom, 18/10/2020 - 13:07

Sembra un film scadente con poliziotto buono poliziotto cattivo. Probabilmente è roba tipo scemo e più scemo. Ma secondo troll qui presenti non si deve criticare, taci il Covid ti ascolta

SemprePiùBasito

Dom, 18/10/2020 - 13:14

Siamo veramente esasperati di questa gestione assurda da parte di un CTS di incompetenti dove i numeri sono solo espressione per terrorizzare la gente e renderla schiava. Basta, se tutti cercano di rispettare le regole bene e quelli che vogliono fare i furbi ne pagino le conseguenze.

stefano.f

Dom, 18/10/2020 - 13:19

Incredibile come ancora lo scorso mese di marzo,ancora quando di fatto doveva svilupparsi la prima ondata,o quanto meno era in corso di sviluppo, con precisione chirurgica al secondo già avevano programmata per il mese di ottobre la seconda. Portentosa e preoccupante questa cosa,sembra un virus creato in un laboratorio,così come pare sia,dotato di un radiocomando..........O forse un timer.............

savonarola.it

Dom, 18/10/2020 - 13:27

I disordini in italia li possono fare solo i centri sociali ed i clandestini. Il popolo italiano è oramai ridotto ad un gregge di inetti genuflessi davanti a qualunque imposizione. I komunisti possono oramai spadroneggiare impunemente.

QuasarX

Dom, 18/10/2020 - 13:28

non siamo esasperati siamo arrabbiati e c'e' una differenza non da poco

Ritratto di cicopico

cicopico

Dom, 18/10/2020 - 13:47

e un dittatore,ci vuole chiudere in casa,ma noi andiamo a roma.siamo 60 milioni.

sottolapancalacapra

Dom, 18/10/2020 - 13:48

La rana sta bollendo. Sono attenti a non alzare troppo il fuoco. Ancora un paio d'anni di dpcm e annunci e gli italiani si saranno comunque abituati a vivere in condizioni che un anno fa non avrebbero mai accettato.

maurizio-macold

Dom, 18/10/2020 - 13:57

L'articolo recita che: "Va precisato che Conte avrebbe preferito aspettare e monitorare la curva epidemiologica prima di varare altre misure...". Mi sembra una posizione giusta lontana dalle esasperazioni in un senso o nell'altro sulle misure da prendere. A mio avviso abbiamo avuto la fortuna di trovare un premier come Conte vista l'inettitudine dei vari pseudo leader politici come Salvini, Di Maio, Meloni e Zingaretti.

ziobeppe1951

Dom, 18/10/2020 - 14:14

MAGOLD...a quanto pare la dittatura ti piace

stefano.f

Dom, 18/10/2020 - 14:20

Avere conte come presidente del consiglio si...una fortuna...una gran fortuna...di più da questo povero paese del resto non si poteva pretendere...perfettamente in linea,lo rappresenta benissimo...

Ritratto di fergo01

fergo01

Dom, 18/10/2020 - 14:35

NOSINISTRI molti dei supporter di giuseppi sono troll, almeno il 50% da quel che ho letto su un articolo qualche settimana fa. ovviamente anche qui non mancano

unosolo

Dom, 18/10/2020 - 14:43

appunto siamo alla seconda metà di ottobre cosa avete fatto per prevenire questa sciagurata ondata ? nulla a parte i DPCM che tutto hanno fatto meno la prevenzione e allestire punti covid di ricezione e letti di terapia intensiva , avete pensato a come dividervi quei miliardi che anche Renzi sollecita , ognuno ha la propria lista per la divisione specialmente per il sud , fermare la PA che sono quelli che noi paghiamo con il nostro lavoro ebbene prima dovete darci a noi i soldi poi se restano a loro sono soldi del nostro lavoro e delle imprese che regala il governo ,,

ExOccidenteLux

Dom, 18/10/2020 - 15:37

@QuasarX Ben detto. Quella che sta montando è ira, non esasperazione. E non basterà il quarto d'ora d'aria concesso dagli oligarchi a farla passare.

Klotz1960

Dom, 18/10/2020 - 15:39

La verita' e' che Conte in questo caso sta agendo in modo equilibrato. Franceschini infatti vuole che l'Italia adotti le decisioni dei suoi padroni francesi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 18/10/2020 - 16:39

navigano a vista. Non sanno che pesci prendere. Classico degl iimpreparatie dei comunisti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 18/10/2020 - 16:42

@maurizio-macold - sbaglaino tutto e sempre i sinisrti, ma la colpa è semper di Salvini, Meloni e Berlusconi? Ma voi siete malati nella testa, fatevi curare. Avete la sindrome dell'inferiorità (ed è vera).

caren

Dom, 18/10/2020 - 16:45

Quello che non si capisce è il perchè nella pubblica amministrazione, debba lavorare uno su cinque. A parte questo, sul ritorno prepotente del virus anche nel resto d'Europa, nascono delle perplessità, dal momento che fino a venti giorni fa o forse meno, sembrava quasi finito.

Iacobellig

Dom, 18/10/2020 - 17:00

Vorrebbe riacquistare la faccia ma l’ha perso da tempo per essere incapace e inadeguato.

maurizio-macold

Dom, 18/10/2020 - 17:13

@ LEONIDA55 (16:42). Impari a leggere perche' nel mio post ho fatto i nomi di TUTTI i leader degli schieramenti politici. E magari impari anche a scrivere perche' i suoi post sono quanto meno sgrammaticati (oltre che insulsi).

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Dom, 18/10/2020 - 17:53

Balordi... occhio alla ghirba, la state facendo fuori dal vaso...