La casta dei magistrati salva il giudice "chiacchierone" Esposito

Il magistrato che condannò Berlusconi assolto dall'accusa di avere violato il riserbo per un'intervista concessa prima di depositare le motivazioni della sentenza

La casta dei magistrati salva il giudice "chiacchierone" Esposito

Il Consiglio superiore della magistratura ha deciso per l'assoluzione di Antonio Esposito. Il giudice, che condannò in via definitiva Silvio Berlusconi nel processo Mediaset, era sotto esame per avere concesso un'intervista al Mattino prima che le motivazioni della sentenza venissero depositate.

Accusato di avere violato il riserbo con le sue dichiarazioni, il giudice è stato ritenuto innocente dalla sezione disciplinare del Csm, che è rimasta per tre ore in camera di consiglio prima di emettere un verdetto, che si è basato sul fatto che"gli addebiti "sono risultati esclusi".

Commenti