A Londra Khan verso il bis: "Ora lavoro e Olimpiadi"

"Se sarò rieletto, riporterò le Olimpiadi a Londra". È la promessa di Sadiq Khan, 50 anni, sindaco della capitale inglese, a un passo dal secondo mandato.

A Londra Khan verso il bis: "Ora lavoro e Olimpiadi"

«Se sarò rieletto, riporterò le Olimpiadi a Londra». È la promessa di Sadiq Khan, 50 anni, sindaco della capitale inglese, a un passo dal secondo mandato. Le urne si sono chiuse alle 23 di ieri, ora italiana, ma la rielezione del primo cittadino uscente, figlio di un immigrato pachistano che ha lavorato come autista di autobus, è per tutti una certezza nel contesto di un'elezione amministrativa nella quale saranno eletti altri 12 sindaci e si sceglieranno i nuovi Parlamenti di Scozia e Galles.

Khan si appresta a battere venti contendenti e a spuntarla sul suo principale rivale, il conservatore Shaun Bailey, 49 anni, radici in Giamaica, cresciuto come Khan negli alloggi popolari. La sua storia di figlio di immigrati non ha fatto presa. Il laburista si dirige verso la vittoria con l'intento di fare pressione sul primo ministro Boris Johnson per aumentare i fondi per la capitale e promette di creare posti di lavoro, promuovere nuove tasse sulle auto contro l'inquinamento, rendere le strade più sicure per le donne, ridurre gli accoltellamenti (che sono aumentati con il suo mandato) e controllare gli affitti astronomici. Ha promesso di «rinnovare e ricostruire» la capitale dopo la crisi del Covid-19.

Il sindaco è rimasto in carica un anno più del previsto a causa della pandemia, che ha posticipato le elezioni di 12 mesi. Durante il suo primo mandato, Khan è riuscito a ridurre sensibilmente i livelli di inquinamento atmosferico della capitale, storicamente molto alti, ed a ridurre e ottimizzare le tariffe per l'utilizzo dei mezzi pubblici, soprattutto nelle zone meno coperte di Londra.

Il primo cittadino della capitale inglese si è recato ieri al seggio con il suo cane e ha pubblicato una foto su Twitter che li immortala davanti al seggio elettorale commentando: «Queste elezioni saranno vinte all'ultimo momento - ha scritto pur sapendo di essere strafavorito - e non possiamo essere ancora soddisfatti: ogni vota conta».

Anche il primo ministro britannico, Boris Johnson, ha votato a Londra nelle elezioni locali, con la compagna Carrie Symonds. Circa 48 milioni di persone sono state chiamate alle urne in Inghilterra, Scozia e Galles, in cui sono tra l'altro in gioco 143 consigli comunali e un deputato nella circoscrizione di Hartlepool.

Commenti