Politica

Colloquio lampo e prima donna premier: due record per la Meloni

Il colloquio al Quirinale tra Giorgia Meloni, leader del centrodestra, e il capo dello Stato, Sergio Mattarella, è durato meno di dieci minuti. La leader di Fdi ammette: "Sì, ma le idee sono abbastanza chiare"

Colloquio lampo e prima donna premier: due record per la Meloni

Vede la luce con un paio di record di non poco conto il governo Meloni. Oltre ad essere il primo, in Italia, a essere guidato da una donna, c'è anche un altro particolare curioso: il colloquio intercorso tra la delegazione del centrodestra, salita al Colle, e il presidente della Repubblica, è il più breve mai registratosi. Circa sette minuti, tolti i tempi di ingresso e di uscita dalle dorate stanze del Quirinale. Come mai? A parlare con il capo dello Stato, esponendo la linea dell'intera coalizione, è stata la sola Giorgia Meloni, in qualità di leader del centrodestra, avendo ottenuto più voti di tutti. Gli altri leader (Salvini, Berlusconi e Lupi), si sono limitati a confermare di essere d'accordo e in piena sintonia con lei. Non c'è stato bisogno di aggiungere altro. Ovviamente non era scontato.

Mattarella, nel proprio ruolo di "notaio" e garante della Costituzione, ha preso atto della identità di vedute e dell'esistenza, in Parlamento, di una chiara maggioranza in grado di sostenere il nuovo governo. Il prossimo passo, come da prassi istituzionali, sarà la convocazione della Meloni da parte di Mattarella per il conferimento dell'incarico. La leader di Fratelli d'Italia potrebbe presentarsi al Colle con la squadra dei ministri già pronta e accettare senza riserva. Vedremo in giornata.

La delegazione del centrodestra

Silvio Berlusconi è stato il primo ad arrivare al Colle. Alle 10.10 è giunto in auto nel cortile d’onore del Quirinale, accompagnato da Licia Ronzulli e Alessandro Cattaneo, capogruppo al Senato e alla Camera di Forza Italia. Poco dopo è arrivato a piedi Antonio Tajani, coordinatore nazionale del partito, Antonio De Poli e Maurizio Lupi, dell’Udc e di Noi moderati. Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, Luca Ciriani e Francesco Lollobrigida, capi dei gruppi di FdI del Senato e della Camera, sono entrati al Quirinale insieme, 10 minuti prima delle 10.30, l’orario prestabilito del colloquio con il capo dello Stato. Meloni si è presentata in completo blu e camicia di identico colore, la premier in pectore, ha rivolto solo un breve saluto ai fotografi che la aspettavano all’ingresso. L’ultimo a varcare il portone del palazzo è stato Matteo Salvini, accompagnato da Massimiliano Romeo e Riccardo Molinari, presidenti dei gruppi della Lega al Senato e alla Camera.

Il primo commento della Meloni

Quando è arrivata negli uffici della Camera dei deputati, con i capigruppo del suo partito, alla Meloni è stato chiesto un commento sulla brevità del colloquio con Mattarella. La leader di Fdi ha risposto così:"Si (è stato breve, ndr), ma le idee sono abbastanza chiare". Ed ha poi ha aggiunto che "è andata molto bene". Giovanni Donzelli, deputato di Fdi, parlando sotto la sede del partito in via della Scrofa, si è soffermato sul colloquio lampo svoltosi al Quirinale: "È la dimostrazione che quando dicevamo che eravamo pronti non scherzava. Oggi - ha aggiunto - siamo emozionati, per quello che questo giorno rappresenta per la storia della destra italiana''.

Commenti