"Crimi sta svendendo il M5S al Pd". Ira dei grillini sulle commissioni

Scoppia la rivolta tra i parlamentari M5S in vista del voto sul rinnovo delle presidenze di commissione. "Ma che trattativa hanno fatto? Non sanno nemmeno fare politica"

“Ma che trattativa hanno fatto Crimi e i direttivi? In pratica perdiamo diverse presidenze? Non sanno fare nemmeno politica”. Scoppia la rivolta tra i parlamentari M5S in vista del voto sul rinnovo delle presidenze di commissione che si terrà stasera.

Pd e, soprattutto Italia Viva, puntano a strappare non poche posizioni ai grillini, a taccuini chiusi, ci esprimono tutto il loro disappunto. “Chi ha trattato, ha svenduto il Movimento al Pd. Per quale motivo? Che interesse hanno?”, si chiede un dirigente pentastellato parlando con ilGiornale.it. Alcuni parlamentari avrebbero persino minacciato di votare in maniera difforme rispetto alle decisioni portate avanti dai capigruppo delle due Camere e dal reggente Vito Crimi. “Di questo direttivo non si salva nessuno” si sfoga un gruppetto di deputati grillini intercettati in Transatlantico che ci chiede di rimanere nell’anonimato. “Così non possiamo andare avanti. Ma avete visto quanti deputati hanno lasciato il gruppo con la loro gestione? Hanno fallito”, ci dicono assicurandoci che sono in tanti a pensarla in questo modo e che l’insofferenza è grande anche per la sovraesposizione del deputato Riccardo Ricciardi.

“Il direttivo si fa solo i fatti suoi, mentre lui pensa solo a uscire con le sue interviste e andare in tv. In pratica sta oscurando Crippa e sta facendo lui il capogruppo”, mugugnano i malpancisti che aggiungono: “È chiaro ormai che Ricciardi vuole essere eletto capigruppo, ma noi abbiamo votato un altro”. “La verità è che ci hanno delusi tutti”, dichiara sconsolato un altro deputato pentastellato. Il caos del gruppo parlamentare della Camera si intreccia con una crescente tensione che si percepisce anche al Senato. “È ormai evidente che la Maiorino vuole fare le scarpe a Perilli perché Paola Taverna ha deciso di mettere le mani anche sul capogruppo”, ci dice un senatore di peso del M5S. I parlamentari Cinquestelle puntano il dito anche contro il reggente capo politico Crimi che non riesce più a gestire i due gruppi. “Alla Camera i nostri colleghi ci dicono che non lo vedono mai e che non capiscono cosa voglia fare, qui al Senato è presente ma solo per fare combriccola con pochi senatori”, ci confida una senatrice alla prima legislatura.

Il M5S perde pedine importanti nella scacchiera delle presidenze di commissione. Il Pd, a Palazzo Madama, ha piazzato l’ex ministro Roberta Pinotti alla Difesa e Dario Parrini agli Affari Costituzionali, mentre alla commissione Finanze arriva l’ex governatore dell’Abruzzo Luciano D’Alfonso. Dario Stefano, infine, è stato eletto alle Politiche Comunitarie. Alla Camera, invece, dovrebbero spuntarla Fabio Melilli, e Gianluca Beneamati. Già confermati i nomi di Piero Fassino (Esteri) e Debora Serracchiani (Lavoro). Per due volte al Senato - in commissione Agricoltura e in quella Giustizia - il voto segreto ha fatto saltare l'accordo in maggioranza, riconfermando i leghisti Gianpaolo Vallardi e Andrea Ostellari. Segno anche questo dei mal di pancia che agitano i giallorossi.

Ma quel che proprio i grillini non riescono a digerire è il nome del renziano Luigi Marattin che potrebbe essere diventare il prossimo presidente della commissione Finanze della Camera. Al momento del voto i membri grillini della Commissione hanno fatto muro e così alcuni di loro sono stati trasferiti tra le proteste. I vertici del Movimento, pur di mantenere fede agli impegni presi con Italia Viva, sembrano persino disposti a sostituire i parlamentari ribelli con altri più accondiscendenti. Un approccio usato proprio da Matteo Renzi nella scorsa legislatura quando, pur di far passare l’Italicum, estromise Pier Luigi Bersani dalla commissione Affari costituzionali. Corsi e ricorsi storici che ritornano a parti invertite, ossia con i grillini pronti a commettere quelle scorrettezze che un tempo condannavano aspramente.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio Mandozzi

Gio, 30/07/2020 - 10:21

I grillini si lamentano di essere svenduti ai piddini? Ma di che parlano? Il M5S sembra un suk tunisino. Sono tutti in vendita per una poltrona: la qualunque. Venderebbero la madre pur di mantenere in vita il governo che, infatti, non ha ragione di temere per la propria sopravvivenza. Il problema sarà degli italiani. Pazienza!

Calmapiatta

Gio, 30/07/2020 - 10:35

Ma di che va cianciando il M5s? Il movimetno si è svenduto nel momento in cui, invece di ridare voce agli elettori, ha preferito ingoiare 10 anni di politica e metter su questo cacatreppolo di governo con il PD. Crimi, se pur volesse, non potrebbe svendere altro, tutto ciò che c'era da vendere Grillo ei suoi lo hanno già venduto.

gianf54

Gio, 30/07/2020 - 10:44

Si sono svenduti tutti al PD, altro che Crimi.....; ora accetteranno pure il MES , dicendo che nessuno li aveva avvisati.......

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Gio, 30/07/2020 - 10:55

Eh, il Movimento 5 Stalle.....!!! Appena arrivati al potere subito scendono a mille compromessi pur di tenersi stipendio e poltrona e benefici. Altro che "con il PD, mai!". Opportunisti scavati fuori dal nulla e da ritornare al nulla appena possibile

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 30/07/2020 - 11:05

I Grillini ridicoli. Visiete venduti tutti da soli uniti e compatti, ormai non avete più alcuna credibilità.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 30/07/2020 - 11:20

dovete capirlo..si sta procurando una scialuppa di salvataggio per le prossime elezioni,quando ve ne ritornerete a casetta vostra!!!!

Capricorno29

Gio, 30/07/2020 - 11:37

PECCATO DUE COMPAGNUCCI DI SCUOLA IN MENOM SPESATI DA NOI...VI SIETE VENDUTIN AL PD NON FATECI RIDERE SIETE PIU' TROSSI VOI GRILLINI CHE I PIDIOTI CHE AVETE ABBRACCIATO COME PIOVRE PER NON PERDERE LA POLTRONA...GRILLINI SIETE RIDICOLI FATE VENIRE IL VOLTASTOMACO

hectorre

Gio, 30/07/2020 - 11:59

di maio e soci possono raccontare qualsiasi favola ai loro elettori, il movimento era nato per scardinare la vecchia politica e combattere il “pd meno elle”(così lo chiamavano), senza ricordare tutte le promesse solenni fatte dal bibitaro, grillo, dibba ecc...mai col pd, mai col partito di Bibbiano, mai con l’ebetino, zombie e camminano, la famosa scatoletta di tonno ecc ecc...una serie infinita di proclami per bocca di tutti i grillini...mi chiedo quanti italiani rivoterebbero simili individui...un movimento fondato su integrità, onestà, coerenza e zero compromessi....ora siedono accanto a zingaretti, renzi e boschi....peggio di un qualsiasi partitino della prima repubblica....per una poltrona hanno svenduto dignità e moralità....che squallore.

Nes

Gio, 30/07/2020 - 11:59

Vendere, quali gli ex pd ritornati alle origini compreso il suo fondatore, deludendo i loro elettori.

Ritratto di drazen

drazen

Gio, 30/07/2020 - 12:25

PD e M5S sono solo dei pagliacci ridicoli!

agosvac

Gio, 30/07/2020 - 12:40

I 5 stelle proprio non riescono a capirlo che questo non è il loro Governo, non più: è un Governo del PD avallato da un Presidente della Repubblica del PD.