Braccio di ferro. Ma alla fine Bolsonaro entra senza vaccino

Alla fine lo hanno fatto entrare all'Onu anche se non si è vaccinato perché, parola sua, "ho il miglior vaccino che esiste visto che avendo contratto il Covid-19 ho sviluppato gli anticorpi"

Braccio di ferro. Ma alla fine Bolsonaro entra senza vaccino

Alla fine lo hanno fatto entrare all'Onu anche se non si è vaccinato perché, parola sua, «ho il miglior vaccino che esiste visto che avendo contratto il Covid-19 ho sviluppato gli anticorpi». Il presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, sta facendo discutere New York, dove è arrivato l'altroieri senza green pass proprio perché non vaccinato. Parte del merito della gran visibilità del Mito (così lo chiamano i suoi supporter) la si deve al sindaco della Grande Mela, Bill De Blasio, che alla vigilia del suo discorso non ha trovato di meglio se non dirgli «se vuoi entrare qui, devi essere vaccinato. Se non ti vuoi vaccinare, non devi nemmeno venire». Una minaccia che per qualche ora aveva addirittura messo in dubbio la partecipazione fisica del presidente verde-oro all'Assemblea Generale Onu. Poi la diplomazia ha prevalso. Certo, Bolsonaro è stato costretto a mangiare una pizza per strada perché senza il green pass qui nessun ristorante ti fa sedere. Più importante del contorno sono stati però i contenuti del suo discorso all'Onu. «Sono un presidente che crede in Dio, rispetta la Costituzione, valorizza la famiglia e deve lealtà al suo popolo. Non è poco, considerando che eravamo sull'orlo del socialismo», ha esordito per poi passare alla difesa del trattamento iniziale anti-Covid-19 con farmaci «off-label» come la clorochina. «Non capiamo perché molti paesi, insieme a gran parte dei media, siano contrari. La storia e la scienza sapranno individuare i responsabili (di chi ha detto no a queste terapie, ndr)», ha dichiarato.

Bolsonaro ha anche ribadito che il suo esecutivo «è contrario al passaporto sanitario o a qualsiasi obbligo vaccinale» per poi soffermarsi sulla corruzione: «Il Brasile è cambiato molto, dopo che abbiamo assunto il governo nel gennaio 2019. Sono 2 anni e 8 mesi che non abbiamo casi concreti di corruzione». Immancabile la difesa dell'ambiente, con la promessa di «anticipare al 2050 l'obiettivo di raggiungere la neutralità climatica». Poi la chiosa, a effetto: «Quale Paese al mondo ha una politica di conservazione ambientale come la nostra? Siete invitati a visitare la nostra Amazzonia!».

Commenti