I disoccupati rifiutano già il lavoro: "Meglio aspettare il nuovo sussidio"

Boom di «no» nei centri per l'impiego: «Tanto guadagnerò lo stesso»

Milano - La bomba atomica del reddito di cittadinanza inizia già a produrre danni prima ancora che sia legge. Non si sa come funzionerà in modo preciso, ma un messaggio è già arrivato molto chiaro alla vasta platea di potenziali beneficiari del sussidio: 780 euro al mese per non fare niente sono un'occasione da non farsi sfuggire. Considerato che quella cifra è più o meno la stessa che viene offerta per un primo impiego o per un contrattino di lavoro a tempo, tanto vale prenderla senza lavorare. È quello che si stanno sentendo rispondere i centri per l'impiego in Lombardia (e se succede in Lombardia chissà cosa può succedere in Campania, in Sicilia o in Calabria). Invece di accettare un'offerta di lavoro, molti disoccupati iscritti ai centri per l'impiego rifiutano perché preferiscono aspettare il reddito di cittadinanza che dovrebbe partire nei primi mesi del 2019.

Il fenomeno è già stato registrato nei centri per l'impiego della provincia di Brescia: «Abbiamo assistito ad un vero e proprio boom di no - racconta un operatore al Giornale di Brescia -, sempre con la stessa motivazione: preferiamo aspettare il reddito di cittadinanza. In almeno due occasioni a fronte di un'offerta di lavoro proposta, mi è stato risposto che si sarebbe preferito aspettare qualche mese per incassare il reddito di cittadinanza dal momento che le cifre erano molto simili». Anche Confindustria ha segnalato l'effetto disincentivante che potrebbe avere la «non proporzionalità» tra i 780 euro del reddito di cittadinanza e lo «stipendio di primo impiego netto di un giovane, che per ottenere 830 euro deve lavorare 40 ore a settimana» come ha evidenziato il presidente degli industriali Vincenzo Boccia. In Europa, nei paesi in cui esiste un sussidio per i disoccupati, nessuno è generoso come l'Italia pentastellata che fornisce di fatto uno stipendio. A parità o quasi, conviene non lavorare, come stanno rispondendo i disoccupati ai centri per l'impiego bresciani. A Milano non si è ancora registrata questa reazione, anche se - ci conferma l'Afol, l'agenzia che gestisce gli uffici di collocamento nella provincia di Milano - gli iscritti iniziano a informarsi sul reddito di cittadinanza, magari facendosi due calcoli a casa se convenga o no accettare un'eventuale offerta di lavoro e perdere così i requisiti per l'assegno statale di Di Maio. Su Google i picchi di ricerche sull'argomento «reddito di cittadinanza» sono avvenuti all'inizio di marzo, cioè subito dopo la vittoria del M5s alle elezioni, e poi all'inizio di ottobre, quando il governo ha confermato che la misura sarebbe partita al più presto. In Rete si trovano già siti internet che spiegano come ottenerlo, pagine Facebook con questionario per «scoprire subito se puoi avere il reddito di cittadinanza», e consigli su come fare i furbi e ottenerlo anche se non se ne avrebbe il diritto. Ad esempio fingere di essere single per non sommare l'Isee del compagno, intestare ad un parente una casa per risultare nullatenenti, scorporare dallo stato di famiglia il reddito più alto. Ma sopratutto, avere un lavoro in nero, per cui si ha già un reddito ma per lo Stato si è poveri disoccupati da aiutare con il reddito di cittadinanza. Secondo Unimpresa c'è anche un altro rischio. Che lavoratori e datori di lavoro poco onesti si mettano d'accordo per un «licenziamento» da cui otterrebbero entrambi un vantaggio. Il lavoratore può sommare lo stipendio in nero al reddito di cittadinanza, il datore di lavoro risparmia i contributi e gli altri oneri sul contratto regolare. Insomma l'assegno pubblico M5s rischia di far esplodere parassitismo, lavoro nero e disincentivare l'occupazione. Proprio quel che serviva in Italia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

vince50

Mer, 14/11/2018 - 09:43

Meno gente che lavora,più soldi da dare a chi non lavora.Bella mossa,del resto per bisogna ricambiare il favore ricevuto attraverso il voto.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 14/11/2018 - 10:00

egregio paolo bracalini, all'ora ha ragione di maio, sulla "professionalità" pelosa dei giornalisti! lei per essere un giornalista non alla di maio deve scrivere sui fatti sulle notizie e sui numeri non con i "se" e i "ma" come fa in questo articolo, che prende i dadi del parassitismo lombardo(che è molto congruo)e lo scaglia su campania, sicilia è calabria.(quando ci saranno anche i dati di quelle regioni ne riparleremo) a proposito di brescia, dove lei cita il numero dei "parassita" patani, dovrebbe sapere che la prima richiesta di reddito di cittadinanza è stata fatta proprio nella "leonassa parassita" da una donna nel mese di giugno 2018 articolo apparso su questo giornale ma a lei non risulta: vada a sfogliare l'archivio di giugno!!

buri

Mer, 14/11/2018 - 10:13

il reddito di cittadinanza è l'incoraggiamento ai fannulloni, chi rifiuta un lavoro andrebbe escluso da quel reddito

rokko

Mer, 14/11/2018 - 10:23

L'articolo è puro buon senso, che però con questi non attacca. Facciamogli fare reddito di cittadinanza e quota 100, e dopo due anni saranno gli stessi che li hanno votati a prenderli a pedate.

rigampi51

Mer, 14/11/2018 - 10:37

Chi vuol esser lieto sia, di doman non c'è certezza Salvini ripensaci o la Lega farà KO

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mer, 14/11/2018 - 10:46

Il sussidio deve essere dato solamente a chi perde il lavoro, in attesa di un nuovo lavoro che deve essere proposto dai Centri per l'Impiego. Se diamo il sussidio a tutti coloro che sono disoccupati perché non hanno mai lavorato, avremo lavoratori in nero che percepiranno anche il sussidio. Di contro, il Ministero per il Lavoro, deve essere in grado di creare i presupposti per il lavoro. E di lavoro, solo di manutenzione del territorio, c'è né tanto.

babilonia

Mer, 14/11/2018 - 10:59

Questo reddito di cittadinanza è come direbbe il mitico ragioniere Ugo Fantozzi: una c....a pazzesca!

19gig50

Mer, 14/11/2018 - 11:25

Per prima cosa comunicare i nomi di coloro che rifiutano un lavoro ed escluderli dal reddito di cittadinanza. La fesseria proposta dai 5 stalle, comincia a dare i risultati... e se questi esiti sono stati rilevati in Lombardia, figuriamoci cosa succederà al sud. Matteo, renditi conto con chi ti sei messo. Molla tutto, torna nel cdx. Impedire al presidente di formare un suo governo e fargli sciogliere le camere per tornare a nuove elezioni.Con gli alleati costituisci un partito unico "Lega Federale Italiana", che ridarebbe valori anche al Federalismo che sembra dimenticato.

manfromutopia

Mer, 14/11/2018 - 11:40

Se uno rifiuta il lavoro non deve prendere il rdc e punto.Se gli stipendi sono cosi bassi devono essere aumentati e questo che deve fare il governo sgravando tasse delle imprese

Divoll

Mer, 14/11/2018 - 11:44

In altri paesi, il sussidio di disoccupazione viene erogato solo se il ricevente dimostra di star cercando lavoro: deve presentare settimanalmente le copie degli email mandati in giro con il proprio curriculum e gli email di risposta, sia negativa che con invito a sostenere un colloquio. Se il richiedente non cerca lavoro, il rubinetto viene chiuso.

jaguar

Mer, 14/11/2018 - 11:55

I disoccupati che percepiscono la Naspi, possono rifiutare un'offerta di lavoro non congrua fatta dai centri per l'impiego, ma se rifiutano senza motivo perdono il sussidio. E sarà così anche per il reddito di cittadinanza, chi rifiuta un lavoro non avrà diritto, o lo avrà solo in parte ai 780 euro.

27Adriano

Mer, 14/11/2018 - 12:19

Di maio, il bibitaro che non ha mai visto neppure da lontano il lavoro!!!!

nerinaneri

Mer, 14/11/2018 - 12:20

...sì, ma se saranno 780.000 lire ci faranno il pieno alla macchina...

batpas

Mer, 14/11/2018 - 12:27

Giggino, che tu non lo VOGLIA capire ci sta. Ma Salvini, tu quoque ?

routier

Mer, 14/11/2018 - 12:28

Era fatale che il reddito di "fannullanza" finisse per essere la greppia in cui mangiano i soliti parassiti. Le inefficienti strutture di controllo messe in atto dal governo lasceranno il tempo che trovano. (come sempre)

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 14/11/2018 - 12:33

reddito di cittadinanza, una porcata firmata 5 stalle, ovvero, pentiti komunisti emigrati nel partito cugino di campagna

luna serra

Mer, 14/11/2018 - 12:52

se viene approvata la legge prevede che debbano lavorare DUE ORE al giorno per il comune e fare corsi di aggiornamento quindi povco tempo per lavorare in NERO, poi se rifiuta per tre volte il lavoro perde TUTTO questo prevede la futura legge solo che i giornali non lo dicono

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 14/11/2018 - 12:56

moshe, smettila di ragliare, e discuti l'argomento dell'articolo, anche se non ti piace! tu di chi sei cugino di salaha aukbar o di qualche algerino?

Ritratto di Ardente

Ardente

Mer, 14/11/2018 - 13:00

una legge disastro come questa neanche i pddioti sono arrivati a concepirla al peggio non c'e' mai fine in questa povera Itaglia Penta bidoni sono una miscellanea di don Chisciotte, ecologisti da strapazzo e rigurgiti della sinistra oltre che una buona fetta di creduloni

Ritratto di Ardente

Ardente

Mer, 14/11/2018 - 13:05

@giovinap il difensore dell'immacolato Sud dove secondo il lettore il parassitismo e' al Nord e non al sud, dove l'abusivismo è concentrato al Nord e al sud niente, dove il Paese va avanti per merito del Sud e via discorrendo dove secondo li i patani come li chiam in maniera dispregiativa fossero solo autoctoni dimenticando che di ''patani'' originali ce ne sono molto meno mentre gli altri ''patani'' arrivano dalle regioni meridionali.... il che spiega tutto

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mer, 14/11/2018 - 14:18

giovinap: a Pomigliano d'Arco non faranno neanche la fila per chiederlo il reddito di cittadinanza. Tanto il loro compaesano lo ha già promesso a tutta la cittadinanza, la maggior parte della quale potrà tranquillamente continuare a lavorare in nero e percepire il nuovo sussidio. Prima di dare del parassita a qualcuno guarda in casa tua e, di conseguenza, taci.

ANTONIO1956

Mer, 14/11/2018 - 14:29

Questo il risultato ottenuto dal M5S. Chi rifiuta un lavoro NON deve ricevere alcun sussidio. Punto e basta.

Ritratto di afrikakorps

afrikakorps

Mer, 14/11/2018 - 14:29

Dacci oggi il nostro reddito di cittadinanza quotidiano e rimetti a noi debiti come Di Maio li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre a lavorare ma liberaci dal lavoro. Amen

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 14/11/2018 - 14:31

Se mai si farà, mi auguro che a chi dice NO non venga dato un bel nulla ma soprattutto che i centri per l'impiego siano in grado in tempi rapidi di dare delle proposte, altrimenti ci ritroveremo una marea di gente sul divano. A latere fa veramente specie che al mondo d'oggi ci siano giovani senza un minimo di dignità.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 14/11/2018 - 14:34

@manfromutopia. hai ragione, ma è più facile e porta più volti promettere soldi che lavoro, magari abbassando le tasse alle imprese.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 14/11/2018 - 14:42

ardente, continuiamo a non capirci, sole per che non sa leggere, dove a letto tutte le castronerie che ha elencato? come ho detto all'altro patano africano alle 12,56, stia ai fatti anche se non le piacciono, oggi stiamo discutendo l'articolo di bracalini e non di altro, se domani o altro giorno si parlerà delle percentuali di richiedenti il r.d.c. del sud allora discuteremo del sud, oggi sono di "scena" i parassiti lombardi! è inutile che cerca di svicolare per che io non la lascio scappare! su rilegga e si faccia aiutare da qualcuno più intelligente per capire.

Ritratto di .KuFu'..

.KuFu'..

Mer, 14/11/2018 - 14:51

per tanti il reddito di NULLAFACENZA sarà come gli 80 euro di rensie, un'adeguata integrazione allo stipendio del lavoro in nero

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 14/11/2018 - 16:21

cangrande17, mi sono scocciato di dire sempre le stesse cose,ai testoni patani come te! ora stiamo discutendo l'articolo di paolo bracalini che parla delle zecche parassite come te della lombardia, quando uscirà un articolo sul numero dei richiedenti del sud ne discutiamo; stai ai fatti, lascia stare l'invidia per di maio ti farà "saltare" il fegato!