Emmott ora si ricrede: "Cav salvatore politico"

L'ex direttore dell'Economist, Emmott: "Sarà lui a presentarsi come salvatore politico"

Emmott ora si ricrede: "Cav salvatore politico"

Bill Emmott, ex direttore dell'Economist e tra i più aspri critici di Silvio Berlusconi, adesso si ricrede e con una vera e propria inversione a U sale sul carro del Cav.

In un'intervista al Corriere afferma: "Sarà lui a presentarsi come salvatore politico, non dico sia una cosa buona. Ma Berlusconi non può diventare premier, sarà un manovratore dietro le quinte, è in quel ruolo che dobbiamo valutarlo e in quel ruolo non credo possa essere così negativo. Le sue posizioni sono più moderate di quelle di Salvini e Di Maio". Poi parla degli scenari per il voto del prossimo 4 marzo: "Berlusconi ha più possibilità di formare una coalizione perché non ha irritato tanta gente quanto il leader dem. Può costruire una alleanza sia a destra con Lega e Fratelli d’Italia, sia al centro. È più abile per il sistema italiano. Renzi non ha amici né alleati".

Infine archivia già l'esperienza renziana e l'ex premier: "È talmente giovane che non potrei mai dire che non ha un futuro, ma ho il sospetto che un suo ritorno in grande stile sia improbabile. Resterà una figura influente, ma credo abbia perso la capacità di far sì che le persone collaborino con lui o lo seguano, cosa di cui ogni leader ha bisogno. Rispetto a Berlusconi quello che gli manca – oltre al vantaggio di avere dei canali televisivi! – è l’abilità di fare compromessi e formare alleanze".

Commenti