"Mi prestate i senatori?". La guerra tra grillini fa tremare il governo

Il Conte bis è ormai appeso a un filo. L'avvocato ironizza sulla fuga dei 5S: "Avete un po' di senatori da prestarmi?". E spunta un gruppo di "responsabili" per salvare l'esecutivo

Il caos all'interno del governo giallorosso è ormai una costante, ma la serie di eventi che si sono accumulati nella giornata di ieri potrebbe segnare inevitabilmente la vita dell'esecutivo. L'ennesimo scontro si è consumato nelle Camere, dove il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha riferito sul Mes: oggi sarà presente al Consiglio europeo di Bruxelles con in tasca il via libera del Parlamento al fondo salva-Stati. Ma dietro si porterà anche i malumori grillini che nelle ultime ore hanno contagiato più parlamentari del previsto.

Dopo il tanto atteso via libera, è giunto il momento delle riflessioni e di fare il punto della situazione che appare piuttosto duro: in casa M5S va in scena il far west. Tanto che tre pentastellati hanno strizzato l'occhio alla Lega: si tratta di Francesco Urraro, Ugo Grassi e Stefano Lucidi. Il premier ha ironizzato sul fragile momento: "Avete un po' di senatori da prestarmi?". Da un lato lo si può leggere come un tentativo per sdrammatizzare, certo. Ma dall'altro potrebbe rappresentare una mano tesa agli avversari-alleati.

Il gruppo dei "responsabili"

Sì, perché la maggioranza scricchiola: l'assenza di 14 grillini alla Camera è un segnale di come sia fragile la pace momentanea. In tutto ciò potrebbe giovarne la Lega, il cui leader Matteo Salvini ha aperto le porte ai dissidenti 5S. Perciò in Senato sta nascendo un gruppo di "responsabili" guidato dall'ex forzista Paolo Romani. Come riportato da La Repubblica, l'operazione stampella avrebbe potuto prendere vita già ieri: se ci fosse stato bisogno, 10 azzurri avrebbero lasciato l'Aula per salvare l'esecutivo. Un autorevole dirigente forzista avrebbe fatto sapere che nella nuova "coalizione" vi sarebbero anche "fior di leghisti". Il senatore azzurro Cangini ha spiegato: "In vista del voto sul Mes, il ministro D'Incà ha chiesto ai gruppi di opposizione di tenere basse le presenze in Aula, a causa delle difficoltà tra i grillini".

Aria di crisi

I nervi sono testi e ora in molti hanno iniziato a guardare al Colle. Una posizione rilevante la ricopre indubbiamente il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Dice che non tollererà giochi di prestigio ma si atterrà al suo ruolo", riporta il Corriere della Sera. Ma se dovesse cadere il Conte bis lo scenario potrebbe essere il solito, ormai familiare: "Prima di sciogliere le Camere farebbe comunque un altro tentativo, come prevede la Costituzione". Alcuni 5S indecisi avrebbero addirittura chiesto consigli a Casini, che avrebbe rivelato: "Ragazzi, se restate di qua avete tre anni sicuri di legislatura. Se andate di là, chi lo sa... Uno promette e poi magari non mantiene".

Matteo Renzi, in alcuni colloqui riservati, avrebbe confermato la propria volontà di proseguire l'esperienza di governo, ma ha avvertito chiaramente: "La crisi ci sarà". E intanto oggi si prospetta un'altra giornata di bufera: questa mattina è in programma un dibattito in Aula sul tema del finanziamento della politica. Non è da escludere che il fondatore di Italia Viva nel suo discorso prenderà di mira la Casaleggio Associati. Giusto per alimentare ulteriormente il clima incandescente.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 12/12/2019 - 09:32

I "grillini" hanno un solo interesse, rimanere in Parlamento fino alla data fatidica, quando dal Quirinale si dovranno per forza indire nuove elezioni, nel rispetto di una Costituzione un po' antica, già troppo maltrattata. "Democrazia" significa "governo del Popolo", ma ormai il Popolo non conta più molto, mentre nel governo in carica ciò che conta é arrivare al traguardo per poi incassare il "vitalizio", una manna che scende dal Cielo, ma attraverso le nostre tasche. DEMOCRAZIA, dove sei finita?

Ritratto di FraBru

FraBru

Gio, 12/12/2019 - 09:53

Ci si lamenta, che l'Italia non venga presa sul serio all'estero, sempre lasciata al margine delle trattative che contano... ma si può pretendere altro, se si affida la guida del paese a personaggi così ridicoli, buffoni da spiaggia, imbroglioni da fiera paesana e specialisti da gioco delle tre carte? La repubblichetta italiota è uno stato da opera buffa, con una classe politica subalterna ad interessi stranieri e ruffiana dei cosiddetti "poteri forti". Sono ormai settanta anni, che in Italia non vi è un governo rispettato dall'estero, facciamocene una ragione.

Giorgio Rubiu

Gio, 12/12/2019 - 10:01

Non dureranno nonostante l'amore per la poltrona, per il vitalizio e per poter eleggere, nel 2022, un altro PdR favorevole come lo è stato Napolitano ce ci ha propinato una sequela di governi non eletti e decisi da lui. Vecchio vizio della sinistra di voler governare senza averne titoli e legittimazione popolare.

paolo1944

Gio, 12/12/2019 - 10:25

Romani, ti aspettavo al varco, per fortuna ti hanno silurato in F.I., vecchio democristiano d'accatto. Errore mortale di Berlusconi riempirsi di elementi come te,Verdini & C., che avete distrutto il partito. O, peggio ancora, rischio calcolato da B. che da 12 anni ha gettato la spugna. In ogni caso non siete più degni di rappresentarci, e tutti quelli fuori dal giro di intrallazzi lo hanno capito e vi hanno mollato.

sbrigati

Gio, 12/12/2019 - 10:39

Te pareva che non saltasse fuori qualche "responsabile" ad aiutare i dem. Guarda caso sono sempre forzisti, quando si dice la combinazione.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Gio, 12/12/2019 - 12:18

Egregio paolo1944, crede davvero che Verdini non sia divenuto un "responsabile" sponte sua, senza suggerimenti da parte di Berlusconi?

Ritratto di repvbbliQetta.

repvbbliQetta.

Gio, 12/12/2019 - 12:36

il premier giuseppinocchio lo sa bene, oltre a quelli DEL. pd ed ai loro COMPARI 5s son sempre pronti i RESPONSABILI di TRAGI TaGlia

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 12/12/2019 - 14:18

Per favore PUBBLICATE L'ELENCO DEI PARLAMENTARI DI CENTRODESTRA CHE A VARIO TITOLO NON HANNO VOTATO CONTRO IL MES!! Se c'era un'occasione nella quale venire a votare anche camminando sulle ginocchia, ERA QUESTA! Chi non l'ha fatto SIA ESPULSO DAL SUO PARTITO! E se invece si e' trattato di "ordini di scuderia", SI RENDA PUBBLICO QUALE PERTITO HA EMANATO SIMILI ORDINI, CHE POSSIAMO COMPRENDERE CHI, NEI FATTI, E' INAFFIDABILE O VENDUTO!!

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 12/12/2019 - 14:20

La mia paura e' scoprire che il fenomeno riguardi anche la Lega o FdI, vorrebbe dire che anche i piu' puliti HANNO LA ROGNA.

Ritratto di babbone

babbone

Ven, 13/12/2019 - 13:51

si dimetta almeno per essere coerente con gli studenti dove tornerà ad insegnare.