Guai per il nuovo gruppo dei voltagabbana: "Grave caso di conflitto di interessi"

Parte in salita la nascita del gruppo per salvare Conte. La denuncia di Fratelli d'Italia: "Merlo e Ramundo avrebbero esposto l'Italia a possibili ingerenze e interferenze straniere"

La mattinata è iniziata con una buona notizia per Giuseppe Conte: al Senato si è costituito ufficialmente il nuovo gruppo parlamentare dei responsabili. Nella serata di ieri è stato raggiunto il numero base di dieci senatori e così è stato possibile partorire il gruppo denominato "Europeisti Maie-Centro Democratico". Ne fanno parte Maurizio Buccarella, Adriano Cario, Andrea Causin (vicepresidente), Saverio De Bonis, Gregorio De Falco, Raffaele Fantetti (presidente), Gianni Marilotti, Ricardo Merlo, Maria Rosaria Rossi e Tatjana Rojc. I numeri a Palazzo Madama comunque non hanno segnato una variazione significativa: al premier mancano ancora 7 voti per avere la maggioranza assoluta. A questo si aggiunge però una grana che complica la nascita dell'ala pronta a rendersi partecipe di un eventuale Conte-ter.

Il fatto coinvolgerebbe Ricardo Merlo, che con la sua sigla Maie (Movimento associativo italiani all'estero) ha permesso la nascita del gruppo di "responsabili europeisti". A puntare il dito nei suoi confronti è stato Giovanbattista Fazzolari, secondo cui il sottosegretario agli Esteri "sarebbe coinvolto in un gravissimo caso di conflitto di interessi che potrebbe aver esposto l’Italia a ingerenze straniere". Altro attore del caso sarebbe il dottor Daniel Oscar Ramundo, che "avrebbe ricoperto contemporaneamente il ruolo di segretario particolare del sottosegretario al Ministero degli Affari Esteri e della cooperazione internazionale, Ricardo Merlo, e di deputato del Parlamento del Mercosur, l'istituzione parlamentare del mercato comune dell'America Meridionale".

Dal curriculum di Ramundo pubblicato sul sito del Ministero degli Affari esteri "risulta che si è dimesso dalla carica di deputato", mentre sul sito del Mercosur "si evince che sia rimasto deputato fino al 31 dicembre del 2020 e cioè per l’intero periodo in cui è stato segretario particolare del sottosegretario Merlo". Dunque l'accusa arrivata dal senatore di Fratelli d'Italia, qualora fosse effettivamente confermata, sarebbe gravissima: "Merlo e Ramundo, oltre ad aver dichiarato il falso, avrebbero esposto la nostra Nazione a possibili ingerenze e interferenze straniere".

L'interrogazione al ministro

Fazzolari, responsabile nazionale del programma di Fratelli d'Italia, ha immediatamente presentato un'interrogazione a risposta scritta al ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale. L'esponente del partito di Giorgia Meloni ha denunciato una "gravissima lesione di quei principi di legalità, lealtà e trasparenza che si sostanziano nel giuramento di fedeltà alla Repubblica, alla leale osservazione della Costituzione e delle leggi e dell'esercizio delle funzioni nell'interesse esclusivo della Nazione che ogni membro del governo italiano è tenuto a prestare all'atto di insediamento". Il timore di FdI è che possa emergere inoltre un eventuale "grave ed inaccettabile" rischio di un'esposizione degli interessi nazionali a possibili ingerenze da parte di paesi Terzi e organizzazioni internazionali "che perseguono finalità di carattere finanziario ed economico degli Stati che le compongono".

Il senatore di Fratelli d'Italia ha pertanto chiesto di fare chiarezza, anche perché le sorti del Conte-ter potrebbero dipendere proprio dal gruppo parlamentare appena nato sotto la sigla del Maie di Merlo. Nello specifico si vuole sapere se il ministro consideri o meno opportuno verificare in breve tempo la veridicità e la conformità legale delle dichiarazioni rese nei curricula pubblicati sul proprio sito web istituzionale; in aggiunta si dovrebbe verificare "con la massima urgenza" se siano ravvisabili potenziali ingerenze "o quantomeno rischi di esposizione dell'interesse nazionale ad interessi economici internazionali di Paesi Terzi".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Happy1937

Mer, 27/01/2021 - 15:08

Giusto domandare, ma avrai voglia di aspettare prime che una risposta arrivi!

magnum357

Mer, 27/01/2021 - 15:10

Solito schifo concesso ai sinistri a cui della legalità non frega assolutamente nulla !!!!!!!!!!!

cgf

Mer, 27/01/2021 - 15:39

Se mai un giorno s'indagasse nell'america latina…

ItaliaSvegliati

Mer, 27/01/2021 - 16:23

Grave il FATTO QUOTIDIANO chissa cosa ne pensa il Travaglio quotidiano!!!

maurizio50

Mer, 27/01/2021 - 16:28

Non facciamoci mancare niente in questa specie di Democrazia di stampo cattocomunista. Anche un parlamentare sudamericano. Di solito da quelle parti sono più esperti in colpi di Stato militari e traffici loschi che in pratiche democratiche: può anche darsi che la vicinanza coi cosiddetti "democratici" di casa nostra gli abbia giovato. Ma non credo più di tanto!!

justic2015

Mer, 27/01/2021 - 16:32

Lo schifo dei pagliacci continua senza sosta che porcate, nel 4 mondo fanno molto meglio vergogna totale.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 27/01/2021 - 16:55

Che spettacolo indecente.

penelope68

Mer, 27/01/2021 - 16:57

Ste maledetti sinistri imbroglioni non sanno piu cosa inventarsi per non mollare le poltrone!!! viscidi via gli italiani hanno gia' espresso ampiamente il proprio parere!

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 27/01/2021 - 17:00

Brava Meloni, però sarebbe stato meglio tirar fuori il rospo dopo che venivano presentati al sommo, sai che bello !

CICERONE24

Mer, 27/01/2021 - 17:36

Il voto degli italiani all’estero è uno schifo unico. A parte i costi altissimi e ingiustificati, il voto avviene per lo più per corrispondenza, le schede vengono stampate nei diversi paesi da tipografie private che spesso pensano anche alla spedizione e ricezione. Da tener presente che gli eletti all’estero non pagano un centesimo di tasse in Italia e possono fare decine e decine di viaggi pagati dai contribuenti italiani. Il caso citato dal Giornale – se vero - è clamoroso: dai vari siti sembra risultare che Daniel Oscar Ramundo sia membro del PARLASUR (Parlamento del MERCOSUR), almeno fino al 31 dicembre 2020. I parlamentari argentini al Parlasur, guadagnerebbero qualcosa come 7-8.000 dollari/mese, oltre le spese. Per cui se effettivamente il signore in questione avesse avuto doppio incarico sarebbe da penale. Si spera in una rapida indagine da parte delle competenti autorità per l’accertamento della verità.

Enne58

Mer, 27/01/2021 - 17:37

Nella sinistra nessuno fa niente per niente, cosa avrà promesso Conte ai 10 "responsabili"? Nell'eventuale Conte 3 controllare che incarichi avranno i magnifici 10, scommetto su un loro salto di qualità e di stipendio

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 27/01/2021 - 17:53

Salvare Conte? Non mi pare che l’avvocato abbia bisogno di essere “salvato”, mentre sono gli Italiani che hanno bisogno di essere salvati da un governo che non ha saputo affrontare in modo concreto ed efficiente il coronavirus, governo che era agli ordini del Presidente Conte.

Ritratto di pendra

pendra

Mer, 27/01/2021 - 18:40

Mi sembra assolutamente sottolineare che Ricardo Merlo é stato eletto come rapresentante degli italiani all'estero ed é di origine argentina. Se a questo aggiungiamo che sul Soglio di Pietro siede il Primo Papa Comunista Argentino ecco la risposta.........

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 27/01/2021 - 19:17

Per i sinistri tutto è lecito, pure di farci invadere.