Politica

"I russi? Solo in Italia...". L'ultimo delirio social di Rula Jebreal

La giornalista amata dalla sinistra è un fiume in piena. Tra un allarme fascismo e un insulto gratuito, la paladina dei compagni sparge fango sull'Italia intera

"I russi? Solo in Italia...". L'ultimo delirio social di Rula Jebreal

Rula Jebreal vive nell’attacco e nella delegittimazione dell’avversario, questo ormai è noto. La giornalista amata dalla sinistra non ha preso bene la vittoria del centrodestra a trazione Giorgia Meloni alle elezioni del 25 settembre e su Twitter ha scatenato la sua rabbia. Insulti, offese, attacchi strumentali semplicemente vergognosi: Rula ha sfoderato tutte le armi a disposizione. Ora nel suo mirino è finito Bruno Vespa. In realtà, l’Italia intera.

L’ultimo delirio di Rula Jebreal

Tra un allarme fascismo e un arrembaggio alla Meloni, Rula Jebreal ha utilizzato il suo profilo Twitter per spargere fango sul Paese che tanta visibilità le dà. Direttamente dagli States, la giornalista ha preso lo smartphone in mano per un cinguettio al veleno contro l’intervista all’ambasciatore russo Razov ai microfoni di Porta a porta.

"Politici e propagandisti russi sono largamente sgraditi nelle democrazie occidentali, tranne che nelle trasmissioni italiane. L'Italia è un caso di studio di come la propaganda e la disinformazione russa stanno sabotando la democrazia", il j’accuse di Rula Jebreal. Munita della consueta sicumera, la scrittrice ha speso parole piuttosto dure contro l’Italia, definito come “l’unico paese europeo ad aver dato a Lavrov e Soloviev spazi in diretta per la loro propaganda xenofoba". Dimenticando, forse, che il mestiere del giornalista è quello di informare e mettere alle strette anche personaggi scomodi e sgraditi, non passare il tempo su Twitter a lanciare qualche ingiuria qua e là.

Le reazioni social

Un Paese denigrato senza mezzi termini. Un attacco frontale, categorico. Ma l’affondo di Rula non ha riscosso grande successo sui social: il tentativo di farsi pubblicità questa volta non è andato a segno. Molti utenti hanno accesso i riflettori sulla superficialità della Jebreal, spesso convinta di avere la verità in tasca. Ecco una carrellata di commenti comparsi su Twitter: “Forse veramente non conosci molto della cultura del nostro paese”, “Smettila di dire cazzate”, “Rula, stai andando fuori giri, fermati”. Una disfatta, l'ennesima: ritenta, sarai più fortunata.

Commenti