Italiano ammazzato in Costa Rica: correva nel parco

Tre minorenni lo hanno assassinato colpendolo con un coltello dopo aver tentato di rapinarlo

Italiano ammazzato in Costa Rica: correva nel parco

Tre minorenni sono sospettati dalla polizia costaricense per il brutale omicidio di un cittadino italiano avvenuto mercoledì sera in un parco della capitale San Josè.

La vittima si chiamava Gianfranco Pescosolido, aveva 56 anni, e in Costa Rica gestiva un albergo. Non sono al momento confermate le notizie citate dalla stampa locale, secondo cui l'uomo era stato indagato in Europa per reati connessi con gli stupefacenti.

Originario di Arce in provincia di Frosinone, Pescosolido sarebbe rimasto vittima di un tentativo di rapina maldestro e violento: i giovani assassini lo hanno ucciso a coltellate nel parco La Sabana, colpendolo al petto e all'addome.

Trasportato all'ospedale San Juan de Diòs, Pescosolido vi è giunto cadavere.

Al momento dell'attacco, l'italiano non aveva con sé denaro od oggetti di valore. Aveva l'abitudine di fare jogging nelle ore serali, approfittando del fatto che abitava nelle vicinanze del parco, del quale era un frequentatore abituale. Proprio il fatto che non avesse nulla di valore con sé ha probabilmente provocato la reazione rabbiosa dei giovanissimi rapinatori che lo hanno aggredito.

I tre ragazzi sono stati individuati grazie alla testimonianza di persone che hanno assistito all'assalto e hanno avvertito la polizia. Indagini sul delitto sono in corso.

Ad Arce abita Ernesto Pescosolido, fratello della vittima e piccolo imprenditore del settore dell'arredamento. «Non ho altre notizie se non quelle riferite dai familiari costaricani - ha detto ai giornalisti che lo hanno intervistato -. Emotivamente sono distrutto. Siamo in attesa di sapere cosa sia accaduto, l'ambasciata non mi ha ancora allertato».

Partito da Arce qualche anno fa, Gianfranco Pescosolido in Italia ha lasciato una moglie da cui si era separato e una figlia, Giulia. In Costarica aveva altri due figli.

In provincia di Frosinone gestiva un negozio di arredamento unitamente al fratello, ma, dopo la separazione, tutto è cambiato ed aveva voluto lasciare l'Italia per vivere in Costa Rica, dove si era dedicato alla gestione di un albergo.

Gianfranco Pescosolido era conosciuto come un appassionato di viaggi avventurosi: aveva girato soprattutto l'America Latina con la moto, ma anche in bicicletta e con il kayak.

Commenti