Politica

Giorgia Meloni fa ascoltare la violenza verbale subita dalle sardine

"Mi cadono i cogl... se viene in piazza la Meloni", il coro volgare che ha fatto infuriare la leader di Fratelli d'Italia

Giorgia Meloni fa ascoltare la violenza verbale subita dalle sardine

Giorgia Meloni, la Presidente di Fratelli d'ItaIia, ha denunciato sui suoi canali social la violenza verbale indirizzata nei suoi confronti dalle Sardine. "Ecco a voi le famose piazze delle #sardine contro il 'linguaggio d'odio'", ha scritto sarcastica su Twitter la Meloni, postando un video di trentacinque secondi infarcito di insulti. In particolare, all'inizio del video viene fatto sentire un ritornello musicato, cantato in occasione di una delle iniziative in piazze delle Sardine, che dice: "mi cadono i cogl... se viene in piazza la Meloni", un coro accompagnato da tanti applausi e sorrisi di molte Sardine presenti in piazza.

Nel corso dei pochi secondi del montaggio video la Meloni smaschera la presunta non violenza e il presunto impegno delle Sardine contro "il linguaggio d'odio" (motivi che sono stati addotti come ispiratori del movimento che è stato molto pubblicizzato, nelle ultime settimane, dal mainstream politico di sinistra), facendo ascoltare, in alternanza, il coro volgare cantato contro di lei, tra le donne più insultate nel panorama politico italiano, spesso con insulti violenti e sessisti, e le parole di uno dei leader del movimento, l'analista di politiche energetiche e infrastrutturali del R.i.e. Mattia Santori che, in spezzoni tratti da interviste televisive, dice: "non si può fare della diversità o del pensiero opposto, diverso, un nemico a tutti i costi" (ospite da Fabio Fazio a Che Tempo che fa) e, intervistato in una piazza, aggiunge: "c'era molta gente, molta più di quanto credessimo, che si è stufata di un linguaggio violento e aggressivo per affermare un'idea o un pensiero politico".

Commentando il cinguettio video della Meloni @Emya55411969 ha rilevato: "La cosa agghiacciante è che personaggi del genere vengano giustificati proprio perchè attaccano parlamentari della destra... Perche oramai in Italia se attacchi la destra allora è lecito... Se dici qualcosa di sconveniente su un esponente della sinistra rischi la denuncia".

Nei giorni scorsi dalle stesse Sardine erano arrivate contro la Meloni pesantissime offese. Commentando una proposta di legge di Fratelli d'Italia (per chiedere al Parlamento la possibilità di potere donare il 5 per mille ad un fondo per il rimpatrio degli immigrati irregolari presenti in Italia) la Meloni è stata etichettata da molte Sardine, evidentemente poco educate, come "demente", "pazza da manicomio", "bestia", "Gollum", "mer…", "sgorbia", "spregievole", "feccia", fino a chiederne il "processo" come "i nazisti a Norimberga".

Commenti