Conte esclude la patrimoniale: "Accetto il Mes a una sola condizione"

Il premier esclude categoricamente la patrimoniale: "La maggior parte del debito aggiuntivo che dovremo collocare per fronteggiare la cris sarà coperta dal programma di acquisti della Bce"

L'Italia accetterà il Mes? Al momento l'unica certezza è rappresentata dal fatto che l'ultima parola spetterà al Parlamento. Ma sull'ok al fondo salva-Stati sono arrivate delle lievi aperture, prima dal Movimento 5 Stelle e poi anche da parte del ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Il Partito democratico invece resta nettamente convinto che sarebbe un vantaggio ricorrere al Meccanismo europeo di stabilità. Il flop di Giuseppe Conte al Consiglio europeo è evidente: il suo motto è sempre stato "Mes no, Eurobond sicuramente sì". Il risultato è stato completamente l'opposto. Certo, è arrivata una timida risposta per quanto riguarda il Recovery Fund, ma restano ancora da definire modalità di finanziamento, tempi e importi.

Ora anche il presidente del Consiglio ha fatto dietrofront e, messo all'angolo dopo la missione fallimentare in Ue, ha cambiato posizione sul Mes. La rigida opposizione verso quello che si riteneva uno strumento insufficiente e inefficace ora si è trasformata in cauto ottimismo: "All’ultimo Consiglio europeo sul Mes ho ribadito che l’unica condizionalità ammissibile è che le risorse siano utilizzate per le spese sanitarie dirette e indirette". Dunque una risposta in merito arriverà solamente dopo aver analizzato "i testi finali", valutandoli infine "insieme al Parlamento".

"No alla patrimoniale"

Nell'intervista rilasciata a La Stampa, al premier è stata chiesta chiarezza su una possibile patrimoniale poiché per tentare di uscire da questo abisso stiamo portando il debito pubblico al 160% del Pil. "Escludo categoricamente una patrimoniale", ha affermato l'avvocato. Il capo del governo giallorosso ha fatto sapere che il debito del nostro Paese rimane sostenibile "nel quadro di un risparmio privato molto cospicuo e di una resilienza particolarmente spiccata del nostro intero sistema economico". La maggior parte del debito aggiuntivo che bisognerà collocare per fronteggiare la crisi "sarà coperta dal programma di acquisti della Bce".

Conte infine ha annunciato che ci si sta adoperando "affinché i pagamenti per gli interessi – al netto della quota che ci viene retrocessa dalla Banca d’Italia a seguito dei suoi acquisti – risultino alla fine in linea con quelli attuali". Eppure Fitch ci ha appena declassato, ma lo ha definito ingiustificato anche se non gli ha rubato il sonno: "Mi preoccupano, invece, le famiglie in difficoltà, i lavoratori che rischiano di perdere il lavoro, gli autonomi e le imprese che rischiano di chiudere".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

SemprePiùBasito

Dom, 03/05/2020 - 10:21

Ma pensavate che Di Maio ed il M5S non l'avrebbero approvato ? Signori siamo in Italia paese noto per i bugiardi ed i poltronai. Poi IV lo appoggia sicuramente perchè se si andrebbe ad un voto sparirebbe dalla terra e il caro Renzi ci tiene alla POLTRONA.

cgf

Dom, 03/05/2020 - 10:23

ovviamente LUI potrebbe accettarlo e, ça va sans dire, senza passare dal Parlamento. Grande democratico, l'avvocato del popolo!

leopard73

Dom, 03/05/2020 - 10:25

Quale condizione quella imposta dai tedeschi!!!!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 03/05/2020 - 10:29

Un incompetente, bugiardo sfegatato. Ti ti da,giornalmente, le pilloline amare per fartele ingoiare in modo che il sapore non sia sgradevole al momento..

DRAGONI

Dom, 03/05/2020 - 10:37

HA SCAMBIATO LA BCE COME L'ORDINE DEI FATE BENE FRATELLI!!E' ESTREMAMENTE PERICOLOSO . A CASA A GESTIRE CONDOMINI QULORA LO SCELGANO COME AMMINISTRATORE.GLI ITALIANI NON LO HANNO SCELTO COME AMMINISTRATORE TRAMITE VOTAZIONI COME AVVIENE IN OGNI CONDOMINIO PER LEGGE!!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 03/05/2020 - 10:44

Conte non vuole la patrimoniale perché conscio che gli Italiani non lo sopportano più, neppure a sinistra. Però pensa di adeguarsi al Mes, che tanto piace ai tedeschi, anche se é un'altra fregatura per noi Italiani.

Ritratto di cicopico

cicopico

Dom, 03/05/2020 - 10:51

ma chi la votato? sempre peggio, e i 5 stelle dovevano cambiare il mondo? vinavil alle poltrone.pensano solo a loro stessi.

VittorioMar

Dom, 03/05/2020 - 11:00

...un Bugiardo abituale negli USA lo avrebbero costretto alla Dimissioni....ma i nostri Giornalistoni sono incapaci di farlo e si chiamano LIBERI (?)..

Ilsabbatico

Dom, 03/05/2020 - 11:24

Basta con questa "farsa" , il MES lo ha già accettato da un mese...sta solo aspettando il momento per dirlo al popolo. Trovo molto offensivo questo atteggiamento, non dovrebbe "essere lui" a decidere il futuro degli italiani....

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 03/05/2020 - 11:31

"Il flop di Giuseppe Conte al Consiglio europeo è evidente: il suo motto è sempre stato "Mes no, Eurobond sicuramente sì". Il risultato è stato l'opposto. Certo, è arrivata una timida risposta per quanto riguarda il Recovery Fund, ma restano ancora da definire modalità di finanziamento, tempi e importi." Egregio er ConTentenna, stante così i fatti.. il recovery bund, a detta della "procace" Ursula, arriverà comunque nel 2021 e il Mes, qualora concesso senza condizionalità, subirà una sorveglianza rafforzata [quanto detto dal capo tedesco del Mes in precedenza "dopo un anno potrà essere rinegoziato a maggioranza qualificata" (art. 7 del regolamento 472/2013)] che è una forma peggiore di quella riportata fra le parentesi quadre. Calamento di braghe? Se così sarà, poltrona ante omnia, la dignità 'ndo sta "cari" 5s?

dmartinotti

Dom, 03/05/2020 - 11:52

Conte e Gualtieri hanno GIA' da tempo accettato il MES su volere della Merkel e alle condizioni della Merkel (vedersi i giornali tedechi per capire...). Devono solo cercare di farlo digerire ai 5 stelle (non agli italiani perché è ormai evidente che a loro e ai loro partiti degli italiani non freghi niente). E' per questo che si sono imbarcati Berlusconi nell'avventura.

dmartinotti

Dom, 03/05/2020 - 12:00

@02121940 tranquillo, la patrimoniale si farà (e anche di peggio), ma non ora. Le clausole del MES non scatteranno subito ma nel 2023/2024 in vista delle elezioni. Per una annetto l'Europa mostrerà il suo volto "generoso" e "solidale". Poi con le prossime elezioni, scatterà la trappola. Se vincerà il centro destra (come ipotizzabile), arriverà una tale stangata europea da abbattere in poco il governo, lasciando mano libera ai sinistri di prosciugare i risparmi degli italiani (ammesso che ce ne siano ancora). Se vincerà la sinistra, la Germania chiederà come prezzo della vittoria (che ovviamente si attribuirà al loro merito) riforme lacrime e sangue...

scurzone

Dom, 03/05/2020 - 12:07

Quindi? Facciamo deficit perchè non abbiamo pensato alla Sanità, ora ci daranno soldi per la Sanità. Speriamo bene. Non capisco tutte queste regalie: perchè non si finanziano solo le imprese? Che stupidaggine i vari RDC, RDM, bonus partite IVA e via dicendo!

necken

Dom, 03/05/2020 - 12:10

continuare a fare debiti per un paese come l'Italia che non ha la sovranita montaria prima opi diventera fatale i debiti per l'Italia sono come la droga o medicine (in Usa le medicine le chiamano droga perche per loro sono la stessa cosa) per un malato più o meno grave dipende dai punti vista che ha scarse possibilita di guarigione visto che il debito aumenta che corrisponde all'aggravarsi dei sintomi. Le possibilita di uscirne dalla crisi in modo serio sono legate a finanziamenti a fondo perduto della BCE non nel MES ma questo contrasta con i trattati Europei. La proverbiale resilienza degli imprenditori Italiani è una grande virtu ma non bisogna abusarne perchè è un po come i ponti che in mancanza di manutenzione crollano all'improvviso

necken

Dom, 03/05/2020 - 12:20

Se Conte si facesse da parte il dilemma MES o Eurobond o altri tipi di presiti non cambierebbero i termini del problema perche finche i Tedeschi non si renderanno conto che con il loro egoismo c'è il rischio concreto che il precario equilibrio Europeo si spezzi. Bisognerebbe cominciare a rifondare la UE abolendo i trattati di Maastricht / Lisbona abolire i paradisi fiscali NL in testa insomma recuperare lo spirito dei padri fondatori della UE tradito da Tedeschi ed Olandesi, poi il lavoro di qualsiasi politico verrebbe facilitatoe si troverebbero le soluzioni ome fanno in tutti i paesi sovrani (USA J GB)

Ritratto di adl

adl

Dom, 03/05/2020 - 13:15

Se le opposizioni responsabili lo permetteranno, vado a vivere in ANTARTIDE insieme ai pinguini.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 03/05/2020 - 13:43

necken - 12:20 Lei pensa che Germania ed Olanda (anche la Francia per certi versi) potranno andare avanti di questo passo, mettere tutti i rimanenti stati membri ai propri "ordini"? L'Ue così si sfascia, però prima i suddetti faranno "carne di porco" per i propri comodi degli stati più deboli fra cui l'Italia. Avanti così l'unica via è uscirsene da questa Ue se Germania, Olanda e i furbetti francesi pensano di poter fare il colpo suddividendosi il patrimonio italiano (e non solo) che, ad oggi è sui 9mila miliardi di euro. Con questo governo potrebbero perfino riuscirci! Ripensare la Ue con dentro i suddetti stati che "amano" lo status quo? Difficile crederci, molto difficile.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Dom, 03/05/2020 - 13:46

E' TEMPO CHE CI METTIAMO TUTTI A CANTARE "CONTESSA"!

magnum357

Dom, 03/05/2020 - 14:37

I grulli hanno già digerito il Mes, senza ancora esternare cio', pur di rimanere incollati alla loro poltrona !!!!!!!!!!!

necken

Dom, 03/05/2020 - 14:50

vince50_19: ok daccordo ma il problema non è Conte come molti sono indotti a credere ma le regole della UE in primo luogo la restituzione della sovranita monetaria e nel breve fondi a perdere dalla BCE, mentre uscirne appare logico ma rischioso perche l'Italia non è preparata ed i politici più appaiono tutti troppo superficiali per gestire un Italexit che equivarrebbe ad attraversare il deserto. I Tedeschi gli Olandesi eccetera sono veicolati dai loro media ma qualcosa si sta muovendo a casa loro per ragioni più di cinismo che di umanità ma alla fine sono i risultati che contano

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 03/05/2020 - 15:50

necken - 14:50 Che l'Italia non sia preparata questo è vero. Da questo se ne deduce che o le regole si modificano (non sono contro la Ue e contro l'euro, però sono contro l'organizzazione di questa Ue) per rendere più equi principi di solidarietà e sussidiaretà fra gli stati membri, meno rigidità e "acquisti a senso unico di nostri gioielli economici" ( n.b. in particolare la Francia è nota per le sue nazionalizzazioni iperveloci per impedire che l'Italia possa fare quello che i francesi fanno da noi quando la ns. "golden power" latita ) oppure è meglio che ognuno torni sulla propria via. Non vedo, onestamente troppi cambiamenti in quei paesi, che possano essere risultanze equilibrate con i ns. partners europei.