Casalino torna all'attacco: "Cosa penso di Renzi e Boschi"

Intervistato da Striscia la Notizia l'ex portavoce di Conte ha criticato il leader di Italia Viva e Maria Elena Boschi e sul suo libro gongola: "Ha venduto più di Obama"

Casalino torna all'attacco: "Cosa penso di Renzi e Boschi"

Il tour de force televisivo di Rocco Casalino non si arresta. L'ex portavoce di Giuseppe Conte ha girato i salotti televisivi di mezza Italia per promuovere il suo libro Il Portavoce e al lungo elenco di ospitate mancava solo Striscia la Notizia. Un'assenza colmata con l'intervista rilasciata da Casalino a "Che scoglio che fa", la nuova rubrica - parodia dell'inviato Pinuccio all'interno del tg satirico di Antonio Ricci.

L'occasione per Rocco Casalino di passare al contrattacco e criticare alcuni degli esponenti politici protagonisti della caduta del governo Conte: Matteo Renzi e Maria Elena Boschi. Il primo giudicato "irrecuperabile", mentre la seconda "immorale". A proposito del leader di Italia Viva l'ex protagonista del Grande Fratello non è stato clemente, svelando che farebbe il portavoce di Berlusconi, ma mai di Renzi: "Non fare mai il portavoce i Matteo Renzi, per nessuna cifra. Non mi sentirei moralmente di prendere i soldi, perché la sua immagine pubblica è irrecuperabile. Renzi dopo quello che ha fatto dovrebbe sparire dalla vita politica per l'eternità".

Casalino non ha fatto sconti neppure alla spalla di Renzi, Maria Elena Boschi, complice insieme all'ex sindaco di Firenze della fine del governo Conte: "Lei è co-responsabile di una delle più grosse immoralità del nostro Paese, di aver aperto una crisi di governo al buio in un momento di pandemia". "Mi dici una parola in barese peggio di immorale?", ha concluso Rocco Casalino girando la domanda all'inviato di Striscia. Casalino poi è andato a ruota libera su Grillo, Di Battista e il suo possibile "ritorno" a Roma.

Finita la parentesi politica, ora Rocco pensa solo al suo libro: "Che ha venduto più di Obama. Sono più in alto in classifica". E con Striscia la Notizia è tornato a parlare del suo coming out e dell'ambiente dei palazzi dove ha vissuto per quasi due anni: "Quello della politica è un ambiente maschilista, conformista e su alcune tematiche è ancora chiuso. Ognuno deve fare outing quando è opportuno. Chi lo fa tardissimo, chi presto. In effetti per un politico nascondere la propria sessualità e difendere magari tematiche della famiglia tradizionale, potrebbe essere un problema". Il video dell'intervista integrale andrà in onda lunedì 1° marzo su Striscia la Notizia.

Commenti