Gentiloni: "Italia credibile in Ue. Non buttare tutto all'aria"

Il premier bacchetta Lega e Cinque Stelle sul programma condiviso dai partiti

È parlando al vertice dei leader europei a Sofia che il premier Paolo Gentiloni dice la sua sul contratto tra Lega e Movimento 5 Stelle, concentrandosi soprattutto sui punti relativi a Bruxelles, che non prevedono più un referendum per lasciare la moneta unica, ma comunque la possibilità di rinegoziare alcuni punti con i partner.

"L'Italia ha recuperato credibilità e solidità: credo che sia un dato unanime, riconosciuto nell'Unione. Ci ritroviamo con un'economia più solida. Il primo trimestre l'economia italiana è cresciuta esattamente come quella tedesca. Abbiamo fatto vedere una capacità di gestire i flussi migratori, con l'80% in meno", ricorda Gentiloni, secondo cui le autorità comunitarie vedono Roma come "un partner credibile.

"Tutto si può fare tranne che buttare all'aria questo percorso. Sarebbe buttare all'aria lo sforzo collettivo che ha fatto un'intera nazione", aggiunge Gentiloni, preoccupato che "a essere danneggiati non sarebbero gli euroburocrati, ma i cittadini italiani".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

tosco1

Gio, 17/05/2018 - 12:14

Peccato per Gentiloni, premier per caso, ma il problema e' che e' l'UE a non essere credibile in Italia.Evidentemente il sentimento non e' ricambiato. Mi pare chiaro: ci stiamo svuotando le tasche di soldi per mantenere la UE che,di fatto, e' soltanto la gigantesca fonte dei nostri massimi , insopportabili ,problemi. A me pare che non sia speranza.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 17/05/2018 - 13:23

Italia o Europa. Arlecchino gentilone servitore di due padroni.

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 17/05/2018 - 13:24

Gentili, un uomo per tutte le stagioni, grigio, senza palle, da ministro degli esteri un disastro, ma vero europeista: perciò piace tanto alla banda di Bruxelles.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 17/05/2018 - 13:25

"Credibilità", "Solidità" "Dato unanime riconosciuto nell'Unione"... Tutte palle. Tutto "Story telling".

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 17/05/2018 - 13:26

@tosco1 Sono d'accordo. Con Lei naturalmente, non con Gentiloni. Il problema é come uscire dalla trappola in cui siamo caduti per insipienza dei nostri governanti, soprattutto di Prodi. Uscire dall'Euro e uscire dalla UE. Non ci sono alternative. Uscire e tirare la cinghia, ma poi - in poco tempo - saremo di nuovo competitivi, a condizione che si riduca lo "Stato" e ci si metta a lavorare seriamente, tali da essere di nuovo competitivi.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 17/05/2018 - 13:30

Il becero, ipocrita Gentiloni invece di rappresentare i cittadini italiani, parteggia per gli euroburocrati che asseconda per frodare ancora l'Italia svendendone gli assets, in cambio di bonifici "estero su estero", così diventa anche lui un "investitore estero".

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 17/05/2018 - 18:59

siamo uomini o Gentiloni?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 18/05/2018 - 06:18

altro giullare della Merkel e di Macron.