Emiliano choc sull'Ilva: "Adesso stop all'acciaio". Calenda: "È una follia"

Emiliano: "La strada di una totale riconversione del sito non è impossibile"

Nel giorno della festa del lavoro, il concerto di Taranto rilancia con maggior forza, rispetto alle quattro edizioni precedenti, la chiusura dell'Ilva e incassa il sostegno del governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, presente al dibattito della mattinata. Il piano per la riconversione passa anzitutto dalla bonifica dell'area e si fonda sulla stipula di un accordo di programma sul modello Genova Cornigliano dove gli altiforni sono stati spenti anni fa. "La strada di una totale riconversione del sito - dice Emiliano riferendosi a Taranto - non è impossibile e chi dice che non ci sono alternative all'acciaio non sostiene il vero". E ancora: "Il vostro piano è interessante, è in linea con i programmi della Regione Puglia che mette al primo posto la tutela della salute". Il governatore pugliese va oltre: offre disponibilità al comitato dei cittadini e lavoratori Liberi e Pensanti - gli organizzatori del concerto di Taranto - ad approfondire il piano mettendo a disposizione gli organi della Regione. Emiliano, però, rappresenta l'unica istituzione presente al dibattito che precede il lungo concerto del Primo Maggio. Non c'è infatti il Comune di Taranto essendosi rotta, all'indomani delle elezioni politiche del 4 marzo, l'alleanza col sindaco della città Rinaldo Melucci, Dem come Emiliano, che seppure invitato diserta il dibattito perchè ritiene la chiusura del siderurgico un'alternativa irrealizzabile. E non ci sono nemmeno i sindacati sia confederali che Fim, Fiom e Uilm, su posizioni opposte a quelle di chi caldeggia lo stop alla fabbrica. Presenti invece i nuovi parlamentari Cinque Stelle, cinque, eletti a Taranto, il sindacato Flm Uniti-Cub, Confcommercio e i movimenti No Tap e No Tav.

Duro attacco del ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, ad Emiliano e a M5s sull'ipotesi di chiusura della stabilimento Ilva di Taranto. "Nel giorno della festa del lavoro - scrive il ministro in un post su Facebook - Emiliano e M5s chiedono la chiusura del più grande impianto industriale del Sud Italia. Da una Repubblica fondata sul lavoro a una fondata sui redditi inventati. Però tutti pronti a difendere a parole la Costituzione più bella del mondo".

Commenti

cgf

Mar, 01/05/2018 - 19:50

propongo una cosa: Taranto e la Puglia hanno avuto diversi benefici con l'ILVA, questo è innegabile. Vero che vi sono stati altri problemi, ma chi decise di averla proprio a Taranto? OK, allora non si poteva sapere, allora? Allora, ora la PUGLIA PAGHI DA SOLA la riconversione, sia applicata una tassa sugl'acquisti di acciaio e materiali ferrosi, comprese automobili, lavatrici e frigoriferi, per sovvenzionare tali desiderata. Per avere il consenso i politici di professione, nb di professione cercano consenso per fare politica, sono...

adal46

Mar, 01/05/2018 - 19:52

Forse pensa al sostegno del reddito di cittadinanza....

beale

Mar, 01/05/2018 - 20:13

alle prossime elezioni, niente magistrati in lista.

leopard73

Mar, 01/05/2018 - 20:15

Questo CIALTRONE non glie ne frega niente dell'acciaio lui a fine mese prende comunque la paga il resto non conta niente per questo buffone.

sparviero51

Mar, 01/05/2018 - 20:26

ORMAI È " INGRILLITO" ANCHE EMILIANO .SPERIAMO SOLO CHE NON LO FACCIANO SEDERE DI NUOVO IN UN 'AULA DI TRIBUNALE !!!

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mar, 01/05/2018 - 20:35

Se stava al nord rimaneva zitto il coglio...

tRHC

Mar, 01/05/2018 - 21:02

Emiliano PD,Visto l'aria che tira,cerca spazio tra i NO TAP,NO TAV, adesso NO ILVA e NO TUTTO...se sommiamo Emiliani,franceschini,Martina,Orlando,Cuperlo e altri,se ne deduce che nel partito sia iniziato il SI SALVI CHI PUO'|||

cotia

Mar, 01/05/2018 - 21:34

l' ILVA alla città versa ogni anno, solo come salari e stipendi , E 600 milioni. chiedete ad emiliano come li ricupera: con l' assistenza cioè l' elemosina di tutti i fessi che lavorano veramente. Per favore zittite la negatività della gente inetta non curando quello che dice anche se è stata eletta. ( ? ) .

rokko

Mar, 01/05/2018 - 21:51

Occorre urgentemente mettere dei paletti, in costituzione stessa, all'arbitrio degli enti locali. Basta, non se ne può più di sparate inventate sul momento, senza un minimo di programmazione e pianificazione. È inutile avere un governo centrale se poi un idiota qualsiasi può affossare tutto.

nromeo46

Mar, 01/05/2018 - 22:25

Se i tarantini non si libereranno al più presto dei politici alla Emiliano, si renderanno complici della distruzione della loro principale fonte di lavoro e di ricchezza. Pur di assecondare vaghe istanze ecologiste si sta giocando con il futuro delle nuove generazioni.

DRAGONI

Mar, 01/05/2018 - 23:19

STOP ANCHE ALLO STIPENDIO ED AI VITALIZI DI EMILIANO.UN REIDIRIZZAMENTO DEGLI STESSI VERSO AI TANTI POVERI E LICENZIANDI LAVORATORI DELL'ILVA E'POSSIBILE .

Ritratto di Tipperary

Tipperary

Mer, 02/05/2018 - 00:57

La sinistra e’ la maledizione e rovina di questo paese.

Tombolo

Mer, 02/05/2018 - 01:35

Quindi chiudiamo l'Ilva e diamo a tutti il reddito di cittadinanza ed agli over 60 la pensione di cittadinanza e chi paga il Nord Italia ovviamente. Emiliano sei un grande!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 02/05/2018 - 04:30

Il furbo Maggisctrado pensa alle sbarre alle finestre delle Case circondariali, cui sono destinati i bancarottieri giudiziari.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 02/05/2018 - 04:37

Invece di lasciare risolvere i problemi dell'inquinamento siderurgico alla famiglia Riva, il deficiente giudiziario fa inquinare gli altri, come se l'aria che respiriamo non dia sempre la stessa in tutto il mondo.

Aristide56

Mer, 02/05/2018 - 06:17

tutti i partecipanti alla festa del lavoro qui sopra elencati non hanno mai lavorato nel privato fonte primaria di reddito ,ma percepiscono lauti stipendi nel pubblico parassitario tipo sindacati oppure fanulloni di politici magistrati

Holmert

Mer, 02/05/2018 - 07:11

Questo qua in politica è peggio di Giggino o napulitano. Non si rende conto che toglie il pane a centinaia di operai che resteranno in braghe di tela. Per cui costoro,invece di andare a scioperare in piazza contro il governo, dovrebbero andare a fare casino sotto la sua abitazione. Così la protesta avrebbe un senso. Il governo sta facendo il possibile per tenere in piedi l'ILVA, ma c'è chi rema contro. Sveglia gente!

pisopepe

Mer, 02/05/2018 - 07:22

EX EX MAGISTRATO COSA NE SA DI ECONOMIA???? POVERACCIO UN VERO MEGALOMENE

Duka

Mer, 02/05/2018 - 07:37

QUANDO UNA NAZIONE E' NELLE MANI DI IDIOTI CRONICI.

steacanessa

Mer, 02/05/2018 - 09:09

Riprovo. I pugliesi sono grandi lavoratori, ma anche un po’ abbelinati a eleggere un individuo che si pasce di cozze pelose “donategli”.

jaguar

Mer, 02/05/2018 - 09:30

Poi chi rimarrà senza lavoro andrà a mangiare a casa di Emiliano.

nopolcorrect

Mer, 02/05/2018 - 09:49

Così disse Emiliano, colui per il quale porte aperte all'africanizzazione dell'Italia e per il quale il PD deve essere il partito "dei contadini, degli operai e dei partigiani", uno dei TONTI di Feltri.

venco

Mer, 02/05/2018 - 10:06

Al sud non servono fabbriche, bastano stipendi pubblici, e pagati con le tasse del nord certamente.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 02/05/2018 - 10:24

Ma sì, che serve lavorare, domani ci sarà il reddito di cittadinanza o altro incentivo.Tutti al mare!

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 02/05/2018 - 14:42

qualcuno è certamente rifocillato dalla germania per arrivare a sperare nella chiusura di questa azienda!