Conte in cerca di altri voti. L'Udc si sfila: "Noi col centrodestra"

Il premier ha bisogno di voti per silenziare Italia Viva. Ma i numeri ancora non ci sono. E la possibile contromossa di Renzi preoccupa i responsabili

Il tempo stringe, i numeri ancora non ci sono e la strada è in salita. Giuseppe Conte sa bene che il suo piano è tanto ambizioso quanto complesso; eppure, il dado è ormai tratto e non si può più tornare indietro.

Il patto con l'Udc

Il premier ha bisogno di voti per ridicolizzare l'assalto di Matteo Renzi e rendere vana l'uscita di scena di Italia Viva. Difficile - ma non impossibile - ricucire lo strappo con il senatore fiorentino. E allora via alle trattative per ampliare la maggioranza giallorossa. Così da includere nuove teste e, al tempo stesso, gettare le fondamenta per la costruzione di un nuovo progetto politico.

Secondo quanto riportato da Repubblica, tutto (o quasi) ruota attorno all'Udc, partito dai numeri irrisori tornato improvvisamente sotto la luce dei riflettori. L'Unione dei democratici cristiani e democratici di centro è fondamentale per porre le basi di ipotetico partito di Conte. Una creatura politica che dovrà fungere da contenitore di moderati di ispirazione cattolica, e che sarà europeista e liberale, nonché costola italiana del Ppe.

Doppio obiettivo

Se da un lato lo scopo di Conte è quello di superare la prova della fiducia in parlamento, dall'altro si vocifera delle intenzioni del premier di imbarcare il suo progetto nel mare della politica. Detto altrimenti, il premier non è soltanto alla ricerca di "responsabili" per puntellare la maggioranza.

A proposito dei "responsabili", i contatti tra il presidente del Consiglio e gli esponenti dell'Udc sono ancora in corso. Il segretario Lorenzo Cesa ha affermato di non essere interessato alle lusinghe del premier, senza tuttavia nascondere "la preoccupazione per il Paese". Dunque, tutti gli scenari sono ancora possibili. A maggior ragione se consideriamo le parole uscite dalla bocca di Paola Binetti, senatrice proprio dell'Udc ("Se Conte apre ai nostri valori è possibile pensare a una nostra presenza al governo"), e la pressione del mondo dell'associazionismo, che spinge per l'intesa con il premier.

Una coperta troppo corta

In tutto questo, il Maie (il Movimento degli italiani all'estero) non vuole essere da meno. I "responsabili" sarebbero sì pronti a sostenere Conte, ma vorrebbero in cambio una rappresentanza nell'esecutivo. Lo stesso vale per l'Udc, ingolosita dal ministero della Famiglia. Il problema, per il premier, è che la sua coperta rischia di essere troppo corta. In altre parole, non tutti potrebbero essere accontentati.

I numeri, poi, in Senato sono tremendamente incerti. Togliendo i 18 senatori di Italia Viva, Conte parte da una base di 151 voti. Calcolatrice alla mano, al premier ne servono almeno altri dieci per tirare un sospiro di sollievo. In una ipotetica previsione, due o tre voti potrebbero arrivare proprio da Iv, un paio dagli ex grillini, tre dai senatori a vita e qualcuno dall'Udc. C'è però il rischio di arrivare a una maggioranza assoluta d'un soffio o, peggio, di centrare una maggioranza relativa.

A quel punto, sapendo che governare con quei numeri sarebbe pressoché impossibile, Renzi sarebbe pronto a riaprire la partita giocando la carta dell'astensione tattica. Una premessa, questa, che potrebbe consentire di riprendere il dialogo interrotto con il ritiro dei ministri Bellanova e Bonetti. Ma che avrebbe già indispettito Clmenete Mastella, emblema dei "responsabili".

La replica dell'Udc

In un secondo momento, dopo i rumors che avevano coinvolto direttamente il partito, l'Udc ha diffuso una nota ufficiale in cui ha chiarito la propria posizione. "Non si può gettare il Paese nella palude e nel caos! Gli italiani sono stanchi e stremati. Non ci prestiamo a giochi di palazzo e stiamo nel Centrodestra. Continueremo a lavorare in questo frangente drammatico per il bene del Paese. I nostri valori non sono in vendita", si legge nel comunicato proveniente dall'ufficio stampa nazionale Udc. A giudicare da queste parole, la sensazione è che Conte dovrà rivedere, ancora una volta, la sua strategia per evitare la debacle politica.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Calmapiatta

Sab, 16/01/2021 - 10:27

Opposizione cercasi... La, Meloni va a Barcellona. Salvini fa i tweet. Berlusca si offre a destra e manca. Ma esiste una vera opposizione in questo paese? Questo è un tema importante perché è evidente che ci troviamo in un momento di sospensione della democrazia.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 16/01/2021 - 10:27

ora conte cercherà di accontentare i piccoli pesci, senza farli diventare degli enormi squali , praticamente operazione IMPOSSIBILE! :-) conviene che conte tiri in ballo mattarella e chieda nuove elezioni! conviene a lui, ma anche a tutti (soprattutto al centrodestra) :-)

Ritratto di Trinky

Trinky

Sab, 16/01/2021 - 10:29

Si scopron le tombe, si levano i morti, i cadaveri vostri son tutti risorti....

Happy1937

Sab, 16/01/2021 - 10:30

L'UDC è noto per saltabeccare da destra a sinistra e poi di nuovo a destra a seconda della disponibilità di poltrone di governo e sottogoverno.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 16/01/2021 - 10:31

Ma se ottiene 1 voto in più è sicuro di andare avanti fino al giorno dopo? Oppure ogni giorno si ripresenta la crisi e bloccano il paese, questi millantatori di poltrone?

magnum357

Sab, 16/01/2021 - 10:35

Responsabili costruttori di che ? Hanno partecipato alla distruzione dell'economia italiana !!!!!!!!!!!!!!

steluc

Sab, 16/01/2021 - 10:57

Un Cossiga od un Pertini mai avrebbero accettato questa indegnità.

fabioerre64

Sab, 16/01/2021 - 11:14

@steluc, diciamo pure un Cossiga e basta.

Gioviale

Sab, 16/01/2021 - 11:18

Perché la Meloni non farebbe opposizione? Mi sembra la più lucida e chiara, in ciò. Cosa potrebbe fare di più? Può solo continuare così, senza cedimenti.

jaguar

Sab, 16/01/2021 - 11:39

Una guerra tra poveracci.

bernardo47

Sab, 16/01/2021 - 11:42

RENZI si è già ampiamente ridicolizzato da solo! Non serve altro! Figure da cialtrone quelle!

Luigi Farinelli

Sab, 16/01/2021 - 12:40

"Gettare le fondamenta per la costruzione di un NUOVO progetto politico"!?!? Cos'è, una barzelletta? Cosa può esserci di "nuovo" in un minestrone scotto e con ingredienti ormai marci e coperti di muffa?Ma cambiate cuoco, che è ora!

Ritratto di napoleonebonaparte

napoleonebonaparte

Sab, 16/01/2021 - 13:05

Il vostro capitano andava a suonare i citofoni sperando di accreditarsi la figura dello sceriffo. Che deprimente!

SemprePiùBasito

Sab, 16/01/2021 - 13:14

Udc cosa ? Questi democristiani che hanno per anni rovinato questo Paese, ci sono ancora. Mamma mia quanto è marcia questa politica, fa ribrezzo.

Fjr

Sab, 16/01/2021 - 14:31

Insomma tutti che si fanno un gran da fare UDC Maie,ma cosa li spinge a tanto altruismo?LE POLTRONEEEE!!!

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 16/01/2021 - 14:57

Mastella? Col CDX? Ahahahah,una banderuola che si gira dove tira il vento. Inaffidabile.

Ritratto di TRANTOR

TRANTOR

Sab, 16/01/2021 - 15:10

@calmapiatta. Certo che esiste, l'opposizione. Bisogna solo essere ciechi per non vederla.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 16/01/2021 - 16:16

Conte vuole andare avanti...e il PD si lecca i baffi.

audionova

Sab, 16/01/2021 - 17:07

ma quale democrazia,quella e' nelle mani dei politici di dx e di centro e fanno quello che gli pare.poi scusate,avete la pretesa che qualcuno riesca a salvare il paese con i problemi che abbiamo?ci vorrebbe la tatcher che lo salverebbe ma con quali metodi e con quanti disoccupati da mantenere.meglio il default e togliete i soldi dalle banche.

Helter_Skelter

Sab, 16/01/2021 - 17:33

Ma di cosa vi lamentate ? Il più grande tradimento in politica fu fatto da Slavini che si presentò alle elezioni con gli alleati Melona e Berlusconi per poi tradirli firmando un contratto di governo con il M5S per poi tradire anche quello. Più inaffidabile di così. Renzy a confronto è un dilettante.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 17/01/2021 - 11:54

Adesso tutti hanno paura di non farcela e vorrebbero passare sul carro deel prossimo vincitore, ossia il cdx.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 17/01/2021 - 11:58

@Halka Seltzer - e ripigliati sta pastiglia. La tua faziosità comunista t iporta a nascondeer che quando Salvini è andato con i 5s non si riusciva a formare nessun governo, poi resosi conto della lor obassezza politica li mollò giustamente e correttamente. Voi piuttosto che avete semper litigato con i grillini, vi siete messi subito insieme pur di non andare al voto per non prenderelegnate elettorali. Smemorato, ti ricordo che al tempo la Lega era al 34 % e on gli altri partiti avrebbe siuperato il 50 %. Ora fatevi da parte, perchè da abusivi quasi sempe non ne avete mai indovinata una e collassato il paese, si questo si, siete davvero fenomeni. Non mi stupisci se rimarrete di nuovo abusivamente al governo con le solite manfrine di palazzo col gioco delel tre carte, a voi caro.