Dubbi sulla morte di Solange, disposta l'autopsia

Era andato al pronto soccorso per un problema glicemico, ma i sanitari lo avevano dimesso

È stata disposta l'autopsia per stabilire le precise cause della morte di Paolo Bucinelli, noto al pubblico come Solange, trovato morto nella sua abitazione di Collesalvetti (Livorno). Il pm, Sabrina Carmassi, ha disposto l'esame autoptico per chiarire ogni eventuale dubbio sul decesso. Il 2 gennaio Solange si era recato al pronto soccorso dell'ospedale di Cisanello (Pisa) e in seguito avrebbe firmato per non essere ricoverato. Un particolare confermato anche dall'amministratore delegato di una tv pisana che aveva accompagnato Solange al pronto soccorso dopo il malore fatale.

A trovare il cadavere sono stati qualche giorno dopo i vigili del fuoco, avvisati dagli amici di Bucinelli che si erano preoccupati perché non rispondeva da giorni al telefono. Una volta arrivati a casa avevano provato a chiamarlo e avevano sentito suonare il cellulare da fuori la porta.

A quel punto hanno chiesto l'intervento dei vigili del fuoco che una volta entrati nell'abitazione hanno trovato il corpo dell'artista ormai privo di vita. Il medico del 118 intervenuto sul posto con i carabinieri aveva stabilito che il decesso era avvenuto per «cause naturali».

Da giorni non rispondeva al telefono, si era chiuso in casa per paura del Covid. Gli amici, preoccupati, sono andati a casa sua, hanno chiamato i pompieri, che hanno forzato la porta, poi la scoperta: il corpo senza vita di Solange era sul divano. Volto televisivo molto noto (Maurizio Costanzo era stato tra i primi a credere in lui e a invitarlo spesso nel suo programma), Solange aveva conquistato la popolarità negli anni Novanta come sensitivo, partecipando a programmi di successo, film e reality.

L'entourage vicino a Solange ha fornito una versione dei fatti che per gran parte conferma la ricostruzione ufficiale della morte del sensitivo: «Si pensa, sia morto per un infarto. La settimana scorsa era andato all'ospedale di Pisa per accertamenti clinici. Aveva accusato dolori allo stomaco, rientrati però, a suo dire, poco dopo».

Poco prima delle feste natalizie il sensitivo aveva lanciato via social un liquore col suo nome per propiziare l'arrivo del nuovo anno. «I politici lo amavano - ha raccontato «Novella 2000» -. L'anno scorso lesse la mano a Matteo Salvini e Giorgia Meloni. La sua morte ha colto di sorpresa non solo i tanti amici che hanno provato ad affrettare i soccorsi, ma anche tutta Forte dei marmi, cui Solange era legato da anni»

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.