La direttiva di Alfano: ​più controlli in discoteca

Il ministro dell'Interno: "Riserveremo una particolare attenzione al rispetto degli orari di chiusura e della effettiva capienza dei locali"

La direttiva di Alfano: ​più controlli in discoteca

Il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha predisposto una direttiva che è stata inviata a tutti i prefetti e questori affinché vengano rafforzati i servizi di prevenzione e controllo del territorio, con particolare riguardo alle discoteche e ai luoghi di ritrovo dei giovani. La direttiva prevede che i servizi di prevenzione e controllo vengano decisi in seguito ad apposite riunioni di coordinamento e tavoli tecnici con le forze di polizia.

"Con la direttiva di oggi - afferma il ministro Alfano - ho predisposto l’adozione di misure preventive di vigilanza e sicurezza più opportune, soprattutto nelle ore serali e notturne, con particolare riguardo ai locali pubblici e di intrattenimento, nonché ai luoghi di ritrovo interessati da una numerosa affluenza di persone e di giovani. In questo quadro, riserveremo una particolare attenzione al rispetto degli orari di chiusura e della effettiva capienza dei locali, al fine di rendere più sicuri i luoghi di divertimento e di incontro, specialmente per i nostri giovani. Un conto è il ballo che diverte, altra cosa è lo sballo che uccide".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti