Un corteo lungo i "suoi" luoghi e i funerali in diretta su Raiuno

La tv di Stato e i suoi protagonisti omaggiano la star

Un corteo lungo i "suoi" luoghi e i funerali in diretta su Raiuno

Lei ha fatto la storia della televisione e la televisione le rende il tributo che si merita. Se Raffaella Carrà ha voluto tenere il segreto sulla sua malattia fino alla fine sorprendendo il mondo, il congedo dalla vita terrena sarà pubblico. Amici, parenti, fan e tutti i suoi spettatori potranno accompagnarla nell'ultimo viaggio tra i luoghi della sua carriera, a Roma o seguendo le celebrazioni in diretta televisiva Rai. I funerali si terranno venerdì a mezzogiorno nella chiesa dell'Ara Coeli in piazza del Campidoglio. Sergio Japino ha lanciato un appello a «tutti i fan, in Italia e nel mondo, nelle chiese dei piccoli paesi come nelle grandi città, di darsi appuntamento per offrire tutti insieme l'ultimo saluto virtuale».

Oggi pomeriggio un corteo funebre accompagnerà il corpo della presentatrice dalla sua casa di via Nemea 21 al Campidoglio, dove la camera ardente resterà aperta dalle 18 a mezzanotte, e riaprirà domani dalle 8 alle 12 e poi dalle 18 a mezzanotte e infine venerdì dalle 8 alle 11. Il racconto di tutte le esequie sarà a cura del Tg1. Dopo la partenza oggi alle 16, il corteo farà tappa per un minuto nei luoghi simbolo della Rai, ad attendere il feretro ci saranno suoi noti colleghi che diranno parole in ricordo. Prima tappa all'Auditorium Rai del Foro Italico, in cui per anni andò in onda Carramba!, dove l'aspetterà Milly Carlucci. Seconda tappa, dove ci saranno Magalli e Vespa, in via Teulada 66, di fronte agli storici studi in cui Raffaella Carrà fece il suo debutto al fianco di Lelio Luttazzi e dove venne realizzato anche il mitico quiz Pronto, Raffaella?. Terza tappa, dove sosterà Insinna, al Teatro delle Vittorie, sede di tanti programmi Rai tra cui Mille Luci, che vide Raffaella Carrà accanto a Mina e dove la showgirl condusse in coppia con Corrado Canzonissima nel '70 e nel '71. Infine un momento di sosta davanti alla sede della tv di Stato di viale Mazzini dove ad attendere il feretro ci saranno il presidente della Rai Foa, l'ad Salini e il direttore di Raiuno Coletta. In diretta, sempre a cura del Tg1, anche i funerali che si svolgeranno venerdì. Dalle 11 inizieranno i collegamenti. E la Rai continuerà a omaggiare l'artista che tanto ha dato alla tv con vari appuntamenti tra cui Techetechetè e una serata in preparazione per venerdì.

Ma tutto il mondo vuole ricordarla. Ieri sera, omaggio prima della partita Italia-Spagna, i suoi due Paesi del cuore, l'uno di nascita e l'altro di adozione, con l'allegria di A far l'amore comincia tu a far da sottofondo. Sarà, dunque, un bagno di folla ad accompagnare Raffaella, come fu per un altro amatissimo conduttore, Fabrizio Frizzi. Una malattia incurabile, che lei non ha voluto rivelare, ma ieri si è saputo che si trattava di un tumore, se l'è portata via in poco tempo, ha consumato il suo corpo minuto ma pieno di energia. «L'ennesimo gesto d'amore verso il suo pubblico - ha raccontato Japino - affinché il suo personale calvario non avesse a turbare il luminoso ricordo di lei».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti