Caos Marino: scuole senza prof, studenti tra i banchi fino a agosto

La giunta Marino, occupata a risolvere le dimissioni del sindaco, non ha emesso la delibera per l'assunzione di 40 docenti mancanti

Caos Marino: scuole senza prof, studenti tra i banchi fino a agosto

Costretti a stare a scuola fino ad agosto. E non per colpa di esami di riparazione o punizioni di sorta, ma a causa dell'affaire "Ignazio Marino". E' quello che accadrà agli studenti romani delle scuole professionali (estetisti, cuochi, ecc), che pagheranno la lunga agonia del sindaco marziano che tra una dimissione e l'altra, si è dimenticato di assumere i prof necessari a far partire le lezioni.

La scuola in tutta Italia è partita circa un mese e mezzo fa. Ma non a Roma, dove negli istituti professionali gli stidenti si recano ogni mattina a scuola ma solo per poche ore, perché il Campidoglio - come scrive il Messaggero - "non ha ancora provveduto ad assumere i docenti necessari a un regolare scolgimento delle lezioni".

Gli istituti professionali romani contano circa 1.369 studenti e all'appello mancano 40 professori. Per questo molti alunni vanno a scuola soloi dalle 8 alle 11 o dalle 11 alle 14: praticamente fanno dei turni. Il problema è che le ore di lezione perse per colpa della giunta Marino non saranno abbonate, ma verranno recuperate a luglio e se necessario anche ad agosto. Tra le materie scoperte ci sono quelle di Laboratorio di trucco, Anatomia dermatologia, Laboratorio di estetica e pedicure.

E cosa ha fatto Marino nell'ultimo mese? Nulla, appunto. Infatti la giunta da poco dimissionata si è limitata a fare una memoria con cui l'ex vicesindaco Causi e l'ex assessore alla scuola Marco Rossi Doria, esortavano il dipartimento competenete a provvedere alle assunzioni. Ma manca la delibera che avrebbe risolto la questione.

E così, mentre ad agosto forse il sindaco Ignazio Marino tornerà a fare le immersioni ai Caraibi, gli studenti romani dovranno stare tra i banchi. Immaginiamo con molto entusiasmo.

Commenti