Ghedini e le bugie delle toghe: "Registrazioni già depositate"

L'avvocato Niccolò Ghedini svela: "Il materiale era a disposizione anche dell'autorità italiana perché il governo italiano viene informato sempre delle carte depositate"

"La vicenda delle confessioni postume del giudice Amedeo Franco al suo imputato ha profili torbidi e inquietanti". Questa è una parte del comunicato diramato dalle toghe progressiste di Area, in cui viene denunciato come la registrazione sia stata divulgata a molti anni di distanza, dopo la morte del giudice Franco, "in un contesto che appare favorevole ad accreditare qualsiasi ignominia per screditare e delegittimare i magistrati e la giurisdizione". Una narrazione che ha lasciato esterrefatto l'avvocato di Silvio Berlusconi. Niccolò Ghedini, nell'intervista rilasciata a La Verità, non ha usato giri di parole per attaccare chi è convinto della tesi in questione: "Non sanno neanche cosa dicono".

Anche perché bisogna partire da un principio: la Corte europea per i diritti dell'uomo stabilirà se quella registrazione è falsa, "mica loro". Ma perché dovrebbe esserlo? Il difensore del Cav ha sottolineato che quelli di Area stanno commettendo un errore di fondo, in quanto le registrazioni di Franco sono nella disponibilità della Corte europea da cinque anni: "È una cosa gravissima che la magistratura italiana voglia intervenire su un atto procedimentale di un'autorità sovranazionale". In molti sostengono che abbia approfittato del clima anti-toghe creato dal caso Palamara per fare la denuncia: "Non c'entra un tubo. Glielo ripeto, quella cosa lì era depositata da cinque anni".

"Insinuazioni? Una follia"

Ghedini è del parere che la realtà dei fatti sia la seguente: in un momento particolarmente attento alle questioni legate alla magistratura, un giornalista ha semplicemente recuperato gli atti del procedimento considerando che le carte depositate alla Corte europea sono tutte pubbliche. "Per questo le insinuazioni di Area sono una follia. Hanno sempre detto che Berlusconi non voleva farsi processare e Berlusconi è stato processato", ha aggiunto. Poi ha svelato che a quell'epoca avrebbero potuto tirare fuori le registrazioni quando il presidente di Forza Italia era in affidamento in prova ai servizi sociali, ma lui non ha voluto: "Così le abbiamo prodotte davanti alla Corte europea e Franco era ancora vivissimo quando gli atti sono andati alla Cedu. Adesso abbiamo depositato l'audio".

Continua a tenere banco la questione relativa al possibile golpe giudiziario ai danni di Berlusconi, dopo lo scandalo scoppiato sull'intercettazione telefonica mandata in onda dalla trasmissione Quarta Repubblica. Ghedini ha fatto sapere che fin dall'inizio è stata data la disponibilità delle trascrizioni e alla Corte europea era stato detto che, volendo, le registrazioni erano a disposizione: "La memoria aggiuntiva di aprile riguardava al 90% la sentenza civile che ci ha dato recentemente ragione". Successivamente è stato ricordato che la vicenda del giudice Franco non era stata mai sentita: "E a questo punto gli abbiamo dato anche l'audio. Certo se l'avessero convocato prima avrebbero potuto ascoltare la sua versione dalla sua viva voce".

Dunque la Corte europea per i diritti dell'uomo aveva da anni la possibilità di visionare questo materiale? "Avevamo solo chiesto che le trascrizioni non fossero rese pubbliche, ma erano narrate all'interno dell'atto a disposizione del giudice naturale precostituito per legge, che poteva quindi in qualsiasi momento prenderne visione". Infine ha concluso ribadendo che era a disposizione anche dell'autorità italiana "perché il governo italiano viene informato sempre delle carte depositate".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

gianf54

Dom, 05/07/2020 - 11:40

Voglio proprio vedere ora che il governo è stato messo con le spalle al muro.....che succede?????????

Dordolio

Dom, 05/07/2020 - 11:50

Non sono certo un fan di Berlusconi. Ma quel che è accaduto era chiarissimo a tutti e da sempre. Quel che mi avvilisce è che ora NON ACCADRA’ PROPRIO NIENTE. E a nessun livello. Per molto meno la retorica delle glorie nazionali vere o presunte ci ha narrato ed insegnato nobili insurrezioni dagli alti aspetti valoriali. Oggi di fronte ad un astuto e riuscito attentato alla democrazia si tace, si dorme, si sbadiglia. Non so se il nostro popolo sia mai stato di galli orgogliosi. Ma è certo che ora è di capponi.

Giorgio Colomba

Dom, 05/07/2020 - 11:53

C'è ancora chi ha l'improntitudine di perorare l'infame sentenza politica emessa in nome della Repubblica Giudiziaria Italiana.

patrenius

Dom, 05/07/2020 - 11:57

Ipocrisia delle alte sfere italiane: stecose le sanno tutti da almeno 30 anni E poi 1250 udienze di tribunale a Berluscono hanno bisogno di prove per puzzare di fogna??

Gio56

Dom, 05/07/2020 - 12:06

gianf54,vuole vedere cosa succede?semplice il governo andrà dall'altra parte del muro pur di non vedere.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 05/07/2020 - 12:09

Dovesse risultare agli atti e da tempo quanto dichiarato dall'avv. Ghedini, è bene che si vada a fondo a questa faccenda, soprattutto per mettere la museruola a chi straparla senza cognizione di causa.

agosvac

Dom, 05/07/2020 - 12:15

Mi sa che la magistratura, questa volta, ne uscirà con le ossa rotte. Pagano la loro arroganza di sentirsi superiori ad ogni ipotesi di indagini contro di loro. Invece sono cittadini come tutti gli altri, ancora più colpevoli, se sbagliano, a causa del loro enorme potere e delle loro responsabilità. La cosa buona è che quando si cade da così in alto ci si fa molto ma molto più male. Ma non basta la Cassazione, ora bisognerebbe intervenire anche sulla Consulta. Troppe volte ha taciuto su questioni di anticostituzionalità senza mai intervenire come sarebbe stato loro dovere.

Nonmimandanessuno

Dom, 05/07/2020 - 12:27

Il CDX unito approfitti per presentare la legge di riforma della giustizia. Il PD e altri non la vorranno? Bene fiore all'occhiello per le prossime campagne elettorali, regionali e nazionali. Le chiacchere stanno a zero, e dell'ennesima commissione parlamentare ne facciamo volentieri a meno. Chi doveva capire ha capito all'epoca dei fatti. Capito Taiani?

antoniopochesci

Dom, 05/07/2020 - 12:30

Siamo sempre al solito punto: prima si deve verificare se è autentico o non è autentico l'audio del giudice Franco, poi se è veritiero o meno il contenuto. Questo è il criterio, la forma mentis che mi guida di fronte ad una notizia. Arrampicarsi sugli specchi sul perché, sul percome, perché proprio adesso, cui prodest, cosa c'è dietro ed altre masturbazioni retrologiche, è solo FUFFA. Quanto alla cosiddetta Area Progressista, le sue geremiadi sono un dejà vu, il solito ragliare al vento che si leva, come da riflesso pavloviano, quando qualcuno osa mettere in discussione il verbo di certi potentati. Se poi penso al fatto che "le carte a disposizione della Corte sono tutte pubbliche", mi permetto di rinnovare il mio plauso al direttore Sansonetti che, nell'omertà del circo mediatico di regime, ha avuto il torto di fare il suo mestiere: pubblicare cioè una notizia, come la deontologia impone.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 05/07/2020 - 12:37

Finalmente è venuta alla luce la verità sulla posizione di Berlusconi, vittima di una certa magistratura. Ciò "in un contesto che appare favorevole ad accreditare qualsiasi ignominia per screditare e delegittimare i magistrati e la giurisdizione". Ma sembra che si voglia che la “storia” sia dimenticata. Forse se ne riparlerà solo nei libri di Storia.

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Dom, 05/07/2020 - 12:37

Mi chiedo soltanto perché la Corte di Giustizia Europea ci metta così tanto tempo per arrivare ad una sentenza!

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 05/07/2020 - 12:44

CAPITE ORA IL PERCHE, CHE L`UNIONE EUROPE, CI TRATTA COME PAESE DI INCIVILI???

Ritratto di alejob

alejob

Dom, 05/07/2020 - 12:53

Ghedini, le Toghe, almeno quelle che ho potuto conosceren in Romagna, non solo non conoscono le leggi dello Stato Italiano e della propria Regione, non conoscono nemmeno la lingua ITALIANA. E' da vergognarsi che nei Tribunali siedano personaggi simili e pretendano da fare i giustizieri.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 05/07/2020 - 13:06

bravissimo ghedini!

Ritratto di scapiddatu

scapiddatu

Dom, 05/07/2020 - 13:09

Ma qualcuno, forse, lo ha già dimenticato.... o finge di aver dimenticato. Magistrati, che complottano,denigrano, disonorano, calunniano, etc...., e sputano sentenze tanto al chilo....ma, soprattutto giudicano ministri della Repubblica Italiana, esecutivi eletti democraticamente.... . Al mio paese tutto questo si chiama (((((( golpe giudiziario)))))), quantomeno reato di alto tradimento (PUNTO). Mi spingo oltre....., senza tema di smentita, con l'animo quieto di chi propugna una palpabile verità, Silvio Berlusconi, Bettino Craxi, hanno subito un complotto politico giudiziario che avrebbe estromesso, rimosso chicchessia.

lorenzovan

Dom, 05/07/2020 - 13:31

ah beh...se entra in gioco il luminare del foro Ghedini..povero Berluska...morira' sepolto dai processi

silvano45

Dom, 05/07/2020 - 14:35

È una vergogna un furto alla democrazia quello che viene fuori ma che già molti sapevano dalle intercettazioni.Hanno gestito con malaffare la giustizia nel paese interessandosi solo di potere soldi carriere e politica con incapacità incompetenza e poco impegno ma non verranno condannati. Possiamo pensare che chi ci giudica non sia molto meglio di chi subisce questa giustizia?

Yossi0

Dom, 05/07/2020 - 14:45

al di là del fattaccio che concerne il dr Berlusconi, in un paese, purtroppo, corrotto fino all'osso qualcuno pensa ancora che ci possa essere un'isola intonsa ? in un paese dove si rischia la disoccupazione perenne, malgrado esperienza e cultura, c'é un isola felice che gode di stipendi, privilegi anacronistici e anche quando sbaglia gode di carriera garantita per anzianità, che tristezza e che danni fa l'uso strumentale dell'ideologia

Brutio63

Dom, 05/07/2020 - 15:26

I magistrati sono indifendibili, hanno ripetutamente, volutamente e colpevolmente fatto un uso distorto della funzione giudiziaria per fini politici, hanno creato un circo mediatico giudiziario passando veline a determinati giornalisti ed hanno fatto politica con la toga senza passare dal voto, anzi influenzando il voto libero e pure ribaltandone l’esito. Questo è il fatto, che poi a loro non piaccia è normale che sua così. Avete mai sentito di un baro a cui piace essere scoperto? Sono impiegati pubblici vincitori di concorso infedeli perché hanno agito con atti contrari ai loro doveri d’ufficio di imparzialità, buona fede e correttezza!

GINO_59

Dom, 05/07/2020 - 15:48

Non lo so come andrà a finire. Non mi interessano i particolari. Dal quadro generale si capisce benissimo che il golpe c'è stato. Giustizia non può essere fatta, indietro non si torna. Possiamo solo cercare di impedire che l'"errore" possa essere ancora volutamente commesso. Bisogna solo verificare se lo vogliamo.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 05/07/2020 - 16:30

Siamo sommersi da 2400 miliardi d €uri di debito pubblico, l'economia arranca, le contrade del Bel Paese sono in balia da pseudo nullafacenti provenienti da ogni parte del mondo, il cittadino contribuente che chiede servizi deve fare il giro di tutte le giostra prima di ottenere risposta alle sue esigenze che in primis sono utili allo Stato, vedi tasse versate e quant'altro, e non ultimo chi dovrebbe governare non ha altro da fare che interrompere chi propone soluzioni plausibili alle problematiche. Della serie ...

uberalles

Dom, 05/07/2020 - 17:08

La prossima volta che l'Italia sarà chiamata "repubblica delle banane", fate attenzione alla querela da parte di: Venezuela, Guatemala, Honduras, Colombia, Bolivia...Ho sentito dire che si tratta di gente permalosa...

VittorioMar

Dom, 05/07/2020 - 17:08

...cominciavo a chiedermi dove fosse finito.....ci faccia partecipi delle sue ARRINGHE...delle Filippiche....il popolo delle libertà vuole sapere...

electric

Lun, 06/07/2020 - 10:07

Lorenzovan ha sparato la stupidata del giorno.

Giorgio Colomba

Lun, 06/07/2020 - 10:16

A Palazzo di Giustizia c'è un'Area molto inquinata.

Mborsa

Lun, 06/07/2020 - 11:25

La Corte di Strasburgo opera secondo criteri politici non dissimili dalle corti in Italia: lascia dormire le richieste in conflitto con le autorità costituite nazionali, sperando che la natura (la morte dei ricorrenti) porti ad esaurimento le pendenze. E' il caso di dire che non c'è alcun giudice a ....Strasburgo!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 06/07/2020 - 12:36

"La vicenda delle CONFESSIONI postume del giudice Amedeo Franco!!!". Peccato che il giudice non abbia CONFESSATO proprio nulla ma, al limite, abbia espresso un semplice punto di vista riguardo alla sentenza di condanna nei confronti del Berluska, peraltro in maniera inusuale, inopportuna e... misteriosa (viene da chiedersi perchè mai lo abbia fatto). Insomma le "confessioni" in oggetto non aggiungono nulla, divertitevi quindi col vostro tormentone estivo ma senza iludervi che possa portare a una immotivata nomina a Senatore a vita nonchè a processi di riabilitazione e beatificazione per l'illustre pregiudicato.

Demolibero67

Lun, 06/07/2020 - 15:02

Avevamo solo chiesto che le trascrizioni non fossero rese pubbliche, ma erano narrate all'interno dell'atto a disposizione del giudice naturale precostituito per legge, che poteva quindi in qualsiasi momento prenderne visione". Ghedini con Questa affermazione conferma la falsità degli atti presentati. Altrimenti avrebbero strombazzato già da 7 anni fa per accelerare la Corte. Amen

ROUTE66

Lun, 06/07/2020 - 15:18

@ Dreamer: Il Berluska, come lo chiama LEI avrà un milione di colpe. però (come LEI saprà certamente) il tribunale di MILANO lo ha mandato ASSOLTO proprio dalla colpa per cui era STATO CONDANNATO. ORA VEDA LEI CHI HA SBAGLIATO( e di proposito)

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 06/07/2020 - 16:32

ROUTE66: probabilmente le colpe del Berluska sono anche più di un milione ma io mi riferisco ad una sola, quella per il quale è stato condannato per frode fiscale in primo grado (26 ottobre 2012), in appello (8 maggio 2013) e il tutto è stato confermato in cassazione (1º agosto 2013). Informati bene, rimetti ordine alle tue idee e poi ne riparliamo.