"L'80% di case popolari agli italiani". Ma la sinistra sbaglia la mira

Lerner e la Gruber contro gli esponenti di FdI: "Cifre fasulle". Ma così hanno usato i dati in maniera strumentale

Gad Lerner, nel suo articolo pubblicato su Repubblica, non le mandava a dire. Parlava di "cifre fasulle", dati non veri che Galeazzo Bignami e Marco Lisei avrebbero espresso "per muoverci a indignazione" contro i migranti. Parliamo dell'ormai noto video in cui i due esponenti di Fratelli d'Italia (uno deputato, l'altro consigliere comunale) mostravano i campanelli dei nuovi appartamenti assegnati a Bologna, in prevalenza a stranieri.

Non entreremo nel merito delle modalità. A sinistra si è parlato di "liste nere", schedatura, "segugi anti-stranieri". I diretti interessati si sono difesi, Giorgia Meloni ha ricordato che "i campanelli sono pubblici" e sarà forse il garante della privacy a mettere la parola fine alla querelle. Quel che qui ci interessa sono i numeri. Cioè verificare se la denuncia dei due esponenti emiliani è fondata, oppure no: Bignami e Lisei, infatti, contestano che le nuove assegnazioni di alloggi popolari a Bologna finisca nel 60% dei casi a cittadini non italiani.

Le accuse di Lerner e Gruber

Gad Lerner nel suo articolo scrive: "Naturalmente le cifre vere sono altre: quasi l’80% degli alloggi bolognesi Acer sono abitati da italiani". Salvo poi aggiungere come sia "vero che nel bando 2018 il 52% delle assegnazioni sono andate a famiglie extracomunitarie". I numeri forniti dal giornalista sono stati ripresi dalla Gruber nella puntata dello scontro di fuoco con la Meloni. "Peccato che nella realtà specifica - ha detto la conduttrice - non era vero quello che diceva il suo deputato, perché l'80% di alloggi popolari vengono assegnati agli italiani". Una mezza verità. O forse un utilizzo strumentale delle cifre.

I dati sulle case popolari

A Bologna gli alloggi popolari sono oltre 10mila e sì, nel 78% dei casi sono occupati da italiani e nel restante 18,32 da immigrati. Il fatto è che questo dato, citato da Lerner e Gruber, tiene in considerazione le assegnazioni storiche. Che risalgono alla notte dei tempi: ci sia permesso ricordare che le prime "Case per gli umili" rislgono al lontano 1926. Lisei e Bignami, invece, contestano le nuove assegnazioni, ovvero le case ogni anno concesse a nuovi inquilini. I numeri sono incontestabili: nel 2014 il 57,74 degli alloggi è finito a stranieri, nel 2015 è salito al 58,67%, per arrivare nel 2016 al 57,6%. Un dato aggregato è fornito anche da un report del Comune di Bologna: dal 2012 al 2016 gli assegnatari Erp sono in maggioranza (54%) cittadini non italiani. Infine, nel 2017, come riporta il Carlino, la quota di nostri concittadini si era fermata al 47%. E nel 2018, nell'ultimo bando, su 219 case consegnate il 52% è andato a extracomunitari, il 7,7% a cittadini Ue e solo il 40,1% agli autoctoni.

Secondo Bignami e Lisei servirebbero correttivi nei criteri di assegnazione previsti in Emilia Romagna. Per dare più punti agli italiani, bisognerebbe modificare "il requisito della residenza in regione" che dovrebbe essere di 10 anni minimo, "mentre ora è solo di 3". Una regola che avrebbe "indotto moltissime famiglie italiane che ne avrebbero bisogno a non presentare nemmeno la domanda, certi che non riuscirebbero mai ad accedere ad un alloggio popolare".

Maggioranza straniera

Se guardiamo alle graduatorie, infatti, la fotografia è la stessa. Nell'elenco ERP-6 (2016/2017), a fronte di 1.583 autoctoni vi erano ben 2.555 stranieri. Nella ERP-8 (2018), il 40,29% era italiano e il restante 59,71% immigrato. Percentuali simili anche nella graduatoria vigente ERP-9 (2019), dove su 5.412 persone, solo 2.257 sono nati nel Belpaese (41,70%) e ben 3.155 (58,3%) nel resto del mondo. In fondo anche il rapporto "Bologna, la domanda di casa" lo dice chiaramente: "A fronte di un numero di assegnazioni che nel tempo va diminuendo", si legge, sono "in via di aumento le assegnazioni di richiedenti non autoctoni". Va poi tenuto a mente un altro fattore. "Nel 2016 - spiega il rapporto - erano coinvolti in alloggi ERP 24.967 persone, tra queste il 68% possedeva cittadinanza italiana, il 32% cittadinanza non italiana". E questo nonostante a Bologna solo il 15% dei residenti sia straniero.

Commenti

marinaio

Gio, 14/11/2019 - 15:24

E voi vi mettete a discutere di lerner e gruber? Si vede che avete tempo da perdere.

glasnost

Gio, 14/11/2019 - 15:24

Ma è possibile che tutti questi intellò da ZTL non si rendano conto che gli Italiani hanno capito da tempo che con le loro chiacchiere li stanno prendendo per il kiulo? Non notano che la gente non li vota più? Pensano davvero che alla gente gliene freghi qualcosa del fascismo e dell'antifascismo dopo 70 anni che il fascismo non c'è più? Se continuano così Salvini ringrazia....

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 14/11/2019 - 15:24

anvedi se ppdioti e grulli danno la cittadinanza a tutti do tutti itagliani!!!

hectorre

Gio, 14/11/2019 - 15:26

lerner e gruber......hanno costruito la loro carriera mistificando la realtà e zerbinandosi vergognosamente alla sinistra.....”le tolgo l’audio”.......l’ultima perla della giornalista de la7 al nemico di turno....la grande Giorgia!!

baronemanfredri...

Gio, 14/11/2019 - 15:32

GRUBER E LERNER? SONO VENDUTI E TRADITORI. IO STO CON FRATELLI D'ITALIA IN QUANDO SONO UN PATRIOTA.

manson

Gio, 14/11/2019 - 15:36

Forse il messaggio non è chiaro: tutte le case devono andare agli italiani e non a stranieri anche se regolari se non dopo almeno 20 anni di tasse pagate.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Gio, 14/11/2019 - 15:38

Inoltre i numeri andrebbero rapportati alla numerosita' campionaria... Pertanto in proporzione la componente straniera suppongo sia (e di molto) superiore...

Dordolio

Gio, 14/11/2019 - 15:40

La storia dei campanelli mi fa venire in mente certe storie assurde della vecchia URSS. Appresi che il telefono, come è ovvio, era diffuso. Ma I NUMERI ERANO SEGRETI. Non erano pubblici, e non parlo di quelli di strutture "sensibili".... Evidentemente quello era un mondo che alla Gruber e a Lerner piaceva.

dredd

Gio, 14/11/2019 - 15:42

Ma dai lerner e la gruber sono improponibili

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 14/11/2019 - 15:44

....Perchè noi "ITALIANI" dobbiamo continuamente competere,dimostrare questo,quello,per non URTARE la sensibilità degli "INVASORI-ACCOLTI",ed alla fine essere FREGATI?Perchè tutto questo BUONISMO,nei confronti degli "INVASORI-ACCOLTI"?....Per raccogliere VOTI da loro?Ne vale la pena?....E perchè la stragrande maggioranza di "italiani" ancora a Marzo 2018,ha votato al 60% e passa partiti "accoglienti",con il 27% di "chissenefrega" di non votanti?Questo è un vero suicidio!

Italy4ever

Gio, 14/11/2019 - 15:49

Tutti numeri, per me dovrebbero essere al 100% degli italiani. Conoscendo i komunisti è la ragione per cui vogliono dare la cittadinanza agli extracomunitari!!! E via altri punti a Salvini!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 14/11/2019 - 15:53

@manson 15:36....Concordo!..."il suicidio dell'intelletto" continua!Prima(da oltre 40 anni),la stragrande maggioranza di "italiani",+il 30-35% di "chissenefrega"(quelli,che non votano,quelli che da qualsiasi parte tiri il vento,a fine mese la loro barca arriva comunque in porto...per ora...),ha favorito l'"INVASIONE-ACCOLTA",ed ora per concludere l'opera,di annientamento di 2500 anni di "nostra" cultura,non vuole che tutta questa gente(lontana secoli e secoli dalla "nostra" cultura),si OFFENDA!"Nostre" tradizioni(a parte il "credere" o meno,...come il sottoscritto),abbattute,welfare minato,sicurezza ambientale distrutta,etc.etc.....e in più li rende comodi dando loro case,welfare,e tutte le comodità possibili!Si può essere più babbei?

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Gio, 14/11/2019 - 15:54

La domanda che molti si pongono é la seguente:un cittadino straniero entra in Italia,ottiene il CdF,richiede subito una casa popolare e ottiene una serie di aiuti sociali,esenzioni,sanità gratuita,etc.Qual'é in Italia il numero di stranieri che hanno praticato questo percorso?Attraverso l'aiuto di chi?Quanto costa alle casse dello Stato tutto ciò?E' accettabile che i cittadini stranieri non indichino nella dichiarazione ISEE beni mobili e immobili posseduti nel Paese di origine,mentre un italiano ha l'obbligo in dich. dei redditi di inserire beni mobili ed immobili eventualmente posseduti all'estero?X quanto riguarda l'assegnazione di casa popolare il numero di figli (tra magrebini x es. é decisamente + alto rispetto alle famiglie italiane) determina una condizione provocante una serie di precipitati che favoriscono l'assegnazione allo straniero.X avere una visione corretta,poi,si deve tener conto della proporzione numerica tra stranieri e italiani.Ignorarla sarebbe mostruoso.

Giorgio Mandozzi

Gio, 14/11/2019 - 15:58

L'uso strumentale dei numeri è cosa nota. Ma gli artifizi della sinistra sono sconcertanti. Mi pare che dal 2014 (inizio dell'immigrazione di massa) ad oggi i numeri siano incontestabili con buona pace di Lerner e Gruber.

frabelli1

Gio, 14/11/2019 - 16:10

La sinistraSnob usa sempre datti sbagliati strumentalizzando le notizie a piacimento. Orai lo sanno tutti. Come quelle riportate dal grande giornale Repubblica dove, secondo questa “cartastraccia” avrebbe ricevuto 200 messaggi intimidatori al giorno. Invece ne ha ricevuto poco più di 190 in un anno. Ecco la manipolazione delle notizie che poi cavalcano dandole come reali.

antipifferaio

Gio, 14/11/2019 - 16:17

Dai...non si può scendere tanto in basso e prendere seriamente gente come Gruber e Lerner...

Ritratto di babbone

babbone

Gio, 14/11/2019 - 16:19

Perché se gli piacciono tanti sti stranieri non se li portano a casa loro.

gigi0000

Gio, 14/11/2019 - 16:25

Proviamo allora a vedere quali campanelli con cognomi italiani appartengano a emiliani e quali a immigrati d'altre regioni. La storia si ripete.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 14/11/2019 - 16:26

Ovvio da due giornalisti autoreferenziati non potevi aspettarti che solo numeri spalmati in un secolo di assegnazioni. Bravi Bignami e Lisei. Il vento ha cambiato direzione:uniti come centrodestra ce la faremo ad estirpare la mala pianta!

Ilsabbatico

Gio, 14/11/2019 - 16:35

Non ho mai trovato nella vita una persona di sinistra che ammettesse l'evidenza.....negano l'evidenza anche quando è lampante.

PieroBrutto

Gio, 14/11/2019 - 16:36

Gli italiani devono morire affinché una nuova Africa possa emergere in questo paese! (attenzione, sarcasmo!)

Anticomunista75

Gio, 14/11/2019 - 16:42

80% di case popolari agli italiani? se fosse vero, ma non lo è, sarebbe ancora poco, visto che fortunatamente gli italiani veri sono ancora più dell'80% rispetto alla popolazione totale. Facile sparare cifre impedendo con le minacce di "verificare sul campo", come hanno fatto 2 militanti di Fratelli d'Italia, vero Lerner e compagnia bella? siete finiti dispensatori di balle, la gente si è svegliata..

maxmado

Gio, 14/11/2019 - 16:43

Era ovvio che i due esponenti di FdI parlassero delle assegnazioni degli ultimissimi anni, la nonnina che è dentro una casa popolare da decenni, spero proprio che non venga cacciata per far posto a stranieri. Non penso si sia già arrivati a questo, ma con l'andazzo delle giunte di sinistra non mancherà neanche molto, mica per niente le stesse giunte, quando si rinnovano difficilmente vanno ancora alla sinistra, e meno male! Ma Gruber e Lerner fanno di tutto per mettere delle enormi fette di salame sugli occhi degli ultimi imbecilli che ancora votano a sinistra, ma fanno proprio la figura dei cioccolatai, senza offesa per i veri professionisti del cioccolato.

lorenzovan

Gio, 14/11/2019 - 16:49

invece la bella e la bestia o dati li adoperano in maniera corretta...huaauhuauuaaaa-...che pena non ci siano gli emoticons !!!!!

salmodiante

Gio, 14/11/2019 - 16:49

E' facile per gli stranieri presentare dichiarazioni ISEE fasulle, non dichiarando quanto detengono all' estero. Inoltre garantire l' alloggio popolare discriminando gli italiani innesca sicuramente delle tensioni sociali fra gli ultimi che devono sempre aspettare perché c'è sempre qualcun altro da favorire. Non meravigliatevi dei risultati della destra estrema in Germania e Francia, sono quegli ultimi disillusi dalle promesse del centro sinistra.

lorenzovan

Gio, 14/11/2019 - 16:50

dio mi salvi dai patrioti alla maniera di certi commentatori..che alla gruber e a lerner mi guardo io....lolololol

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 14/11/2019 - 16:53

Giorni fa una marocchina con due carte ha ritirato alla posta quasi 2mila euro. Prima faceva passarne una e dopo anche l'altra. Chi gli da tutti quei soldi?

buonaparte

Gio, 14/11/2019 - 17:01

proprio ora abbiamo incontrato una coppia giovane di italiani che vorrebbero sposarsi e fare un figlio , ma non lo fanno perchè non hanno la casa ed un lavoro sicuro e prima devono trovare una stabilità per far crescere il bimbo in sicurezza. DOBBIAMO DARE LE CASE POPOLARI A QUESTI GIOVANI-I SOLDI CON CUI SONO STATE COSTRUITE QUESTE CASE SONO VERSATI DAI LORO PADRI E NONNI.CAMBIAMO LE NORME PER L'ASSEGNAZIONE DELLE CASE POPOLARI - CHI HA VERSATO DI PIU COME GRUPPO FAMIGLIARE PRIMA DEVE AVERE LA CASA - QUESTA è MERITOCRAZIA .NON PRIMA GLI ITALIANI ,MA PRIMA CHI HA DATO PIU SOLDI E HA FATTO PIU DOVERI. NON CI SONO SOLO DIRITTI.

ulio1974

Gio, 14/11/2019 - 17:11

non capisco cosa c'entri dire il 60% di stranieri, solo il 30% di italiani....le case vanno date a chi ne ha diritto in base alle graduatorie. se poi le graduatorie vengono taroccate, questo è un altro discorso, deil quale se ne deve occupare la magistratura.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Gio, 14/11/2019 - 17:12

Basterebbe togliere le case ai sinistri e assegnarle ai non Italiani ! E' bello accogliere per buon cuore, lasciando in strada i nostri concittadini ! Tanto chi resta fuori è il popolo, mentre loro continuano a stare nelle loro case "importanti" e ogni tanto ne incontrano uno di extracomunitario, per strada mentre vanno in macchina, in tv o per farsi propaganda. Gli altri ci convivono ogni giorno !

ulio1974

Gio, 14/11/2019 - 17:13

do-ut-des 16:53: magari lavora??

Miky_Launio

Gio, 14/11/2019 - 17:14

Qualcosa non torna.i due esponenti di fdi vanno in giro per citofoni come due marmocchi e scoprono che oltre il 60 degli alloggi, almeno a giudicare dal nome riportato, viene assegnato agli stranieri. Poi si scopre che gli assegnatari stranieri in tutta bologba sarebbero meno del 30%. O i cognomi riportati sono di cittadini italiani (Se di cognome fai abdul sicuramente non vieni da Monza, ma potrebbe anche aver preso la cittadinanza qualche decennio fa) oppure come spesso accade qualche italiano ha subaffittato l'immobile. Pago 80 euro di canone, dentro casa ci piazzo una decina di pachistani, incasso più di mille euro et voilà, il pranzo multietnico è servito. Mi raccomando prima gli italiani.quelli onesti però.

sparviero51

Gio, 14/11/2019 - 17:25

BOLOGNA : CITTÀ LABORATORIO PER RIESUMARE IL COMUNISMO A FORZA DI FREGNACCE !!!

Romolo48

Gio, 14/11/2019 - 17:25

Gruber e Lerner sono credibili quanto le scie chimiche dei 5S.

hectorre

Gio, 14/11/2019 - 17:33

qualsiasi dato si può mistificare..è sufficiente scegliere l’anno che più ci interessa e il gioco è fatto!!...l’80% di case agli italiani, si ma qualche anno fa....ora le percentuali sono un tantino diverse....poi intervengono diverse associazioni che tutelano ed aiutano gli immigrati e gli italiani si trovano impantanati nella burocrazia...ormai siamo stranieri sul nostro territorio...chi non vuol vedere la situazione reale è in malafede.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 14/11/2019 - 17:41

@buonaparte 17:01...Certamente!Tutto quello di cui godiamo,è il frutto di generazioni di antenati!Non è piovuto dal cielo!Questi,dei veri e propri INVASORI,per il "collaborazionismo"sfrenato della maggioranza degli "italiani"(vedi ultime elezioni Marzo 2018),votanti e non votanti(i "chissenefrega" che sono il 27-30% ed a volte anche di più...),di tutto lo "stato profondo",stampa,sindacati,confindustria,enti pubblici,magistratura,esercito,marina,aviazione,vaticano,etc.etc.,sono ACCOLTI,ed automaticamente vengono loro concessi più diritti,di quelli accumulati dagli ITALIANI,in generazioni e generazioni,stravolgendo oltretutto la "nostra" cultura e la nostra sicurezza(che è andata a farsi benedire...)!

d'annunzianof

Gio, 14/11/2019 - 18:02

Queste notizie vanno date e approfondite prima delle elezioni per valersi pienamente del risentimento degl'Italiani. Mi ha anche impresso il commento di 'buonaparte 17:01'; questi sono punti che la destra dovrebbe martellare di piu`

sparviero51

Gio, 14/11/2019 - 18:09

IN QUESTO DISGRAZIATO PAESE GLI UNICI NUMERI GIUSTI, E NON SOLO , SONO QUELLI SCRITTI CON IL ROSSO !!!!!!!!!!!!!

ROUTE66

Gio, 14/11/2019 - 18:14

PERCHè PERSONE RITENUTE COLTE,SCIVOLANO SU SIMILI BANALITà LO SA SOLO IL PADRETERNO. SE SI CALCOLA LE CASE ASSEGNATE DAI TEMPI DI FANFANI(è stato LUI ha dare inizio alla costruzione di case popolari su grande scala)è certo che sono gli ITALIANI a farla da padrone. MA QUANTI ERANO GLI STRANIERI NEGLI ANNI 60/70/80/90. ONESTà VORREBBE CHE SI COMINCI A CONTARE DA QUANDO IN ITALIA è INCOMINCIATO L"ARRIVO DI STRANIERI,IN NUMERO RILEVANTE. ALTRI CONTI EVIDENZIANO SOLO LA MALAFEDE DI CHI LI FA

ciccio_ne

Gio, 14/11/2019 - 18:34

Due ad uso e consumo delle zecche rosse. Hanno la credibilità di Pinocchio. Ps: io sono per la plastica tax..hai effetti collaterali desiderati

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Gio, 14/11/2019 - 19:26

La faccina da imbroglioni ce l’avevano

killkoms

Gio, 14/11/2019 - 19:52

sarebbe anche giusto!

killkoms

Gio, 14/11/2019 - 19:54

sto min ky one ma l'articolo lo hai letto?

ziobeppe1951

Gio, 14/11/2019 - 20:36

stamikia...19.26...e si ..i preti pedofili, non avevano forse la faccina da imbroglioni?

orionebello

Gio, 14/11/2019 - 21:00

Si certo dite quello che volete intanto questi 2 bravi figlioli e fdi dovranno subire un processo per avere infranto la legge sulla privacy hihihihihi che geni

Ritratto di saggezza

saggezza

Gio, 14/11/2019 - 22:01

e chi ha la tessera del partito ha più possibilità di essere assunto nelle coop? Io penso si si.

Divoll

Gio, 14/11/2019 - 22:12

Sapete come risolverei il problema? Semplice: niente case popolari agli extracomunitari se non vivono in Italia da almeno 30 anni.

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 15/11/2019 - 08:02

tutta l'italia conosce le opinioni politiche della kompagna milionari aguber e di quel kompagno che insiste nel farsi chiamare Lerner: primati eccezionalmente dotati di acume politico e di ottima parzialità. peccato che non partano per cuba o per il venezuela con il loro fraterno amico mario Monti, ma non in vacanza ma per restarci nel costante ricordo di quel sogno castrista oramai tramontato

valerie1972

Ven, 15/11/2019 - 09:50

@marinaio, già tempo perso. E' molto meglio lasciare a Lerner e Gruber il beneficio dell'ultimo salvataggio in memoria, che ovviamente sono le loro menzogne, in modo che l'utente televisivo medio capisca come sono informati e senza malizia i kompagni e come invece sono sprovveduti e tendenziosi i complottisti di destra. Altrimenti come potrebbe andare avanti il Paese se gli togli la sua bella fandonia così rassicurante del clima d'odio?

Mannik

Ven, 15/11/2019 - 11:06

De Lorenzo, specchi ne abbiamo? E vergogna?