Fontana indagato, ira di Salvini: "Stufi di indagini a orologeria"

Il leader della Lega Matteo Salvini ha commentato duramente la notizia dell’iscrizione nel registro degli indagati del governatore lombardo Attilio Fontana in merito alla inchiesta sui camici

L’iscrizione nel registro degli indagati del governatore lombardo, Attilio Fontana, è una mossa "ad orologeria e a senso unico". Sono queste le prime dure parole pronunciate da Matteo Salvini dopo che nella serata di ieri si è diffusa la notizia che il presidente della Lombardia è indagato dalla Procura di Milano nell'inchiesta sulla fornitura da mezzo milione di euro di camici e altri dispositivi di protezione da parte della società Dama spa gestita dal cognato Andrea Dini e di cui la moglie dello stesso Fontana, Roberta Dini, detiene una quota del 10%. Un concetto che l’ex ministro dell’Interno ribadisce anche su Twitter: "Attilio Fontana indagato perché un’azienda ha regalato migliaia di camici ai medici lombardi. Ma vi pare normale?. La Lombardia, le sue istituzioni, i suoi medici, le sue aziende e i suoi morti meritano rispetto. Malagiustizia a senso unico e ‘alla Palamara', non se ne può più".

L’iscrizione di Fontana nel registro degli indagati è arrivata nella giornata in cui è stato interrogato Filippo Bongiovanni, il dg dimissionario di Aria spa, la centrale acquisti regionale, indagato per turbata libertà nel procedimento di scelta del contraente, così come lo stesso Andrea Dini. Nelle tre ore di faccia a faccia coi pm, Bongiovanni avrebbe fornito la sua versione dei fatti chiarendo che la Regione e la sua centrale acquisti nelle fasi più difficili dell'emergenza Covid hanno operato in uno stato "quotidiano" di necessità. Eppure,nonostante tute le difficoltà, le strutture regionali hanno reagito con sforzi ed impegno.

L'indagine, partita da un’inchiesta giornalistica di Report, punta a capire come vennero forniti ad Aria camici per mezzo milione dalla Dama. La Regione, per tali dispostivi, non ha speso neanche un euro, perché la fornitura venne trasformata in donazione. Il punto è capire se a monte sia stato compiuto qualche reato.

Bongiovanni, assistito dall'avvocato Domenico Aiello, ha anche messo a verbale dettagli sugli sforzi fatti dalle strutture regionali nell'emergenza, quando la caccia alle mascherine e ai camici rendeva quasi impossibile fare i controlli. Nel caos comparvero anche alcuni truffatori che riuscirono a farsi pagare in anticipo e sparirono senza consegnare la merce. La situazione era piuttosto complicata. E così la proposta di fornitura da parte della Dama venne subito accolta. "Sapeva che la ditta era collegata al presidente Fontana?", hanno chiesto i pm. "No – ha ribattuto Bongiovanni - l'ho saputo solo dopo che avevamo accettato la fornitura".

L’ex dg ha anche aggiunto che la rinuncia al pagamento "ci venne comunicata solo successivamente dall'azienda, dopo che avevamo autorizzato il pagamento, motivandola con la gravità della situazione". "Accadde in seguito all'inchiesta di Report?", hanno chiesto i pm. "La mail è del 20 maggio", ha risposto Bongiovanni. La trasmissione andò in onda dopo ma Report sostiene di avere interpellato la Dama in data precedente, mettendola di fatto sull'avviso.

Sull’inchiesta questa mattina si è espresso lo stesso Attilio Fontana che in un messaggio pubblicato su Facebook ha spiegato:"Ho appreso con voi di essere stato iscritto nel registro degli indagati. Duole conoscere questo evento, con le sue ripercussioni umane, da fonti di stampa". Il governatore ha continuato dicendosi “certo dell'operato della Regione Lombardia che rappresento con responsabilità".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Iacobellig

Sab, 25/07/2020 - 11:04

Possiamo solo sperare che Palamara parli e porti alla luce tutto lo schifo dei magistrati coinvolti e i loto intrallazzi a danni del paese e cittadini.

Antibuonisti

Sab, 25/07/2020 - 11:08

Ormai nessuno crede più' alla magistratura .

Helter_Skelter

Sab, 25/07/2020 - 11:21

Come al solito Salvini non entra mai nel merito delle questioni e fa le solite accuse generiche. L'Azzolina, tra i ministri più impopolari di questo governo e debole da un punto di vista della comunicazione, l'ho sfidato ad un confronto in TV. Lui non accetterà la sfida perché sa che la ministra, con tutti i suoi limiti, è preparata.

dagoleo

Sab, 25/07/2020 - 11:38

Credibilità della Magistratura Italiana: meno di zero, sottozero.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 25/07/2020 - 11:39

Helter_Skelter, Azzolina preparata? Ah! Ah! Ah! Ma l'hai sentita parlare? Questa si è trovata al governo con un click!

moichiodi

Sab, 25/07/2020 - 11:47

Si le prime parole sono dure, giustizia ad orologeria. Direi durissime e originali che smontano nel merito il problema. Si rimane in attesa delle seconde dichiarazioni.

jaguar

Sab, 25/07/2020 - 11:54

Ormai Salvini dovrebbe sapere come funziona, in vista del voto la sinistra sguinzaglia i mastini.

ex d.c.

Sab, 25/07/2020 - 11:58

Dovrebbero porre fine a queste inchieste assurde. È condannare duramente i Magistrati che hanno trasformato l'Italia in una dittatura

Morion

Sab, 25/07/2020 - 12:36

Le indagini funzionano ad orologeria, le ruberie invece sono costanti!

silvano45

Sab, 25/07/2020 - 12:45

Indagini sui molti casi dei Dem mai vero si ribadisce che questi magistrati hanno fatto e fanno politica e da indagare condannare per reati molto gravi contro la costituzione sono molti di loro ma pervicacemente si sentono superiori e intoccabili.

Helter_Skelter

Sab, 25/07/2020 - 13:09

#tomari: e tu hai mai sentito Salvini entrare nel merito di un problema sviluppando un ragionamento dimostrandosi informato e competente in materia ?

antoniopochesci

Sab, 25/07/2020 - 13:26

Ammettiamo che le accuse siano veritiere al 90%: Come la mettiamo però sulla credibilità e sulla terzietà di una Magistratura che ( Palamara docet) si è ormai "sputtanata" da sola di fronte all'opinione pubblica? Ecco perché dovrebbero essere proprio i tanti magistrati onesti a proporre un'indagine al loro interno che spazzi via le mele marce chiedendo il giusto risarcimento economico a chi ha sporcato e diffamato la loro immagine e a chi ha minato le basi fondamentali su cui si regge uno Stato di Diritto. In caso contrario precipiteremo sempre più nei bassifondi degni di una Repubblica delle banane

FracazzoDaVelletri

Sab, 25/07/2020 - 15:05

Helter_Skelter...ma da dove vieni? La Azzolina ministra preparata? e in che materia? ma che scherziamo? ma vi siete bevuti il cervello??? e noi vorremo al governo gente cosi...mamma mia ma come siamo caduti in basso.

Altrimenticiarr...

Sab, 25/07/2020 - 15:49

Sentiamo, quando si dovrebbero fare queste indagini?

Helter_Skelter

Sab, 25/07/2020 - 17:12

@FracazzodeVelletri: A me sembra preparata per il ruolo che riveste e ritengo che possa parlare con competenza della propria materia: laurea magistrale in storia della filosofia, abilitazione all'insegnamento in storia della filosofia, specializzazione all'insegnamento sul sostegno, seconda laurea in giurisprudenza specializzazione diritto amministrativo, esperienza di insegnamento nelle scuole secondarie superiori, esperta in diritto scolastico, sindacalista presso l'Associazione Nazionale Insegnanti e Formatori. La sua preparazione ovviamente non la mette al riparo dagli errori, come per tutti, ma intanto è preparata.

Zorro474

Sab, 25/07/2020 - 17:33

Caro Skelter, se non riesci a capire i ragionamenti di Salvini non è certo per colpa di Salvini. Ma non preoccuparti, pregherò per te.

BEPPONE50

Sab, 25/07/2020 - 18:00

La verita' al Capitano fa male la Sanita Lombarda e' quella che si e' comportata piu male i medici di base in qiella Regione contano poco si e' privilegiato il PRIVATO QUESTA ha fatto solo danni quando c'e stata laPANDEMIA