L'Economist rompe il tabù: "Votate No al referendum"

Mentre tutti i quotidiani finanziari evocano scenari apocalittici, il settimanale rivela cosa c'è davvero dietro la riforma

Dal Wall Street Journal al Financial Times, dai guru agli "sponsor" dello spread. Il mondo della finanza sembrava compatto nell'agitare lo spauracchio del tracollo nel caso in cui gli italiani il prossimo quattro dicembre boccino le riforme costituzionali messe a punto dal governo Renzi.

Ma finalmente c'è una voce dissonante che rompe il tabù. E lo fa con un lungo articolo che lascia ben pochi dubbi a partire già dal titolo: "Perché l'italia dovrebbe votare No al referendum", scrive oggi l'Economist. "Questo giornale ritiene che gli italiani dovrebbero votare no", si legge nell'editoriale a corredo di un servizio sulla situazione politica italiana nel numero di questa settimana, "La modifica alla costituzione promossa da Renzi non affronta il problema principale, cioè la riluttanza dell'Italia a fare le riforme, e offende i principi democratici. A cominciare dal Senato che non sarà eletto. Al tempo stesso la legge elettorale che Renzi ha fatto approvare per la Camera conferisce un potere immenso a qualunque partito che consegua una maggioranza nella camera bassa e, attraverso diversi meccanismi, garantisce che il più grande partito comanderà con il 54% dei seggi mentre il primo ministro avrebbe un mandato per i prossimi cinque anni".

E non solo: "Le dimissioni di Renzi non sarebbero la catastrofe che molti in Europa temono", dice senza mezzi termini il settimanale. Che invece dà la colpa del clima che si è creato poprio al premier italiano: "Ha creato la crisi collegando il futuro del governo al test sbagliato". "Gli italiani non avrebbero dovuto essere ricattati", spiega l'Economist, "Renzi avrebbe fatto meglio a battersi per migliori riforme strutturali". Come quelle del sistema giudiziario e della scuola.

E dopo Renzi? "L’Italia potrebbe mettere insieme un governo tecnocratico, come molte volte è accaduto in passato. Se, tuttavia, la sconfitta referendaria dovesse scatenare la fine dell’euro, significa che la moneta unica era così fragile che una sua distruzione sarebbe stata solo questione di tempo".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Fjr

Gio, 24/11/2016 - 19:14

Ogni tanto qualcuno scrive cose sensate

abocca55

Gio, 24/11/2016 - 19:16

Questa è bona, bella e intelligente, ragion per cui dà fastidio a molti. Riguardo a l'economist, era contro Berlusconi, così come è contro Renzi che ambedue hanno il torto di non far parte della WTO nè del bildelberg. Era invece solidale con Monti.

diesonne

Gio, 24/11/2016 - 19:24

diesonne londicono anche i bambini:non si può abbetere una casa per rifare il tetto-non si può abbattere una costituzione per nulla quando è sufficiente correggere solo le norme obsolete e inutili chiaro-vate no e tutto sarà più semplice

VittorioMar

Gio, 24/11/2016 - 19:24

...ELEMENTARE:HANNO CAPITO CHE NON RIESCONO PIU' A "PLAGIARCI" ed "INFLUENZARCI"..!!

geronimo1

Gio, 24/11/2016 - 19:26

Una voce fuori dal coro??? Non hanno fatto in tempo a comprarli o a minacciarli...!!!!!

Klotz1960

Gio, 24/11/2016 - 19:28

Questa e' veramente una brutta notizia. Sono diversi anni che l'Economist le sbaglia tutte, da Berlusconi alla Brexit a Trump. Succede sempre il contrario di quello che predice. Se mantiene il suo invidiabile standard, dovrebbe quindi vincere il si. Speriamo di NO.

aldoroma

Gio, 24/11/2016 - 19:28

A casa tutti questi non eletti votate NO

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 24/11/2016 - 19:29

Bhe, é comunque da prendere con le pinzette. L'economist si é sempre schierato politicamente e mai veramente finanziariamente. Questa é una guerra di lobbies ed al popolo non interessa.

greg

Gio, 24/11/2016 - 19:35

E se lo dice L'Economist che diceva miracoli di Napolitano, Mari-o-Monti e di questo (s)governo italiano, è evidentissimo che basta leggere il testo del referendum per capire che dietro c'è il tentativo della sinistra, e Renzi capo in testa, di trasformalo in un regime politico della sinistra che vuole fare solo i c.a.z.z.i suoi. Si deve votare NO, e per farlo capire anche di più, premere con la matita che non possa essere cancellato, perchè è poco ma sicuro che allo spoglio la sinistra farà di tutto per brogliare

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 24/11/2016 - 19:38

Cribbio!!! Ma questi dell'Economist sono peggio della Cassandra.

Ettore41

Gio, 24/11/2016 - 19:40

Cara Boschi, la posizione del braccialetto di colore verde sul suo braccio destro e' sbagliata. Da un ministro della Repubblica e' inaccettabile.

Silvio B Parodi

Gio, 24/11/2016 - 19:43

ah si??? ma va! si e' svegliato in po in ritardo l'Economist, certo che certi giornalai sono proprio duri di comprendonio, come negli Usa. Hanno strillato ai Quattro venti, che Hi lary era in vantaggio tutti I giorni tutte le ore e le tv dietro ormai ha vinto la Clinton, 12 punti, no solo 7 ma reuter rilancia la Clinton vincera' col vento in poppa Trump non puo farcela e' truppo in dietro ah si??? che ciarlatani!!!!!

manente

Gio, 24/11/2016 - 19:43

Evviva ! Finalmente una voce libera che dice agli italiani quella verità che i vergognosi media nostrani fanno di tutto per nascondere. Speriamo che, come per il Brexit, questo sia il "De Profundis" per Renzie e l'accozzaglia di bugiardi suoi sodali che pensano di potersi prendere gioco impunemente dei cittadini!

Cheyenne

Gio, 24/11/2016 - 19:44

NON C'ERA BISOGNO DELL'ECONOMIST PER CAPIRLO SE RENZI VA VIA FORSE POTREMO MIGLIORARE LA SITUAZIONE PURCHE' NON VENGA LETTA (MARE NOSTRUM), MONTI (CHE BELLO CAMBIARE LAVORO NELLA VITA), E ALTRI IDIOTI TIPO GRASSONE

giolio

Gio, 24/11/2016 - 19:44

l‘Economist ,non esiste neanche lontanamente di ciò che era fino a 20 anni fà oggi ci sono quattro sbarbatelli (redattori) guidati su tutto ciò che devono fare alla tastatura del personalcompüter .

giolio

Gio, 24/11/2016 - 19:44

l‘Economist ,non esiste neanche lontanamente di ciò che era fino a 20 anni fà oggi ci sono quattro sbarbatelli (redattori) guidati su tutto ciò che devono fare alla tastatura del personalcompüter .

Tuvok

Gio, 24/11/2016 - 19:45

Perchè non avete citato questa SPLENDIDA FRASE? “If, though, a lost referendum really were to trigger the collapse of the euro, then it would be a sign that the single currency was so fragile that its destruction was only a matter of time.” TRADUZIONE: Se comunque, un referendum perso dovesse veramente provocare il COLLASSO dell’EURO, questo sarebbe un segnale che la MONETA UNICA era così fragile che la sua DISTRUZIONE era solo QUESTIONE di TEMPO. Se l’Economist scrive una cosa del genere vuol dire che l’euro è decisamente in AGONIA ed è tempo, per loro, di salire sul carro del vincitore, cioè il nuovo asse USA UK.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 24/11/2016 - 19:48

Beh, se non erro verso il 2005 la Lega Nord aveva fatto un gesto plateale mandando al rogo, simbolicamente, circa 130.000 (?) leggi ... poi essendo decaduto per volontà del popolo e nel nome della nazione il governo Berlusconi-Lega nel 2006 nulla si è più saputo. Riuscirà la Fata Turchina a mettere in riga il Pinocchio nazionale?

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Gio, 24/11/2016 - 19:48

Se vince il No si va a votare x le politiche nel 2020. FORSE.Il barile hanno finito di raschiarlo e continuano ad andare nel vuoto nel nulla non si rassegnano"DEVONO GRATTARE"Sento PUZZA DI INCIUCIO MODERATO & BOLSCEVICO come storia REPUBBLICANA insegna.

Biagiotrotta

Gio, 24/11/2016 - 19:49

finalmente qualcuno che ragiona, la riforma costituzionale non è una priorità è soltanto voluta e dettata dalle banche vedi J.P. Morgan. invece di pensare a riformare davvero la giustizia connla responsabilità oggettiva dei giudici che utilizzano la carcerazione preventiva con leggerezza, per non parlare della scuola dove il pinocchio fiorentino ha creato soltanto altri precari e in nolte scuole adesso insegnano addirittura gente neanche abilitata neanche laureata ma con una semplice messa a dispisizione. Votiamo NO è l'unica arma per mandarlo fuori dalle palle

Pensobene

Gio, 24/11/2016 - 19:52

Il buon Renzo mi fa pensare a quei tizi che appiccano un incendio e poi corrono a spegnerlo per poter dire: guarda che bravo! Eh se non ci fossi stato io come avreste fatto?

Ritratto di combirio

combirio

Gio, 24/11/2016 - 19:52

L' Economist dimostra come è lontana dalle questioni italiane. Il Premier non ha poteri a sufficenza nemmeno per ridurre le Ferie dei Giudici. Questo l'ha dice lunga sulle nostre istituzioni. Votate NO per fare felici da Bersanov a De Mita, da Baffino a Grillo.

Ernestinho

Gio, 24/11/2016 - 19:54

In tutti i casi sono cavoli nostri. La smettano gli stranieri di entrarci!

pier1960

Gio, 24/11/2016 - 19:59

se vince il no è una catastrofe.... per questi personaggi inqualificabili che ci "governano" da 1.000 giorni (banca etruria con guadagni degli amici e fallimento dei comuni mortali, fabbrica dell'accoglienza, leggi senza copertura, tagli a posti letto, scuola pubblica e scusate le dimanticanze..)

GabrieleD.97

Gio, 24/11/2016 - 19:59

Grande l'Economist!

adal46

Gio, 24/11/2016 - 20:03

Finalmente una voce fuori dal coro (stonato...). Se qualcuno l'ha messa in politica è stato proprio l'uomo di rignano, che poi per difendere l'indifendibile è trasceso su ogni fronte aggredendo chiunque avversi il suo pensiero: BELLA DEMOCRAZIA! Solo questo dovrebbe far pensare molti.

edo1969

Gio, 24/11/2016 - 20:08

Ma dai, the economist? quello che titolava "unfit to lead Italy" e "the man who screwed an entire country": fatevele tradurre e sappiate che non parlavano di Renzi. Ora onvece è la voce "finalmente fuori dal coro", quella che tutti aspettavamo, la stampa non di regime. Ma iatevenn va'

Ritratto di grandi

grandi

Gio, 24/11/2016 - 20:08

bravo economist speriamo lo capiscano in tanto a cosa andavamo in contro

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 24/11/2016 - 20:15

QUELLA IN FOTO E' LA SCROFA?

g-perri

Gio, 24/11/2016 - 20:29

Non sembra vero leggere quanto hanno scritto all'Economist. Che siano improvvisamente rinsaviti?

Tarantasio.1111

Gio, 24/11/2016 - 20:30

Il sig. Mastrota dicasi preoccupato...corre voce che la Boschi in compagnia di Renzi vogliano soffiargli il posto di venditori in televisione...

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Gio, 24/11/2016 - 20:31

Finalmente "qualcuno" che ha il coraggio di dire come VERAMENTE stanno le cose! Ma NOI... le conoscevamo già.

gigetto50

Gio, 24/11/2016 - 20:32

.....ahiiii.....ma gli Agnelli avranno preventivamente consultato Marchionne?

Una-mattina-mi-...

Gio, 24/11/2016 - 20:44

Another Brick in the Wall

Ritratto di SantiBailor69

SantiBailor69

Gio, 24/11/2016 - 20:51

Bene, finalmente una voce fuori dal coro che ti dice come stanno veramente le cose: maggioranza certa del maggior partito; mandato del primo ministro per 5 anni STABILI; tutte ragioni per votare: SI, SI,SI!

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 24/11/2016 - 20:52

... e la ragazza immagine, ride ...

Blueray

Gio, 24/11/2016 - 20:52

Bene, ci voleva, scommettiamo che adesso anche altri poteri forti cambiano idea? Rotto il ghiaccio, è probabile che renzi verrà scaricato da tutti. L'errore più imperdonabile è stato quello di architettare riforme "sui generis", non per il bene del Paese ma finalizzate alla perpetuazione nel tempo della sinistra al potere, togliendo democrazia al popolo e rinunciando a quelle riforme, urgenti e indifferibili, che possono rimettere in moto la crescita, non ultima una severa gestione delle migrazioni senza la quale l'Italia non reggerà a lungo.

maurizio@rbbox.de

Gio, 24/11/2016 - 20:52

Oddio se l'Economist dice una cosa normalmente è quella sbagliata. Stavolta è dura. Io devo dire la verità sono molto indeciso. Questa frase è vera : Al tempo stesso la legge elettorale che Renzi ha fatto approvare per la Camera conferisce un potere immenso a qualunque partito che consegua una maggioranza nella camera bassa. Ecco immaginiamo che ritorni il vento di destra... il potere immenso non sarebbe necessariamente un problema. In USA se un partito ha Congresso e Presidente ha effettivamente un potere immenso. Tutto il potere ad esser precisi. Beh solo così si ha la possibilità di cambiare un Paese dalle fondamenta. Beh perché dovremmo avere paura di questo? Solo perché il potere potrebbero prenderlo gli altri!? È un atteggiamento che mi è estraneo: scappare dalla battaglia perché potresti perderla é l'unico modo per perdere sicuramente.

maurizio@rbbox.de

Gio, 24/11/2016 - 20:54

@combirio - Il tuo è un argomento forte.

conviene

Gio, 24/11/2016 - 20:59

falsi bugiardi seriali voi del giornale

Triluiso

Gio, 24/11/2016 - 21:08

CxxxxxI:_ Non vi ricordate quello che l'Economist, questo giornale che ha sempre disprezzato l'Italia, diceva di Berlusconi? Adesso gli fate da cassa di risonanza, pur di criticare Renzi. Spero proprio che un SI vi seppellisca (uno che ha sempre votato per il centrodestra, quando Il Berlusca non era suonato, e non si faceva condizionare da quella combriccola di leccapiedi che ha intorno).

mariolino50

Gio, 24/11/2016 - 21:15

combirio IO facevo un lavoro nocivo e pericoloso, e avevo più ferie dei giudici, ma non è roba che decide il premier, ma i contratti di lavoro. Oggi hanno ancora usato la fiducia per approvare cosa vogliono, stuprando il parlamento, mentre il vero potere dovrebbe essere lì, ma eletto senza regalie, e non dipendente da nessuno.

killkoms

Gio, 24/11/2016 - 21:18

l'ecomunist ha scoperto l'"acqua calda"!

killkoms

Gio, 24/11/2016 - 21:21

@inhocsignovinces,la "legislatura" finisce comunque nel 2018 (e non sono previste proroghe)!

diegom13

Gio, 24/11/2016 - 21:37

@combirio: più semplicemente, il Premier in Italia non esiste. In Italia il governo è collegiale, e per questo il capo si chiama Presidente del Consiglio. Premier è un'altra cosa. Renzi comunque non avrà i poteri per tagliare le ferie ai giudici, ma mi pare che abbia dimostrato di averne abbastanza per devastare la scuola e il lavoro, farsi una legge elettorale su misura, occupare tutto quello che poteva occupare e mo' anche rifarsi la Costituzione a misura sua. Vedi un po'...

giovanni PERINCIOLO

Gio, 24/11/2016 - 21:42

Ma che cattivoni quelli dell'Economist, come si permettono di smentire il bischero e maria-etruria???

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 24/11/2016 - 21:55

@abocca - fattene una ragione. Resterai "abocca" asciutta il 4 dicembre. Chiacchera quanto vuoi, il risultato non cambia. La gente non vuole la vostra supponenza e presunzione.

carpa1

Gio, 24/11/2016 - 22:26

Egregio sig. "ECONOMIST", guarda che a queste conclusioni ci sarebbe arrivato prima di lei monsieur LAPALISSE e, prima ancora, ci sono arrivati quelli che pensano di votare NO. Non bisogna mica essere dei geni per capirlo, basta avere anche solo un po' di sale in zucca.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 24/11/2016 - 22:40

Il primo giornale, dopo questo, a dire le cose come stanno? Non sono arrivate ancora le minacce? Avete delle buone guardie del corpo? Bravi. Vi ammiro. Dite la verità, non come gli altri prezzolati.

pensaepoiagisci

Gio, 24/11/2016 - 22:42

evidentemente il sentore della VITTORIA DEL NO..inizia a far proseliti ..che iniziano a salire sul carro dei vincitori :-)

Ritratto di giorgio51

giorgio51

Gio, 24/11/2016 - 23:24

NO NO NO NO NO NO NO NO NO NO

Ritratto di combirio

combirio

Ven, 25/11/2016 - 00:19

@diegom13....Non stò approvando in toto l' operato di Renzi ma vorrei un Personaggio Premier che possa governare la nave Italia! Subiamo dall' Europa, non siamo capaci ad imporci per bloccare un barcone di immigrati, le nostre città si apprestano a diventare invivibili in mano a degrado galoppante e criminalità, adesso col referendum avremo la possibilità di esprimerci con un SI o con un NO. In alternativa al SI diremo per assurdo che le cose ci vanno bene così, è lecito chiedere di dare dopo 70 anni un taglio. In alternativa avremo un 4° Governo Tecnico, magari guidati da Mol-Letta, Grasso, e nella peggiore delle ipotesi un resciuscitato Monti. Pensi di essere così ottimista che andando alle elezioni con un Proporzionale di fare tranquillamente tutte le riforme del mondo senza essere andato in recessione e con un economia ai minimi termini?

hectorre

Ven, 25/11/2016 - 00:30

IO VOTO NO e poco m'importa se a dirmelo è l'economist o berlusconi...il mio voto è contro un governo di figuranti incapaci e maneggioni...la firma boschi sulla riforma sarebbe gia un valido motivo per dire NO!!!...trovo squallido lo schierarsi di tanti vip o presunti tali a favore del si......come è successo in america!!...de niro verrà in italia???...madonna e tutti gli altri milionari emigreranno????...tutti a piangere, dall'alto dei loro conti milionari .....buffoni!!!!

hectorre

Ven, 25/11/2016 - 00:37

conviene....la fine è vicina..ahahah....il tuo amato premier farlocco trasloca al paesello!!!...come farai!!!!!....dai tuoi commenti..pardon markette..patetici ma pacati sei passata all'isterismo e all'insulto....ahi..ahi....debolezza e disperazione che anticipano la disfatta...bye bye

Iacobellig

Ven, 25/11/2016 - 05:59

COMINCIANO A CAPIRE CHE RENZI E BOSCHI HANNO FATTO IN PASTROCCHIO RIDUCENDO LA PARTECIPAZIONE POPOLARE AL VOTO! NON È POSSIBILE CONDIVIDERE UNA RIFORMA FATTA DA UN INCOMPETENTE E UN'IMMATURA!

stefano.colussi

Ven, 25/11/2016 - 06:56

.. era ora .. qualcosa si muove .. stefano colussi, cervignano del friuli, udine, italy

Libertà75

Ven, 25/11/2016 - 07:30

@maurizio, quando si fanno esempi, che almeno siano congruenti. Negli USA si votano Presidente, deputato e senatore. Se poi il popolo attribuisce democraticamente su 3 schede la maggioranza ad un partito ok. Invece qui si vuole fare un Senato in mano PD e la Camera con un forte premio di maggioranza. Il fatto che lei e combino facciate esempi ad minchiam favorisce il no. Dove si parla che il premier ha diritto di modificare le ferie dei giudici? Riesce a tirare fuori qualcosa di vero senza mentire?

TheSchef

Ven, 25/11/2016 - 07:42

Economist? ahahahahahah

19gig50

Ven, 25/11/2016 - 07:51

Via la cavalla bazzuta.

FRANKBENELLI

Ven, 25/11/2016 - 08:00

@conviene, come sta? Dormito bene o come al solito con il popò scoperto? Non occorre uno studio analitico approfondito per prevedere l'affermazione del NO che non dipende dai presunti "falsi e bugiardi seriali" de il Giornale, bensì dalla stupidità del governo Renzi & Co., supportato da milioni di conviene affetti da frenastenia insanabile e che preferiscono essere presi per il popò "piuttosto che..." Buonanotte Signora, si copra bene prima di addormentarsi.

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 25/11/2016 - 08:05

Non voglio dire che un giornale sia meglio di un altro e che l`intelligenza di un giornalista sia più fine di una o dell`altra persona. QUELLO CHE MI CHIEDO, È IL PERCHE QUANDO È TEMPO DI VOTAZIONI TUTTI RAPRESENTANTI DEI PARTITI REGGENTI RIPETONO AI SETTE VENTI IL BENE CHE FATTO AL PAESE E ALLA POPOLAZIONE, QUANDO, LA REALTÀ È TOTALMENTE CONTRARIA!!! Secondariamente, gli italiani non avrebbero dovuto essere ricattati ne degradati come è stato fatto dalle FEMMINISTE ,(le Miss Parlamento) e da alcuni MATUSA che stanno andando in PENOPAUSA!!! Se in Democrazia, la popolazione è Sovrana, questa Democrazia, deve essere rapresentata da gente scupolosa e diligente, NON DA BOCACCIONI CHE CORROMPONO CON RICATTI!!! Ed infine, come nel settore libero, tutti coloro che sbagliano devono pagare di tasca propria, e licenziati su due piedi. """SPECIALMENTE COLORO CHE MANEGGIANO IL DANARO PUBBLICO"""!!!

A.Santagostino

Ven, 25/11/2016 - 08:10

L'economist lamenta che il nostro Senato non sarà eletto, come leggo nel pezzo qui sopra. La House of Lords, il corrispondente del nostro Senato, neppure lo è. La democrazia di Westminster è considerata tra le più belle al mondo, sicuramente la più antica. Un Senato non eletto (ma nel caso della riforma costituzionale non è proprio così), non lede dunque la democrazia. Membri del WTO sono gli Stati, non le persona fisiche. L'Italia del WTO ha sempre fatto parte.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 25/11/2016 - 08:14

VOTA SI, SE: sei contento di come questo governo affronta i problemi dell' invasione senza controlo, dell' accoglienza, della redistribuzione, delle requisizioni, della sicurezza nei luoghi pubblici e in casa tua; hai fiducia nella democraticità dei metodi della lobby al potere e delle sue promesse, nella onestà dei loro componenti, dei loro amici e parenti; hai la certezza che come cittadino non sei destinato a non contare nulla o quasi; che potrai difendere te stesso e la tua famiglia senza incorrere, da vittima, in pesantissimi sanzioni penali e risarcimenti ai deliquenti; le riforme sono fatte tecnicamente bene, sono state fatte con metodi parlamentari democratici e pluralisti, e siano tali da non creare conflitti di competenze tra le istituzioni e non possano essere fatte, invece, da tutto il Parlamento in rappresentnza del Popolo sovrano e non suddito europeo. Se hai queste certezze, non esitare:VOTA SI. Il NO lascialo agli altri.

Massimo

Ven, 25/11/2016 - 08:28

Timeo Danaos et dona ferentes. L'ecomunist è un giornale inaffidabile, come sempre. Non credo al suo NO, ma credo che abbiamo capito come noi Italiani odiamo farci dire dallo straniero e dalle consorterie come votare. Così l'unico modo per far vincere il sì è dichiararsi per il NO. Non facciamoci ingannare. Votiamo NO e bastoneremo anche quelli.

Ritratto di wciano

wciano

Ven, 25/11/2016 - 08:30

Se un giornale estero dice sì "è una grave ingerenza alla politica interna italiana" se dice no "finalmente una voce autorevole fuori dal coro". Bisogna prendere una decisione...

ilbarzo

Ven, 25/11/2016 - 08:42

Per quanto mi riguarda avrei votato ugualmente NO,qualsiasi sventura annunciata fosse stato possibile verificarsi.Adesso con la smentita dei grandi giornaloni Wall street journal,Financial Times i quali invitano a votare no,credo che le possibilità del NO alla riforma,di moltiplicheranno e Renzi potrà cosi perdere quel referendum a larga maggioreanza su cui lui si sarebbe sentito legittimato a Palazzo Chigi,mentre invece cosi non è.Renzi è abusivo e basta,abusivo come quei clandestini che occupano appartamenti.

glasnost

Ven, 25/11/2016 - 08:43

Il vero problema dell'Italia è il sistema giudiziario. Se non si cambia quello, tutto il resto non serve a nulla, solo a raggirare i poveri italiani che credono alle favole.

ilbarzo

Ven, 25/11/2016 - 08:48

Adesso Renzi chissà cosa si inventerà per fare brogli,oltre a quelli già fatti con le lettere inviate ai cittadini italiani all'estero.Poichè il Bomba di Rignano non ha alcuna intenzione di lasciare il potere,quel potere mai avuto dai cittadini.

ilbarzo

Ven, 25/11/2016 - 08:53

Renzi e la Boschi non hanno sicuramente gradito la notizia.Ciò affonda ancor più la loro possibilità di una vittoria referendaria e con essa la legittimità a stare a Palazzo Chigi.Siete abusivi, o forse vi serve un disegnino per farvelo entrare in quelle testoline vuote.

idleproc

Ven, 25/11/2016 - 08:59

In sintesi, la banda dell'economist che ha sempre giocato contro gli interessi italiani, ormai quasi certa che vincerà il NO, non vuole elezioni e "consiglia" di piazzarci l'ennesimo governo cosiddetto "tecnico" ed eterodiretto.

Gianca59

Ven, 25/11/2016 - 09:07

Ehilà amici del Giornale, ora l' Economist diventa credibile ? Basta fare una ricerca in rete delle copertine con Berlusconi per dedurne facilmente cosa è stato scritto in passato di quella testata .... Se tanto mi da tanto bisogna votare SI.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 25/11/2016 - 09:12

Se pensiamo che la vita degli Italiani e dell'Italia è stata appesa a 'sto benedetto referendum, con tutte le riforme che invece potevano fare per migliorare il paese, vedi giustizia, sanità ecc. ecc. l'articolo mi sembra una delle cose più logiche e sensate che siano state scritte.

nemo61

Ven, 25/11/2016 - 09:15

..comunque votiamo NO

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 25/11/2016 - 09:20

Un altro governo di incapaci affossatori dell'economia come quello di Monti?piuttosto mi tengo Renzi

Eraitalia

Ven, 25/11/2016 - 09:27

UN GIORNALE SCHIERATO PER IL NO? RENZI E' ARRABBIATO E SE SI ARREABBIA RENZI....-...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 25/11/2016 - 09:29

già fatto.

Ritratto di panteranera

panteranera

Ven, 25/11/2016 - 09:55

@lanzi maurizio 20,15 No, secondo qualche boccalone è sia "bella" che "intelligente"...lol... ;)

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Ven, 25/11/2016 - 10:01

Brexit per il no e il giornale esulta. Tutti gli altri che sono per il si sono farabutti. Questa è una bella non logica

Duka

Ven, 25/11/2016 - 10:13

Finalmente: non è mai troppo tardi.

Lorenzo Cafaro

Ven, 25/11/2016 - 10:17

Visto? Pensare a quanto mi incazzavo quando al governo c'era il nostro centro destra e gli amero-inglesi-franco-tede si impicciavano dei casi nostri!!!

NEMAR

Ven, 25/11/2016 - 10:22

Strumentalizzazioni ipocrite, pilotate ecc.ecc.Ma come siete tutti bravi,intelligenti, conoscitori completi di tutti i risvolti delle modifiche istituzionali, completamente dimentichi di come e chi ci ha portato a questo punto ! Altro che "accozzaglia" , questo è un popolo che si merita la stagnazione che propugna. Bravi, votate NO !

buri

Ven, 25/11/2016 - 10:31

finalmente parole di buon senso dal mondo della finanza, era ora

Libertà75

Ven, 25/11/2016 - 12:05

@A.santagostino, quindi l'obiettivo del referendum è quello di riabilitare la figura dei Savoia e trasformarci in una monarchia costituzionale? No perché per fare esempi bisogna anche che siano ritagliati in una logica. Quindi ora lei ci dice che con il SI riavremo anche il Re in Italia... Potevate dircelo prima... chissà domani quale altra bugia dovrete dirci... per oggi smentiamo anche questa. Saluti a lei

Anonimo (non verificato)