I due prigionieri Usa sulla tv russa

Video diffuso da Rt. "Così siamo stati catturati". Silenzio di Washington

I due prigionieri Usa sulla tv russa

«Le forze russe hanno conquistato le nostre posizioni. Abbiamo dovuto ritirarci». È stato pubblicato dalla tv di Stato russa Rt il video dei due ex militari americani, Andy Tai Huynh, 27 anni, e Alexander Drueke, 30 anni, entrambi dell'Alabama, ex veterani dell'esercito Usa e volontari con le forze ucraine, dispersi a Kharkiv. Al momento non è chiaro in quali circostanze i due militari abbiano parlato e chi li detenga ma sono i primi statunitensi a finire in mano alle truppe di Mosca. Quel che entrambi raccontano è che dopo aver agito nella zona al fianco delle forze ucraine ed essersi nascosti per diverse ore, si sono arresi. Il canale Telegram di Rt ha anche pubblicato un video di Huynh, in cui spiega che lui e Alexander Drueke erano «impegnati in uno scontro con le truppe russe» nell'Ucraina orientale. I due, in altri video, cui dicono di essere «contro la guerra», in un russo esitante.


Drueke, come altri veterani, era partito per insegnare alle forze ucraine come si usano le armi americane. Ed è apparso in video nello stesso giorno in cui la tv «Russia Today» ha riportato che lui e un altro americano, l'ex marine Huynh, si erano arresi all'esercito russo dopo essere stati abbandonati dai comandanti ucraini. Un terzo veterano, l'ex ufficiale dei Marine Grady Kurpasi, risulta scomparso da aprile. Un quarto invece, Willy Joseph Cancel, è stato ucciso in maggio. L'amministrazione Usa sostiene di non sapere dove si trovano i tre ex militari scomparsi, ma ha sconsigliato agli americani di andare o di rimanere in Ucraina.
Un blogger russo, Timofey Vasilyev, aveva diffuso il giorno prima su Telegram una foto dei due combattenti catturati, ma in un primo momento anche le famiglie avevano dubitato dell'autenticità. Nello scatto, i due erano nel retro di un camion militare russo. Il Dipartimento di Stato americano si era subito messo al lavoro per verifiche. Si tratta della prima cattura di soldati americani in Ucraina da parte russa, in quello che potrebbe diventare un caso diplomatico con richieste di importanti concessioni agli americani in cambio della loro liberazione.


Intanto il governo ucraino ha comunicato lo scambio di cinque civili ucraini con altrettanti prigionieri russi. E il presidente Volodymyr Zelensku ha annunciato che è stata liberata un medico militare Yuliaa Paievska, che aveva documentato l'assedio di Mariupol. Nei giorni scorsi, Ucraina e Russia si sono scambiate più volte i corpi di soldati caduti e dall'inizio dell'invasione ci sono stati una decina di scambi di prigionieri.

Commenti