Mafia, Salvini: "Tra qualche mese o anno sarà cancellata"

Il ministro dell'Interno Salvini: "Possono tener duro ancora qualche mese o qualche anno, ma Mafia, camorra e 'ndrangheta saranno cancellate dalla faccia di questo splendido paese, ce la metteremo tutta"

Mafia, Salvini: "Tra qualche mese o anno sarà cancellata"

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini a Sorbolo (Parma) ha consegnato alla Guardia di finanza un edificio sequestrato alla 'ndrangheta. "Siamo più forti noi - ha detto nel suo intervento -. Possono tener duro ancora qualche mese o qualche anno, ma mafia, camorra e 'ndrangheta saranno cancellate dalla faccia di questo splendido Paese, ce la metteremo tutta". Lo stabile in questione è stato confiscato alla criminalità organizzata nell’ambito di Aemilia, il più grande processo contro le infiltrazioni della ’ndrangheta mai celebrato nel nord Italia sfociato (il 31 ottobre scorso) nella storica sentenza di 125 condanne per oltre 1200 anni di carcere.

"Io penso che siamo più forti. Ci sono operazioni in corso anche in altri Paesi europei, che riguardano mafia, camorra e ndrangheta. Devo dire - ha sottolineato il vicepremier - che il sistema sicurezza in Italia, al di là ministri che vanno e che vengono, è sicuramente all’avanguardia ed un modello". Per quanto riguarda la sua presenza per la cerimonia di consegna dell’immobile confiscato alla ’ndrangheta, che sarà riconvertito in alloggi per i finanzieri, Salvini ha aggiunto: "Ci tenevo a onorare un enorme lavoro squadra, lo Stato è più forte. Per l’Agenzia dei Beni confiscati, raddoppia il personale, ci saranno quattro sedi distaccate, più soldi, poteri. Perchè un conto è fare i complimenti, ma la politica non può limitarsi a quello".

Secondo il titolare del Viminale "l’unico modo di aggredire la criminalità organizzata è aggredirli nel portafogli, nei conti in banca. Sono più di 20mila - ha ricordato Salvini - i beni sequestrati e confiscati e l’Agenzia ha fatto tutto questo con un’ottantina di persone. Gestire ventimila tra negozi, ville, aziende agricole e terreni in 80 persone ha del sovrumano ed eroico. Lo Stato - ha concluso il ministro - deve fare lo Stato, con le buone, dove è possibile. Con mafia, camorra e ’ndrangheta in ogni maniera permessa dal codice civile e penale".

Commenti