"Fisco e banche attività criminali"

Lino Ricchiuti, leader del Movimento popolare Partite Iva al Senato: "Sono una mandria di parassiti che chiamano noi evasori fiscali. Finché sarà così questo Paese non avrà futuro?"

"Fisco e banche attività criminali"

Un grido, quello delle Partite Iva tartassate dal governo. Hanno denunciato l'oppressione che ricevono dal sistema fiscale, la difficoltà di trovare credito dalle banche e la realtà di un Paese che si finanzia colpendo soprattutto artigiani e liberi professionisti.

Lino Ricchiuti, leader del Movimento Popolare Partite Iva, non le ha mandate a dire ai senatori. Anzi. Ha attaccato frontalmente il fisco e le banche, "associazioni criminali" che sembrano essersi coalizzate proprio per far soffrire le partite iva. "Noi oggi incontriamo enormi difficoltà, sia a causa del sistema fiscale che di quello bancario - dice Ricchiuti -. Vanno a bracciatto: sono due attività criminali che si sono unite per smantellare un'intera popolazione". Poi continua: "Una mandria di parassiti che chiamano noi evasori fiscali". (Guarda il video)

Eppure senza l'apporto delle partite iva l'Italia sarebbe in enorme difficoltà. Lo dimostra anche il fatto che gli esattori di Equitalia prendano di mira soprattutto i libero professionisti per i loro controlli fiscali, proprio perché è la categoria meno protetta. "Finché il governo permetterà a queste persone di chiamarci evasori fiscali - conclude Ricchiuti - non ci sarà futuro per il Paese".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti