Toti e Forza Italia in testa in Liguria: "Vinciamo se uniti"

Il candidato del centrodestra è primo con il 34,6% , distanziando la Paita che si attesta al 27,7%. Segue la Salvatore, candidata dei grillini, con il 24,95%

In Liguria Giovanni Toti vince con il 34,6% dei voti, distanziando la piddina Raffaella Paita ferma al 27,76%. Segue la grillina Alice Salvatore, con il 24.95%.

Luca Pastorino, il "ribelle" che ha lasciato il Pd per correre in solitaria, porta a casa il 9,23%. Quanto ai partiti, è un testa a testa tra M5S (24,98%) e Pd (25,5%), seguono la Lega Nord con il 20,2% e Forza Italia con il 13,0%.

La vittoria di Toti, sostenuto da un centrodestra che si è presentato compatto, da Forza Italia alla Lega a Fratelli d'Italia ai centristi di Alleanza popolare, rappresenta un vero e proprio terremoto politico, tutto a favore del partito di Berlusconi, che ha puntato molto sull'unità della coalizione.

Accolto con grida di giubilo dai suoi sostenitori all'arrivo nella sede del comitato elettorale, Toti è apparso felice ma sereno: "Me lo aspettavo perché il centrodestra quando è una coalizione unita e coesa, con un programma serio, vince e la regione Liguria né è la dimostrazione. Il Pd - ha aggiunto - quando è arrogante perde. La politica è una cosa abbastanza semplice: se uno fa male perde, se fa bene vince. Questo voto è anche un test nazionale. Renzi non ha il voto di nessuno come premier. Ha fatto bene alle europee, ha fatto un pò peggio alle regionali. Vuol dire che il vento sta cambiando".

Commenti

Anonimo (non verificato)

denteavvelenato

Lun, 01/06/2015 - 08:23

Ma qui non vale il discorso fatto per la Campania, visto che l'affluenza è simile, se non inferiore?