Boldrini va da Fazio per "incoronare" Greta paladina della sinistra

Laura Boldrini a Che tempo che fa esalta Greta Thumberg, la quindicenne alla guida del movimento ambientalista

Boldrini va da Fazio per "incoronare" Greta paladina della sinistra

Laura Boldrini a Che tempo che fa. L'ex presidente della Camera, ospite da Fazio, affronta alcuni temi caldi di questi ultimi giorni, come ad esempio le manifestazioni contro i cambiamenti climatici da parte di milioni di giovani in tutto il mondo. La Boldrini si schiera dalla parte di Greta Thunberg, la 15enne capofila del movimento ambientalista: "Purtroppo c’è molta rabbia, molto odio purtroppo. In parte perché siamo passati per anni complicati, e perché poi non c’è stata una narrazione capace di alimentare anche il sogno, l’utopia. Davanti a chi si permette di fare a un progetto che potrebbe sembrare troppo complicato si scaglia la rabbia di chi non vuole vedere, una speranza il sogno. Abbiamo bisogno di utopia. Ci sono detrattori che non tollerano che qualcuno possa avere ottimismo, la pretesa di vedere il mondo in un modo diverso, quindi cercano di abbattere quel sogno, dobbiamo credere che i cambiamenti si possono fare e l’ambiente è uno dei settori cardine per il cambiamento. Penso che Greta abbia messo in moto una macchia che non si ferma più: adesso sono gli adulti, la politica deve recepire questo messaggio".

Poi ha anche detto la sua sul tema della riapertura delle case chiuse: "Ora si dice di riaprire le case chiuse. Invece di preoccuparsi di creare occupazioni buone per le nostre ragazze, ma che si facessero pagare le tasse di quelli che vanno con queste ragazze, spesso minorenni, altro che alle donne che non lo scelgono quasi mai". Infine ribadisce il suo impegno per la norma sul revenge porn: "Due anni fa, il 25 novembre nella giornata internazionale contro la violenza sulla donne, riempì Montecitorio con 1400 donne vittime di violenza o parenti di ragazze uccise tra cui la mamma di Tiziana Cantone. Io quel giorno promisi di lavorare per una legge affinchè non ci siano più ragazze che per la vergogna decidono di togliersi la vita. Questo reato: quando finisce una relazione uno dei due partner, quasi sempre l'uomo, prende i video e senza il consenso li mette in rete o nelle chat. Questa vita diventa un inferno, avrà la vita rovinata e alcune sono arrivate a togliersi la vita".

Commenti

Spiacenti, i commenti sono temporaneamente disabilitati.